Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 18.04 20.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

Chromium è un web browser open source. I suoi principali componenti sono il motore Blink (precedentemente era utilizzato Webkit) e il motore JavaScript V8.
Sul codice sorgente di Chromium sono basati molti altri browser, fra cui Google Chrome.

Differenze con Google Chrome

Sebbene Chromium condivida con Chrome la maggior parte delle sue caratteristiche (motore, interfaccia ecc.), nel primo non sono presenti in via predefinita alcuni componenti, fra cui:

  • codecs multimediali proprietari
  • moduli Widevine DRM
  • sistema di tracciamento per i crash
  • alcune API proprietarie per servizi Google, da marzo 2021 (sincronizzazione dell'account, geolocalizzazione, click to call, gestione dei contatti, traduzione ecc.)

Installazione

Ubuntu 20.04

Da Ubuntu 20.04 e successivi Chromium è distribuito nei repository ufficiali esclusivamente in pacchetto snap.

Per installare il programma utilizzare una a piacere delle seguenti procedure:

  • Cercare e installare Chromium in Software.

  • Digitare nel terminale il comando:

    sudo snap install chromium
  • Utilizzare la procedura tradizionale con apt, descritta in questo paragrafo (verrà installato il transitional package che a sua volta installerà lo snap di Chromium).

Da repository Linux Mint

La derivata non ufficiale Linux Mint distribuisce Chromium tramite pacchetto in formato .deb, compatibile con Ubuntu previa adozione di appositi accorgimenti.
Pur non essendo questa la procedura ufficiale di installazione, viene riportata in questa guida poiché al momento rappresenta un workaround utile nei casi in cui si preferisca o sia necessario evitare l'utilizzo di pacchetti snap.

La procedura descritta di seguito comporta l'aggiunta di software, più relative sorgenti, non gestito da Canonical.
Attenersi scrupolosamente alle indicazioni di seguito indicate per evitare problemi di vario genere, tra cui possibili errori di compatibilità e di gestione delle dipendenze dei pacchetti.

  1. Digitare nel terminale il seguente comando per aggiungere il repository di Mint:

    sudo sh -c 'echo "deb http://packages.linuxmint.com ulyana upstream" >> /etc/apt/sources.list.d/mint.list'
  2. Scaricare da questo indirizzo il file linuxmint-keyring_2016.05.26_all.deb.

  3. Installare il pacchetto appena scaricato.

  4. Creare con i privilegi di amministrazione e con un editor di testo il file /etc/apt/preferences.d/mint-ulyssa-pin.

  5. Inserire nel file il seguente testo:

    # Permettere l'aggiornamento di chromium soltanto dal repository Ulyssa
    Package: chromium
    Pin: origin packages.linuxmint.com
    Pin-Priority: 500
    
    # Non dare mai priorità ad altri pacchetti dal repository Ulyssa
    Package: *
    Pin: origin packages.linuxmint.com
    Pin-Priority: 1
    quindi salvare e chiudere il file.
  6. Aggiornare la lista dei pacchetti e installare il pacchetto chromium.

Ubuntu 18.04

Installare i seguenti pacchetti:

Al termine dell'installazione sarà possibile avviare il programma.

Pacchetto Flatpak

Chromium è inoltre disponibile su Flathub. Per installare il relativo pacchetto flatpak consultare questa guida.

Plugin

Lettore PDF

Chromium possiede un lettore .pdf integrato.
È comunque possibile utilizzare il plugin Kpart per visualizzare documenti .pdf o Microsoft Office direttamente nel browser. Per tale scopo installare il pacchetto kpartsplugin.

Contenuti multimediali

Codec

Se non è abilitato il supporto ai codec multimediali proprietari, installare i pacchetti chromium-codecs-ffmpeg e chromium-codecs-ffmpeg-extra.

Da Ubuntu 20.04 sono dei transitional package che installano lo snap chromium-ffmpeg.

Per maggiori informazioni sui codec proprietari consultare questa pagina.

DRM Widevine

Tali DRM sono assenti pertanto potrebbero non essere riproducibili contenuti multimediali su specifici siti (Netflix, Prime Video, Spotify ecc.).
In tal caso è possibile utilizzare uno dei seguenti workaround:

  • Utilizzare altri browser che dispongono nativamente dei DRM Widevine (ad esempio Firefox o Google Chrome).

  • Utilizzare direttamente la libreria di Chrome, scaricandola manualmente:

    1. Scaricare il file .deb da questo indirizzo.

    2. Estrarre il contenuto del file .deb.

    3. Spostarsi nella directory ./opt/google/chrome/, all'interno della cartella appena estratta.

    4. Copiare la cartella WidevineCdm digitando da terminale il comando:

      cp WidevineCdm /usr/lib/chromium-browser/

      oppure

      cp WidevineCdm /usr/lib/chromium/
  • Automatizzare la procedura di download e salvataggio della libreria creando il seguente script:

    LATEST=`curl https://dl.google.com/widevine-cdm/current.txt`
    wget https://dl.google.com/widevine-cdm/$LATEST-linux-x64.zip
    unzip $LATEST-linux-x64.zip
    sudo mkdir /usr/lib/chromium
    sudo mv libwidevinecdm.so /usr/lib/chromium
    sudo chmod 644 /usr/lib/chromium/libwidevinecdm.so

Qualora non si abbia sufficiente competenza con la linea di comando e/o gli script bash, si raccomanda di utilizzare la prima soluzione.

Per ulteriori informazioni sui contenuti riproducibili per con Chromium consultare questa pagina.

Funzionalità

Chromium può utilizzare la maggior parte delle funzionalità disponibili per Google Chrome (Pseudo-indirizzi, Web Store, Task manager, Controllo remoto ecc.). Per maggiori informazioni consultare questa pagina.

Tecnologia Nvidia Optimus

Per utilizzare la tecnologia Optimus delle schede Nvidia, consultare la relativa pagina.

Abilitare accelerazione hardware

Consultare la relativa guida.

Risoluzione dei problemi

Certificati CAcert

Se si hanno problemi con i certificati CAcert, verificare che sia installato il pacchetto ca-certificates.

Ulteriori risorse


CategoryInternet