Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 16.04 18.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

Questa guida illustra la procedura di installazione e configurazione di LXQt su Ubuntu e derivate.

LXQt è un ambiente grafico leggero e facilmente configurabile. È la versione in Qt dell'ambiente desktop LXDE. Infatti nasce dalla fusione dei progetti LXDE-Qt e Razor-Qt.
LXQt ha sostituito LXDE come desktop predefinito della derivata Lubuntu a partire dalla versione 18.10.

Installazione

LXQt è disponibile nei repository ufficiali nella versione 0.13 per Ubuntu 18.04 e 18.10, nella versione 0.10 per la versione 16.04. È comunque possibile installare la versione 0.11 in Ubuntu 16.04 LTS tramite ppa.

Da sistema minimale

Se si sta installando da sistema minimale digitare nella linea di comando uno dei seguenti comandi:

  • per l'ambiente desktop LXQt completo di applicazioni, icone, wallpaper ecc.:

    sudo apt install lxqt xinit xorg sddm libnotify-bin
  • per il solo ambiente desktop LXQt:

    sudo apt install lxqt-core xinit xorg sddm libnotify-bin

Nota: è possibile che al primo avvio si riscontra il desktop nero. Seguire questi passi per risolvere.

Come display manager verrà installato SDDM (Simple Desktop Display Manager). Per utilizzarne altri consultare questa pagina.

Da sistema grafico

Per installare LXQt in un sistema già fornito di un altro ambiente grafico, a seconda delle proprie esigenze, installare uno dei seguenti pacchetti:

  • lxqt: per l'ambiente desktop completo di applicazioni e strumenti di default.

  • lxqt-core: per il solo ambiente desktop, senza applicazioni e strumenti di default.

Su Lubuntu 16.04 è inoltre necessario installare manualmente e separatamente il pacchetto lxqt-common, in quanto entra in conflitto con lxde-common. Così facendo non sarà più possibile avviare la sessione «Lubuntu» dalla schermata di accesso.

Installazione della versione 0.11 in Ubuntu 16.04

  1. Se presente, rimuovere completamente la vecchia versione digitando nel terminale:

    sudo apt-get purge lxqt*
  2. Digitare i seguenti comandi nel terminale per aggiungere i ppa di LXQt:

    sudo add-apt-repository ppa:lxqt/ppa

    sudo apt-get update
  3. Installare il pacchetto lxqt.

Primo avvio

Completata l'installazione, riavviare il computer se si è su Ubuntu minimale. Se invece si dispone già di un ambiente grafico, terminare la sessione corrente e al login selezionare LXQt.

Ecco come si presenta il desktop di LXQt:

Configurazione

Configurazioni generali

Una volta installato LXQt è possibile eseguire le seguenti configurazioni:

  • Gestione energetica: al primo avvio compare una notifica per configurare la gestione energetica.

  • Icone di avvio veloce: dal menu si possono trascinare le icone delle proprie applicazioni preferite nell'area dell'elemento del pannello Avvio veloce.

  • Preferenze della Scrivania: si può accedere a questa funzione selezionandola dal menu contestuale che compare facendo clic con il tasto destro in uno spazio vuoto della Scrivania o da Menu seguire il percorso Preferenze → Impostazioni di LXQt → Scrivania. È possibile quindi impostare uno sfondo, le dimensioni delle icone e configurare la Scrivania.

  • Gestore di finestre: Si può impostare un diverso gestore finestre, se installato. Da Ubuntu 17.04 viene installato automaticamente xfwm4; in alternativa si possono usare kwin, openbox o altri. Seguire dal Menu il percorso Preferenze → Impostazioni di LXQt → Centro di configurazione → Impostazioni della sessione → Impostazioni di base. Nelle preferenze del gestore finestre si impostano l'aspetto delle finestre, le funzionalità, il numero dei desktop e altro.

  • Preferenze di Pcmanfm: è possibile impostare il programma predefinito per estrarre archivi compressi e il terminale integrato (lanciabile con il tasto F4). A tal fine avviare il gestore di file Pcmanfm e seguire il percorso Modifica → Preferenze → Avanzate.

  • Moduli di LXQt: LXQt è un ambiente grafico modulare, si possono scegliere i vari componenti da usare o meno seguendo dal Menu il percorso Preferenze → Impostazioni di LXQt → Centro di configurazione → Impostazioni della sessione → Moduli di LXQt.

  • Preferenze del pannello: Le preferenze generali per il pannello e per gli elementi in esso contenuti (ad esempio il Menu) sono accessibili con il semplice clic destro sull'elemento desiderato.

  • Gestore pacchetti: LXQt non dispone nativamente di un gestore di pacchetti. Per installare e rimuovere software consultare pertanto questa guida.

Temi e icone

Per cambiare temi grafici e icone seguire dal Menu il percorso Preferenze → Impostazioni di LXQt → Aspetto.

Temi aggiuntivi sono disponibili installando i pacchetti lubuntu-artwork, lubuntu-icon-theme, breeze, breeze-icon-theme, qtcurve, oxygen-icon-theme e breeze-cursor-theme.

Effetti grafici

È possibile ottenere effetti grafici adoperando un compositor per il gestore finestre in uso. Tra le varie opzioni vi sono:

  • Compton: viene installato automaticamente. Consultare questa guida per la configurazione. Per abilitarlo spuntare la voce Compton in Gestione della sessione → Impostazioni base.

  • Kwin_X11: Si possono gestire gli effetti dalle Impostazioni di sistema KDE → Comportamenti del desktop nelle preferenze generali.

  • Xfwm4: Le impostazioni per gli effetti grafici si trovano sotto la voce Regolazioni del gestore di finestre nelle preferenze generali.

Funzionalità varie

  • Pcmanfm: è possibile richiamare alcune azioni premendo appositi tasti quali:

    • F3: per effettuare ricerche all'interno della cartella e relative sottocartelle.

    • F4: per aprire un terminale all'interno della cartella.

    • TAB: per completare percorsi nella barra degli indirizzi.

    Inoltre seguendo il percorso Visualizza → Filtra si può attivare un campo di ricerca nella parte inferiore della finestra.

  • Runner: è uno strumento per lanciare rapidamente programmi e eseguire comandi ma esegue anche calcoli, avviabile premendo la combinazione di tasti ALT + F2. Lo strumento dispone di una propria cronologia ed è configurabile tramite l'apposito pulsante.

  • Panelli e dockbar: È possibile aggiungere panelli multipli sui bordi dello schermo. Inoltre si può utilizzare un pannello come dockbar.

    1. Fare clic di destro sul pannello e selezionare Aggiungi nuovo pannello.

    2. Impostare le dimensioni e la posizione.
    3. Aggiungere gli elementi Avvio rapido e Barra delle applicazioni, configurando quest'ultimo in modalità solo icone.

      Per impostare la trasparenza è necessario abilitare un compositor.

  • Eseguire applicazioni con i privilegi di amministrazione: a tale fine si può usare il comando lxsudo nella forma

    lxsudo nome_programma

Ripristino delle configurazioni predefinite

Per ripristinare le configurazioni iniziali:

  1. Avviare il gestore di file Pcmanfm.

  2. Premere la combinazione di tasti CTRL + H per visualizzare le cartelle nascoste nella Home.

  3. Eliminare i file contenuti nella cartella ~/.config/lxqt/.

Risoluzione dei problemi

Desktop nero privo di panello e menu

Qualora si verifichi questo problema è possibile che LXQt non sia configurato.

  1. Fare clic destro sul'area del panello inferiore per aprire il menu di configurazione del panello e aggiungere gli elementi desiderati (menu, barra delle applicazioni, vassoio, orologio, controllo volume, dispositivi rimovibili, orologio).
  2. Avviare LXQt-runner.

  3. Selezionare Aspetto e impostare un tema e delle icone.

Quindi dal menu sarà possibile accedere a tutte le impostazioni.

Assenza del gestore di finestre

Qualora il normale utilizzo del desktop fosse impedito dall'assenza di pulsanti e di bordi delle finestre, è probabile che non sia stato installato un window manager. Seguire i seguenti passaggi.

  1. Installare un gestore di finestre a propria scelta. In questa guida si suggerisce uno dei seguenti:

  2. Impostare il gestore di finestre predefinito tramite le istruzioni di questo paragrafo.

Ulteriori risorse


CategoryGrafica