• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati

Guida verificata con Ubuntu: 16.04 14.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

Il programma Linguist è un editor specializzato per tradurre i file con estensione .ts. Questi file vengono usati per tradurre applicazioni in cui è disponibile il supporto Qt.

In questa guida, sostituire sempre a «nomepacchetto» il nome del pacchetto da tradurre, a «nomelingua» il nome inglese della lingua e a «sp» la sigla della lingua.

Installazione

Installare a seconda delle proprie esigenze i pacchetti:

Trovare i file .ts e azzerare le traduzioni

I file con estensione .ts possono essere trovati:

  • se installati, nelle cartelle dei singoli programmi come file .qm da convertire in .ts.

  • nei file distribuiti con il codice sorgente.

Per trovare i file con estensione .ts e .qm si può far ricorso a Synaptic.

Programmi installati

I file delle traduzioni dei pacchetti installati nel sistema sono in formato .qm e devono pertanto essere convertiti in .ts. Per cercarli nel file system nella propria o altre lingue e convertirli in .ts, seguire questi passaggi:

  1. Avviare il programma Synaptic e cercare il pacchetto desiderato.

  2. Fare clic con il tasto destro del mouse sul nome del pacchetto per aprire il menu contestuale e cliccare su Proprietà, poi cliccare sulla scheda File installati.

  3. Leggere e appuntarsi il percorso ai file con estensione .qm. Se non sono presenti file con questa estensione, saltare a questo paragrafo.

  4. Avviare il file manager al percorso individuato nel punto precedente, poi copiare il file nomepacchetto_sp.qm nella propria Home.

  5. Spostarsi tramite riga di comando nella cartella dove è stato copiato il file.

  6. Convertire il file .qm in file .ts ed azzerare le traduzioni digitando nel terminale i seguenti comandi:

     lconvert --drop-translations nomepacchetto_sp.qm -o nomepacchetto_untraslated.ts

Da sorgente

Per trovare il file nomepacchetto_untranslated.ts nei sorgenti nei repository, seguire i seguenti passaggi:

  1. Avviare il programma Synaptic e cercare il pacchetto desiderato.

  2. Fare clic con il tasto destro del mouse sul nome del pacchetto per aprire il menu contestuale e cliccare su Proprietà, poi cliccare sulla scheda Comune.

  3. Individuare e appuntare il nome del componente dei repository (Sezione) e la versione del pacchetto (Ultima versione disponibile). Ignorare eventualmente i numeri presenti prima del carattere «:».

    Ad esempio, il pacchetto amarok si trova nella sezione Ambiente grafico KDE (Universe) e l'ultima versione disponibile è la 2:2.8.0-0ubuntu9. Appuntarsi pertanto Universe come componente del repository e 2.8.0-0ubuntu9 come versione.

  4. Cercare e scaricare i sorgenti da questa pagina, avendo cura di

    • selezionare il componente corretto (all'interno i file sono divisi in directory in ordine alfabetico);

    • selezionare la versione corretta;
    • scaricare il file compresso:

      • nomepacchetto_versione.orig.<estensione>, se disponibile. Ignorare eventuali caratteri a destra del segno «-» in versione.

      • nomepacchetto_versione.<estensione>, altrimenti.

      dove al posto di versione va considerata la versione individuata nei punti precedenti.

    Ad esempio, per il il pacchetto amarok di cui al suggerimento precedente scaricare il file amarok_2.8.0.orig.tar.bz2.

  5. Estrarre il contenuto dei file scaricati nella propria Home, individuando il file nomepacchetto_untranslated.ts. Se non è presente alcun file con questo nome, seguire i seguenti passaggi:

    1. Copiare nella propria Home il file di traduzione nomepacchetto_sp.ts in una lingua diversa da quella in cui si intende tradurre.

    1. Spostarsi tramite riga di comando nella cartella dove è stato copiato il file.

    2. Per azzerare le traduzioni digitare nel terminale il seguente comando:

         lconvert --drop-translations nomepacchetto_sp.ts -o nomepacchetto_untraslated.ts

I nomi dei sorgenti delle librerie che iniziano con «lib» vanno cercati nelle corrispondenti voci «lib» del repository.

Primo avvio

  1. Aprire un terminale e digitare il seguente comando:

     linguist
  2. Cliccare su Phrases → Open Phrase Book... e selezionare il file .qph del dizionario della lingua verso cui si intende tradurre, allocato in:

    • /usr/share/qt4/phrasebooks per applicazioni in Qt4.

    • /usr/share/qt5/phrasebooks per applicazioni in Qt5.

Se si vuole tradurre più applicazioni usando Qt Linguist, è possibile riusare le proprie traduzioni copiando il file dizionario nomelingua.qph nella propria Home e selezionarli durante questo passaggio.

Tradurre con Linguist

  1. Avviare il file manager e spostarsi nella cartella contenente il file nomeprogramma_untraslated.ts precedentemente trovato o creato.

  2. Fare clic su nomeprogramma_untraslated.ts per avviare Linguist.

  3. Nella finestra apertasi in automatico selezionare nella sezione Target language le opzioni:

    • Language → nomelingua, sostituendo a nomelingua la lingua verso cui si vuole tradurre;

    • Country/Region → nomeregione, sostituendo a nomeregione la regione desiderata.

    Nel caso in cui non venga mostrata la finestra per le impostazioni della lingua, fare clic su Edit → Translations File Settings... per visualizzarla.

  4. Selezionare View → Views e mettere la spunta su Context, Strings e Phrases and guesses.

  5. Selezionare Validation e mettere la spunta su Accelerations, Ending Punctuation e Place Marker Match.

  6. Selezionare Edit → Batch Translations... e mettere la spunta sulle tre opzioni in alto, raggruppate in Options, poi cliccare su Run e chiudere la finestra cliccando su Cancel.

  7. Selezionare il gruppo di stringhe che si vuole tradurre in Context e selezionare la riga da tradurre in Strings.

  8. Digitare la traduzione in nomelingua translation, poi fare clic su Ctrl + Enter, dove al posto di nomelingua sarà visualizzato il nome della lingua verso cui si sta traducendo.

  9. Se si è allocato il file dizionario nomelingua.qph nella propria Home, dopo ogni traduzione fare clic su Ctrl + T in modo di aggiungere la traduzione al dizionario.

  10. Finita la traduzione, per salvare il file in formato .ts fare clic su File → Save As....

  11. Nella finestra apertasi selezionare:
    • in Filter il Qt translation sources;

    • in Name sostituire il 'untranslated' con la sigla della lingua;

    infine premere Save.

  12. Per creare il file .qm selezionare File → Release As....

  13. Nella finestra apertasi selezionare:
    • in Filter il Qt message file for released applications

    infine premere Save.

Aggiungere le proprie traduzioni al dizionario permette di riusarle per tradurre altre stringhe, semplicemente ripetere ogni 3 o 4 gruppi di stringhe tradotte il punto 3.

Allocazione delle traduzioni

Per controllare il percorso di allocazione delle traduzioni in formato .qm del software che si sta traducendo, seguire i seguenti passaggi:

  1. Avviare il programma Synaptic e cercare il pacchetto desiderato.

  2. Fare clic con il tasto destro del mouse sul nome del pacchetto per aprire il menu contestuale e cliccare su Proprietà, poi spostarsi nella scheda File installati.

  3. Leggere e appuntarsi il percorso ai file .qm. Se non sono presenti file con tale estensione:

    • se la cartella /usr/share/nomeprogramma/translations esiste, procedere con i passi successivi della guida;

    • se la cartella /usr/share/nomeprogramma/translations non esiste, crearla digitando nel terminale i seguenti comandi:

        sudo mkdir /usr/share/nomeprogramma/translations

Per evitare che un aggiornamento cancelli le traduzioni è consigliabile allocare i file tradotti in /usr/local e creare un collegamento simbolico alla directory richiesta, spostando l'eventuale file .qm preesistente come backup. Per farlo, digitare nel terminale i seguenti comandi:

I comandi seguenti sono riferiti all'allocazione più comune, ovvero /usr/share/nomeprogramma/translations. Se l'allocazione delle traduzioni individuata nei punti precedenti fosse diversa modificare di conseguenza i passi successivi.

  1. Se presente, spostare il file .qm preesistente:

     sudo mv /usr/share/nomeprogramma/translations/nomeprogramma_sp.qm /usr/share/nomeprogramma/translations/nomeprogramma_sp.qm
  2. Creare la directory dove allocare:

     sudo mkdir -p /usr/local/share/nomeprogramma/translations
  3. Allocare il file .qm:

     sudo cp nomeprogramma_sp.qm /usr/local/share/nomeprogramma/translations
  4. Creare il collegamento simbolico:

     sudo ln -s /usr/local/share/nomeprogramma/translations/nomeprogramma_sp.qm /usr/share/nomeprogramma/translations

Ulteriori risorse


CategoryProgrammazione