• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati


La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 16 del 2017, riferito alla settimana che va da lunedì 24 aprile a domenica 30 aprile. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Snap disponibili per Ubuntu 14.04

Il team snapd ha recentemente annunciato una nuova versione di snapd che supporta Ubuntu 14.04 LTS (Trusty) per server e desktop (i386, amd64). Il servizio snapd è ciò che rende possibile l'installazione e la gestione di applicazioni confezionate come snap.

È quindi possibile da ora, dopo aver installato snapd, installare qualsiasi applicazione dal negozio snap-in Ubuntu. Gli snap consentono agli sviluppatori di rilasciare il proprio software direttamente agli utenti, al proprio ritmo, indipendentemente dagli orari di rilascio di OS.

Il comando "snap" viene utilizzato per gestire gli snap allo stesso modo in cui si utilizza "apt" per gestire deb. Si può imparare di più su di esso seguendo questo breve tutorial. L'aiuto integrato su terminale è disponibile tramite il comando "snap -help".

Fonte: insights.ubuntu.com


Notizie dalla comunità internazionale

Trasformare GNOME nella shell di Unity

Da quando è divenuta ufficiale la notizia che Ubuntu, a partire dalla versione 18.04 LTS, abbandonerà la shell di Unity per passare a GNOME come desktop predefinito, nella comunità si è mosso un vero e proprio fermento, in particolare di persone che non vogliono essere costrette a dover rinunciare al loro DE preferito. Sembrano lontani i tempi dei tanti detrattori di Unity e, ora che il progetto è stato ufficialmente abbandonato, se ne rimpiangono già le funzionalità uniche ed è palpabile in tutta la comunità l'amarezza per l'abbandono forzato.

In tutto questo panorama, tanti utenti hanno deciso di passare immediatamente al futuro desktop di default e di cercare di renderlo il più possibile simile al buon vecchio Unity. Uno dei punti di forza della shell di GNOME è dato dalle estreme possibilità di customizzazione che questo ambiente mette a disposizione dei suoi utenti, grazie a semplici estensioni è possibile mutare l'aspetto e i comportamenti di ogni singolo componente della sua interfaccia. Rendere GNOME simile a Unity è estremamente semplice dal punto di vista estetico, mentre sul lato delle funzionalità non tutte quelle fornite dall'HUD di Unity sono, al momento, replicabili sul desktop di GNOME.

Non esiste la Dash di Unity, anche se GNOME possiede un suo equivalente, non esiste il supporto al menu globale e la maggior parte delle applicazioni GNOME non utilizza i menu tradizionali delle applicazioni. Detto ciò, grazie ad alcune semplici estensioni di facile utilizzo e ad alcuni tweak, sarà immediato avere un ambiente desktop confortevole come quello originale di Unity. Il podcaster di Bad Voltage, Stuart Langridge ha postato ciò che ha fatto lui per trasformare la shell di GNOME in un'interfaccia del tutto simile a quella di Unity e il risultato ottenuto è davvero efficace.

Langridge è riuscito nell'intento attraverso alcune estensioni opensource: Dash to Dock, per avere una Dash sul lato destro dello schermo e con il pulsante del launcher nella parte superiore; Better Volume, per modificare il volume con il mouse sull'indicatore del pannello; Top Icons Plus, per spostare la tray in alto a destra nel pannello superiore. Langridge ha inoltre utilizzato gli stessi temi che già utilizzava su Unity: Arc Darker GTK e Papyrus Icons. Attraverso l'applicazione GNOME Tweak è inoltre possibile attivare tutti i controlli delle finestre e spostare i pulsanti sulla sinistra, come risulta essere nell'interfaccia di Unity.

Il risultato finale non è perfetto, ma è sicuramente decente e inoltre facilita il passaggio degli utenti Unity di vecchia data al nuovo desktop GNOME, che sarà di default su Ubuntu 18.04 LTS.

Fonte: omgubuntu.co.uk

Full Circle Magazine Issue #120 in inglese

È stato pubblicato sul sito internazionale di Full Circle Magazine, il numero 120 in Inglese.
Questa è l'edizione che segna il DECIMO ANNIVERSARIO della rivista.

In questo numero troviamo:

  • Comanda e conquista
  • How-To: Python (Arduino), una settimana senza GUI e (NUOVO!) Introduzione a FreeCAD Pt.1
  • Grafica: Inkscape e Kdenlive
  • ChromeCult: Add-on per Firefox

  • Linux Labs: benchmark di hardware vecchi e Linux da zero
  • Recensione: LXLE
  • Recensione libro: Geeky Projects For The Experienced Maker
  • Giochi di Ubuntu: Steam Hardware Survey
  • Il ritorno di My Desktop
  • Risultati del sondaggio

... e molto altro ancora in 90 pagine.

È possibile scaricare la rivista da questa pagina.


Notizie dal Mondo

Krita 3.1.3 disponibile per il download

È stato rilasciato Krita 3.1.3, la nuova versione del noto software open source e gratuito di disegno professionale. Krita 3.1.3 contiene numerose correzioni di problemi noti e nuove funzionalità, tutte elencate nelle note di rilascio del programma. In Ubuntu 14.04 LTS, 16.04 LTS e rilasci successivi, è possibile installare l'ultima versione di Krita tramite pacchetto snap da Ubuntu Software. Per chi desidera invece effettuare l'installazione alla vecchia maniera tramite personal package archive, è disponibile il Krita Lime PPA per Ubuntu 16.10/17.04/17.10.

Fonte: krita.org


Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 131416, −2 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 420, −8 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 65704, +37 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dal GruppoSviluppo della comunità italiana nell'ultima settimana:

Mattia Rizzolo

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.


Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione