Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 20 del 2011, riferito alla settimana che va da lunedì 16 a domenica 22 maggio. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Programma del rilascio di Ubuntu 11.10

Da qualche giorno è stato reso pubblico il programma provvisorio del rilascio di Ubuntu 11.10, nome in codice Oneiric Ocelot.

Come accade per ogni rilascio, le date riportate di seguito potrebbero cambiare; il programma sempre aggiornato è disponibile alla pagina ufficiale.

  • 2 giugno - Alpha 1

  • 30 giugno - Alpha 2

  • 4 agosto - Alpha 3

  • 1 Settembre - Beta 1

  • 22 Settembre - Beta 2

  • 13 Ottobre - Ubuntu 11.10

Fonte

Notizie dalla comunità

Meeting di Ubuntu-it in arrivo!

Tutto pronto per l'appuntamento di sabato prossimo con il Meeting della comunità di Ubuntu-it. Grazie alla collaborazione con LSLug, i lavori si svolgeranno a Roma, nella prestigiosa cornice della Facoltà di Ingegneria dell'Università "La Sapienza" in via Eudossiana, nei pressi del Colosseo.

Anche se il Meeting di Ubuntu-it è principalmente orientato alla discussione dei progetti in corso o in programma e delle problematiche che riguardano la nostra comunità, i lavori sono aperti a tutti. Il programma della manifestazione prevede infatti anche dei talk rivolti al pubblico, a cominciare dallo speech di Renzo Davoli, professore associato dell'Università di Bologna, incentrata sull'uso del software libero nel mondo della ricerca e della didattica. Molto atteso anche il talk di Lapo Calamandrei, del Design Team di GNOME, che nel pomeriggio si occuperà di presentare gnome-shell e le sue novità in termini di estetica e usabilità.

L'appuntamento è quindi per sabato 28 maggio, alle 9:15, presso la Facoltà di Ingegneria della Sapienza a Roma. Chi volesse partecipare ai pranzi e alle cene previste per gli ospiti del meeting ha ancora pochi giorni per iscriversi sull'apposita pagina destinata a raccogliere le prenotazioni. Ulteriori informazioni, incluse quelle riguardanti i pernottamenti, sono disponibili sulla pagina del Meeting sul wiki di Ubuntu-it.

Ubuntu-it: nuovo membro

E' "nato" un nuovo membro nella comunità italiana di Ubuntu: Paolo Rotolo! La candidatura è stata approvata perchè è un ragazzo molto volenteroso che collabora proficuamente nella redazione della newsletter, nel Gruppo Test, in "Diffondi Ubuntu", nel progetto "Noi siamo Ubuntu" e..., infine, nel progetto Screencast. Continua così, Paolo, nella consapevolezza che la membership non è un punto di arrivo ma di partenza.

Per festeggiare l'evento, il nostro Paolo ha promesso pubblicamente un giro di birra gratis per tutti i partecipanti al Meeting di Ubuntu-it di sabato prossimo a Roma. Grazie Paolo, e congratulazioni!

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

DE: lancio dell'iniziativa di integrazione Open Source

Diverse aziende Open Source tedesche cooperano al recente lancio dell'iniziativa Open Source per l'integrazione (Osii) al fine di sviluppare una soluzione modulare per il business open source. L'iniziativa è sostenuta dalla Germania, il Ministero Federale dell'Economia e della Tecnologia e da Lisog, la più grande rete open source nel mondo di lingua tedesca.

Le società partecipanti condividono la stessa visione di sviluppo di un pacchetto software per applicazioni di business su base open source. Le aziende ed esperti provenienti da tutte le parti della Germania si sono riuniti per la prima volta alla manifestazione CeBIT di Hannover, segnando il kick-off al meeting della nuova iniziativa Open Source per l'integrazione (Osii), che ora è ufficialmente partita.

Le aziende Osii partecipanti sono disposte a mettere insieme i loro diversi servizi in uno "stack" in modo tale che tutti i moduli saranno pienamente compatibili tra loro ed i componenti delle applicazioni per il business saranno configurati, integrati e combinati come necessario. L'iniziativa è sostenuta dal Ministero Federale dell'Economia e della Tecnologia, nell'ambito del programma Central Innovation per le piccole e medie imprese (Zentralen Innovationsprogramms Mittelstand - ZIM). L'agenzia Pubblica per l'Innovazione IT e dei Media del Baden-Württemberg (MFG Baden-Württemberg) sarà responsabile della gestione della rete. Ciò implica lo sviluppo strategico della rete, l'analisi delle capacità tecniche e delle opportunità di mercato, nonché le pubbliche relazioni e le attività di marketing.

Molte aziende finora rifuggono dal fondare la loro società di IT su soluzioni open source. La ragione principale di questo è che il mercato open source è gravemente frammentato. Sebbene ci siano molte soluzioni singole altamente efficienti, spesso devono essere personalizzate ad una ad una. Questo sforzo di personalizzazione e l'assenza di un punto di contatto scoraggia le piccole e medie imprese. L'interesse per l'open source è elevato e continua a crescere durante la crisi economica. Infatti, attraverso l'uso di soluzioni aperte, le aziende possono risparmiare sui costi e diventare indipendenti dai fornitori di software.

"Gli utenti cercano un 'One-Stop-Shop' per il loro IT. Finora, non vi è nulla di simile nel settore open source. Vogliamo che questo cambi", ha dichiarato Thomas Uhl, amministratore delegato di una società di software che è una delle forze trainanti del progetto. Il Dr. Jürgen Jähnert, dell'Agenzia Pubblica per l'Innovazione, ha aggiunto: "Soprattutto per le aziende di medie dimensioni, vogliamo prendere la decisione più facile per l'open source, garantendo la compatibilità dei componenti di business diversi, il tutto da un'unica fonte".

Il progetto sta portando avanti anche una stretta collaborazione con la più grande associazione open source nel mondo di lingua tedesca - Lisog. Il presidente del Lisog, il dottor Karl-Heinz Strassemeyer, ha dichiarato: "Lisog è un'importante interfaccia tra fornitori e utenti in ambito open source". Idealmente, la cooperazione dei partner del progetto con l'associazione potrebbe "dare impulso e attenzione al progetto", ha aggiunto il dottor Strassemeyer.

Un totale di 20 società di software e un istituto di ricerca cooperano alla Osii. In particolare i membri ormai coprono l'intero spettro delle possibili soluzioni IT - a partire da banche dati e soluzioni di archiviazione fino alle applicazioni software quali groupware o enterprise resource planning (ERP).

Fonte

IE: La Biblioteca Nazionale irlandese ha vinto il premio nazionale Open Source per il suo catalogo on-line

La Biblioteca Nazionale Irlandese ha vinto il premio nazionale per l'informatizzazione delle pubbliche amministrazione grazie all'utilizzo di software open source nel progetto Single Discovery Interface Project il cui scopo è quello di migliorare e semplificare l'accesso alle raccolte di materiale di cui dispone; più specificatamente ciò che ha determinato l'assegnazione del premio è stato il contributo allo sviluppo del catalogo on-line di pubblico accesso (OPAC) "VuFind" e l'utilizzo della piattaforma di ricerca Apache Solr. L'interfaccia realizzata permette agli utenti di cercare tra diversi tipi di materiale catalogato andando ad interrogare cataloghi di molte collezioni differenti, anche le più recenti, di materiale digitalizzato: - giornali, riviste, e pubblicazioni del governo; - manoscritti catalogati dopo il 1990; - collezioni di stampe, disegni e fotografie; - immagini digitalizzate da lastre di vetro appartenenti ai primi esempi di fotografie.

Un progetto che denota grandi potenzialità e che potrebbe forse essere esportato anche in altri paesi come ad esempio il nostro che possiede un patrimonio sia in termini di Biblioteche che di collezioni molto vasto, peraltro per gran parte già disponibile alla ricerca tramite Opac.

Fonte

Rubriche settimanali

Il pacchetto della settimana

UnityOne

Il Launcher di Unity fornisce alcune funzionalità che facilitano l'uso del computer. Un esempio è "UnityOne", un'applet di UbuntuOne, da inserire nel Launcher.

Con questa app installata, sarà facilissimo caricare i propri file in UbuntuOne: basterà trascinare il file desiderato sull'icona di UnityOne. Esso supporta oltre 100 tipi diversi di file e ha anche una simpatica icona. Potete scaricare il programma facendo clic qui. Per farlo funzionare correttamente dovrete estrarre il contenuto dello .zip nella vostra home e fare doppio clic sull'icona "install icon". Per aggiungerlo in Unity potrete trascinare il file "UnityOne.desktop" sul Launcher.

Fonte

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 88757, +224 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 32, -4 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 49661, -240 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Matthew East

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter