• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati

La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 38 del 2018, riferito alla settimana che va da lunedì 12 novembre a domenica 18 novembre. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Mark Shuttleworth rivela che Ubuntu 18.04 sarà supportato per 10 anni

All'OpenStack Summit di Berlino, Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical e Ubuntu, ha affermato in una nota chiave che la durata del supporto a lungo termine di Ubuntu 18.04 (LTS) sarà estesa da cinque anni a 10 anni.

"Sono lieto di annunciare che Ubuntu 18.04 sarà supportato per ben 10 anni", ha affermato Shuttleworth. "In parte a causa dei lunghissimi orizzonti temporali in alcuni settori come i servizi finanziari e le telecomunicazioni, ma anche in base all'IoT, dove le linee di produzione, per esempio, vengono create per funzionare almeno un decennio".

Ubuntu 18.04 è stato rilasciato nell'aprile 2018 e, inizialmente, come versione LTS prevedeva un supporto di 5 anni. Mentre la versione desktop di Ubuntu riceve la maggior parte della ribalta, i maggiori proventi di Canonical provengono dai clienti delle versioni server e cloud. È per questi utenti aziendali che Canonical ha esteso il supporto per la sicurezza di Ubuntu 12.04, quindi il supporto per Ubuntu 14.04 e ora, in via preventiva, quello per Ubuntu 18.04. In un'intervista dopo il keynote, Shuttleworth ha dichiarato anche che lo stesso Ubuntu 16.04, che dovrebbe raggiungere la fine del suo ciclo di vita nell'aprile del 2021, avrà una durata di supporto maggiorata.

È dunque chiaro che la strategia di Canonical è quella di fornire un sistema operativo sicuro e aggiornato sempre, specialmente negli ambienti più critici e remunerativi. La direzione intrapresa sembra essere quella giusta e il passaggio di numerosi clienti, soprattutto nelle nuove aree dell'IoT, del machine learning e delle edge computing, da RedHat a Ubuntu ne è una chiara testimonianza.

Fonte: zdnet.com


Notizie dal Mondo

LinuxBoot, alternativa a UEFI per i server

LinuxBoot è un'alternativa Open Source al firmware UEFI proprietario. Il suo rilascio avvenuto l'anno scorso oltre ad essere stato accolto calorosamente nella famiglia Open Source da The Linux Foundation, sta trovando sempre più spazio tra i principali produttori di hardware come firmware preferito. Questo progetto è stata un'iniziativa di Ron Minnich - autore di LinuxBIOS e direttore di coreboot a Google nel gennaio 2017 - dove hanno collaborato anche Google, Facebook, Horizon Computing Solutions e Two (precedentemente chiamato NERF) per le macchine server basate su Linux. Il suo sviluppo ha permesso agli utenti dei Server di personalizzare facilmente i propri script di avvio, risolvere i problemi, creare autonomamente i propri runtime e ridisegnare il firmware con le proprie chiavi senza attendere gli aggiornamenti dei fornitori. I principali vantaggi di LinuxBoot rispetto a UEFI sono:

  • Avvio significativamente più veloce - Può avviare schede server in meno di venti secondi, rispetto a più minuti su UEFI;

  • Significativamente più flessibile - LinuxBoot può utilizzare qualsiasi dispositivo, filesystem e protocollo supportato da Linux;

  • Potenzialmente più sicuro - I driver e i filesystem di Linux hanno un controllo molto più approfondito rispetto a UEFI.

Inoltre si può sostenere che UEFI è parzialmente aperta con EDK II mentre LinuxBoot è parzialmente chiuso, in quanto il codice EDK II non ha un livello adeguato di ispezione e correttezza del kernel, mentre c'è una quantità enorme di altri componenti di Closed Source all'interno dello sviluppo UEFI. D'altra parte, LinuxBoot ha una quantità significativamente inferiore di binari con poche centinaia di KB, rispetto ai 32 MB di binari UEFI. Se anche tu sei curioso, è possibile vedere un video di avvio di Ubuntu Xenial per la prima volta con il BIOS NERF, oppure puoi visitare la pagina di LinuxBoot su github, dove è presente tutta la documentazione.

Fonte: itsfoss.com

KDE rilascia il terzo aggiornamento di stabilità per KDE Applications 18.08

Il progetto KDE ha annunciato il rilascio del terzo aggiornamento di stabilità per la suite KDE Applications 18.08. In questa versione saranno presenti circa 20 correzioni di bug i quali includono dei miglioramenti a Kontact, Ark, Dolphin, KDE Games, Kate, Okular, Umbrello, e degli aggiornamenti di traduzione, fornendo così un aggiornamento sicuro e piacevole per tutti. Tra i vari miglioramenti abbiamo:

  • La modalità di visualizzazione HTML in KMail viene ricordata e carica nuovamente le immagini esterne se consentito;
  • Kate ora ricorda le meta informazioni (inclusi i segnalibri) tra le sessioni di modifica;
  • Lo scorrimento automatico nell'interfaccia utente del testo Telepathy è stato corretto con le versioni più recenti di QtWebEngine;

e tanti altri ancora...
Puoi trovare l'elenco completo delle modifiche al seguente link.

Fonte: www.kde.org

Fonte: news.softpedia.com


Rubriche

Notizie dalla Documentazione Wiki

Aggiornamento pagina wiki di Opera Browser

In questa guida sono presenti istruzioni utili per l'installazione e la configurazione di Opera, browser web proprietario e multipiattaforma, distribuito con licenza freeware e sviluppato dall'azienda Otello Corporation ASA (precedentemente nota come Opera Software ASA). Le versioni più recenti si basano su Chromium e utilizzano il motore di rendering Blink.

Scopri come installare e configurare Opera su Ubuntu grazie alla guida della wiki italiana.

Fonte: wiki.ubuntu-it.org


Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 135471, +98 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 402, −3 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 66187, +44 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dal GruppoSviluppo della comunità italiana nell'ultima settimana:

Mattia Rizzolo

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.


Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Ha inoltre collaborato all'edizione:


Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione