Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 16 del 2010, riferito alla settimana che va da lunedì 19 a domenica 25 aprile. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Release Candidate Lucid Lynx

È disponibile l'immagine ISO Release Candidate di Lucid Lynx, il prossimo rilascio di Ubuntu, che diventerà stabile il 29 aprile, (come indicato nella scaletta di rilascio).

Vi ricordiamo che l'utilizzo di Lucid Lynx in questa fase di sviluppo, è consigliato principalmente a sviluppatori, utenti esperti e a coloro che vogliono contribuire alla segnalazione e risoluzione di bug (per maggiori informazioni sui test per il rilascio in sviluppo, consultare la seguente pagina).

Per il download è disponibile la seguente pagina.

Fonte

Notizie dalla comunità

Ubuntu-Women: nasce la lista Italiana

Ubuntu-Women è un progetto nato nel 2006 dalla constatazione della scarsa presenza femminile nella comunità di Ubuntu. La partecipazione delle donne nel mondo di Ubuntu si assestava infatti intorno al 2,4%. È purtroppo noto che la presenza femminile nel mondo della tecnologia è piuttosto ridotta, ma diventa addirittura minimale se si va a prendere in considerazione l'ambito dell'Open Source e delle sue diverse declinazioni. Ubuntu-Women nasceva quindi con l'intentento di aumentare il contributo femminile alla comunità, creando un ambiente amichevole per incoraggiare l'ingresso di coloro che si sentivano intimorite di fronte ad un settore in cui la presenza maschile costituisce la netta maggioranza.

In questi quattro anni il lavoro delle (e dei!) membri di Ubuntu-Women ha portato ad avere una donna nel consiglio di Ubuntu, una caporedattrice nella Newsletter internazionale e in generale una crescita nella partecipazione femminile al progetto.

La strada da percorrere è però ancora lunga, ed è proprio per fare qualche passo in più lungo questa strada che Flavia Weisghizzi e Silvia Bindelli hanno dato luce ad una versione italiana del gruppo, UbuntuWomen-it, un modo per creare anche all'interno di Ubuntu-it un ambiente amichevole in Italiano, in cui condividere esperienze, dare e ottenere consigli attraverso una mailing-list dedicata.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

L'APTI rumena chiede l'amministrazione digitale libera

Diversi cittadini rumeni hanno recentemente firmato una petizione pubblica, invitando Gabriel Sandu, il ministro per le Comunicazioni e la Società dell'informazione, a sostenere ancora più apertamente il software libero e il formato standard aperto, in particolar modo sui progetti di e-government. La petizione è stata organizzata da APTI, l'Associazione romena per la tecnologia e Internet. Questa lettera pubblica è nata on-line sul cosiddetto progetto eRomânia, nell'ambito del quale sono previsti 500 milioni di euro, per rendere i documenti e i servizi governativi disponibili in formato elettronico.

Il gruppo vuole in sostanza la messa a disposizione del pubblico, di tutte quelle applicazioni informatiche che vengono finanziate con fondi pubblici: «Tutte le domande finanziate con denaro pubblico devono essere accessibili a ogni cittadino, senza essere costretti a usare software proprietario o acquisire servizi aggiuntivi".

Facendo riferimento al Regno Unito, dove il governo ha recentemente annunciato l'intenzione di rendere i dati disponibili on-line, l'APTI dichiara: "Allo stesso modo, il settore privato della Romania e di tutti i cittadini interessati, devono essere in grado di utilizzare i dati del governo".

Fonte

Synaptics con Linux OEM

Dai touch-pad e gli schermi multitocco della Apple, siamo passati alla buona notizia che Synaptics, la società fondata nel 1986 da Federico Faggin e Carver Mead, fornirà la gestione multi-tattile per Linux ai produttori di mini computer portatili, che potranno così integrare il multitouch, per quanto riguarda le distribuzioni Linux OEM pre-installate e quindi in linea con le specifiche caratteristiche di ogni produzione. Il Multi-touch è formato infatti da due parti fondamentali: la parte hardware (un touch screen o un touch pad che riconosce più punti simultaneamente al tocco di una mano) e la parte software, che riconosce questi punti e li interpreta.

Il supporto per i sistemi operativi basati sul Kernel Linux, includono al momento: Fedora, Millos Linpus, Red Flag, Suse, Xandros e Ubuntu!. Ricordiamo che Synaptics è uno tra i più grandi sviluppatori di soluzioni a livello di interfaccia umana per il mobile computing, la comunicazione e i dispositivi di intrattenimento ed ha la sua sede centrale a Santa Clara (Stati Uniti), con alcune centinaia di collaboratori dislocati in nove paesi. Tra i suoi clienti annovera Asus, Acer, Dell, HP, Sony, Toshiba, Gateway, IBM, Lenovo, Samsung e Packard Bell. Per chi fosse interessato ai video dimostrativi riguardanti la "Synaptics Gesture Suite" di un touchpad multi-touch, è possibile cliccare sugli otto link della seguente pagina web.

Fonte Fonte

Dallo stivale

Lucid Lynx Video

Un accattivante video promozionale dedicato a Ubuntu 10.04 LTS (Long Term Support), è stato creato e pubblicato on-line, nelle due versioni a colori e in bianco e nero. L'idea si è concretizzata all'interno del “Laboratorio di Web e Multimedia”, tenuto dai docenti Davide Homitsu Riboli e Valentina Rachiele, presso il Corso di Laurea in Disegno Industriale, Università degli Studi della Repubblica di San Marino e Università IUAV di Venezia.

Gli autori dell'artefatto sono: Filippo Ceroni, Federico Magli, Laura Monetini, Valentina Sabino ed Alessandro Pazzini. Coloro che hanno partecipato al progetto chiedono a tutti la cortesia, che l'eventuale condivisione dell'indirizzo nei social network http://bit.ly/9SSUwQ, sia usata con lo stesso link abbreviato, in modo tale da non interrompere il monitoraggio settimanale della sua diffusione.

Il video ovviamente è solo uno dei progetti realizzati dal laboratorio di cui sopra. E' stato infatti anche realizzato:

  • materiale informativo in veste grafica di design (accordata alle linee guida Lucid);
  • confezioni CD / DVD in materiali poveri ed ecologici (no plastiche) e veste grafica di design (accordata alle linee guida Lucid);
  • una versione fortemente "moddata" della nota lavagna interattiva ottenibile con Wiimote + Ubuntu (progetto Wubuntu);
  • una distro Ubuntu-based (progetto Titan) orientata ai docenti ed agli studenti del corso di laurea in disegno industriale;
  • una collezione di icone GNOME, dedicate al progetto.

Questo è il terzo corso che viene interamente dedicato a Ubuntu, sia come oggetto di studio (insieme alle questioni legate a FLOSS ed Open Content generale), sia come strumento di lavoro, per la realizzazione di artefatti multimediali e siti web. La pagina ufficiale dei download dei relativi materiali, è gestita tramite Spreadbuntu, a questo indirizzo. Sia i docenti che gli studenti partecipano alle attività del Montefeltro-LUG.

Fonte

Nasce in Italia un centro di competenza per l'Open Source

Da pochi giorni è attivo il nuovo centro di competenza Italiano per l'Open Source, che si concentrerà inizialmente sul favorire l'adozione di software Open Source nelle scuole e nell'università, ma mira anche a una sua diffusione tra le piccole e medie imprese Italiane. Si tratta di un consorzio no-profit, che agirà su scala nazionale per venire incontro alle esigenze di software di base per scuole, ospedali e piccoli comuni.

Il centro è frutto della collaborazione di tre università: l'Università dell'Insubria, l'Università del Sannio e l'Università di Bolzano, e di una società Italiana di informatica, Engineering Ingegneria Informatica Spa.
Il centro fa parte del progetto Qualipso, una rete per la ricerca sul software Open Source cui partecipano le quattro organizzazioni, e costituirà un punto di riferimento per competenze e risorse legate all'Open Source, analogamente a quanto avviene per gli altri centri Qualipso nel mondo.

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione, annunciando l'apertura del centro dichiara che l'Open Source può agevololare la fruizione dei servizi pubblici da parte dei cittadini, oltre che favorire la collaborazione tra le amministrazioni.

Fonte

Linux per un ospedale a misura di bambino

Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, ha inaugurato presso l'ospedale Mayer di Firenze il progetto "Smart Inclusion", che permetterà ai bambini ricoverati in ospedale, di poter continuare senza problemi la loro vita scolastica.

I piccoli pazienti, attraverso dei client dotati di touchscreen chiamati "Smart Care", verranno collegati alla piattaforma che li metterà in collegamento sia con gli insegnanti, che attraverso lavagne elettroniche potranno tenere lezione normalmente, e sia al personale ospedaliero che utilizzeranno il sistema per conoscere meglio lo stato di salute dei pazienti.

Il sistema utilizza Linux e altri software open source, che, a detta del Ministero, permetterà di risparmiare 1000€ per workstation e 500€ per ogni client.

Il progetto, già in uso presso il Policlinico Sant'Orsola di Bologna, l'ospedale Bambin Gesù di Roma e l'ospedale di Padova, per la fine del 2010 verrà ampliato a molti nuovi ospedali della penisola.

I computer offrono anche l'accesso alla TV, giochi e le applicazioni di videoconferenza.

Per ulteriori informazioni potete scaricare nella seguente pagina, la presentazione del ministero.

Fonte

Dalla blogosfera

Edizione 31 di Full Circle Magazine

È stato pubblicato sul sito internazionale di Full Circle Magazine, il numero 31 in Italiano.

In questo numero troviamo:

  • Programmare in Python - Parte 5
  • Il server perfetto - Parte 1
  • Un universo di suoni
  • Recensione di Linux Mint 7
  • Intervista ai MOTU: intervista a Andreas Wenning
  • Top 5: Client Subversion

La rivista si può scaricare da questa pagina.

Rubriche settimanali

La discussione della settimana

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?t=377972

La guida della settimana

  • Kvm Guida all'installazione e configurazione di Kvm, un programma concepito per funzionare su Ubuntu Server Edition e ospitare sistemi operativi server non grafici.

Il pacchetto della settimana

Sound Juicer

Se avete un lettore MP3 o volete solo creare un backup digitale dei vostri cd, Sound Juicer è il programma per voi, infatti grazie alla sua semplice interfaccia è possibile estrarre le tracce audio dei vostri dischi.

Le funzionalità principali di Sound Juicer:

  • Estrazione di tutte o una parte delle tracce presenti nel cd;
  • Estrazione nei formati ogg, flac, wav e mp3 (per quest'ultimo bisogna installare il plug-in gstreamer);

  • Modifica al volo dei dati di ogni traccia (Nome, Artista, Album, ecc.);

Per installarlo occorre aver attivato il componente universe dei repository ufficiali e selezionando questo link. Alternativamente potete installarlo tramite l'Ubuntu Software Center.

Invece per gli amanti della linea di comando lanciare il seguente comando:

sudo apt-get install sound-juicer

Per installare il plug-in gstreamer utilizzare in seguente comando da linea di comando:

sudo apt-get install gstreamer0.10-plugins-ugly-multiverse

Lo sapevi che...

... ALT + HOME in nautilus, torna alla cartella home?

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 78886, +146 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 28, -2 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 35883, -1840 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Matthew East

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter