• Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 16.04 14.04 12.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

In questa guida vengono illustrati dei metodi per risolvere i più comuni problemi (mancato avvio, schermata nera, ecc..) della Live di Ubuntu applicabili anche al sistema installato.

Su alcuni sistemi con particolari configurazioni hardware è necessario specificare dei parametri di avvio, in modo tale da consentire al sistema di riconoscere correttamente tutte le periferiche .

Il mancato avvio della Live può essere causato da incompatibilità con il BIOS; prima di ripetere nuovamente l'installazione, è consigliato consultare il manuale della propria scheda madre e effettuare un aggiornamento del BIOS.

Opzioni di avvio

Seguire le seguenti istruzioni per avviare l'installazione di Ubuntu. Una volta avviata la Live, digitare un tasto qualsiasi appena apparirà la seguente schermata:

Verrà così visualizzato il menù delle opzioni di avvio, dal quale sarà possibile scegliere la lingua italiana.
Premendo il tasto F6 comparirà la seguente schermata per accedere ai parametri di avvio:

Per abilitare le opzioni desiderate è sufficiente navigare il menù e premere il tasto Invio sulla scelta desiderata. Dunque premere Esc per uscire dal menù e infine di nuovo Invio per avviare il sistema.

  • acpi=off: disattiva l'ACPI, ovvero il sistema per la gestione del risparmio energetico delle periferiche. In alcuni portatili è necessario disattivarlo, un cattivo riconoscimento dell'ACPI può comportare problemi durante l'avvio del CD di installazione.
    Ad esempio, non digitando un tasto qualsiasi in avvio per sbloccare la schermata iniziale, lo schermo può diventare e rimanere nero mentre il CD è comunque in lettura e l'installazione in esecuzione.

    La disabilitazione dell'ACPI comporta un rapido incremento del consumo dell'energia delle batterie del portatile.

  • noapic e nolapic: verrà disattivato, a livello software, sia l'APIC che il Local APIC.

  • edd=on: abilita i servizi avanzanti dell'unità disco. Il Live CD tenterà di leggere dal BIOS l'unità di avvio, nella quale verrà installato il sistema.

  • nodmraid: disabilita il software raid per la gestione dei dischi.

  • nomodeset: fa in modo che vengano utilizzati driver video generici.

  • Solo software libero: si procederà all'installazione escludendo dalla stessa il software non libero.

Opzioni personalizzate

È possibile modificare la stringa dei parametri di avvio visualizzata nell'immagine sottostante. Per farlo, premere il tasto F6 quindi Esc e navigare all'interno della riga tramite i tasti direzionali.

È possibile inserire parametri addizionali prima o dopo i simboli "--", mantenendo uno spazio vuoto tra ogni parametro.
I simboli "--" definiscono il limite tra le opzioni specifiche del programma di installazione e quelle che verranno copiate nel sistema installato. Se si vogliono copiare le opzioni di boot nel sistema installato, è necessario aggiungerle al termine del comando, dopo i simboli "--".
In questa pagina sono descritti degli esempi per casi specifici e hardware particolare.

  • Disabilitare la schermata di avvio: eliminare la stringa splash--. Questo può essere utile su alcune configurazioni in quanto tale stringa potrebbe generare dei conflitti e un notevole rallentamento dell'avvio del sistema .

  • Mostrare i messaggi del kernel: eliminare la stringa quiet. In questo modo, verranno mostrati i messaggi del kernel.

  • Disabilitare un modulo all'avvio: aggiungendo una stringa del tipo:

    nome_modulo.blacklist=yes

    viene evitato il caricamento di un dato modulo all'avvio. Sostituire quindi la dicitura «nome_modulo» con il nome del modulo che si desidera escludere dall'avvio; per esempio:

    r8169.blacklist=yes

    Il modulo indicato non verrà caricato durante l'installazione e verrà automaticamente inserito nel file /etc/modprobe.d/blacklist.local del sistema installato, con la conseguente esclusione dagli avvii futuri.

Per visualizzare un elenco di opzioni di avvio più comunemente usate, consultare questa pagina.

Rendere definitive le modifiche

Su di un sistema installato, per fare in modo che ad ogni avvio i parametri necessari vengano automaticamente caricati, è necessario editare la voce GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT nel file /etc/default/grub.

Nel seguente esempio vengono inseriti i parametri noapic e nolapic.

  1. Aprire con i privilegi di amministrazione e con un editor di testo il file /etc/default/grub.

  2. Modificare la stringa:

    GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash"

    in modo che risulti:

    GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash noapic nolapic"
    e quindi salvare e chiudere il file.
  3. Per aggiornare le impostazioni del boot loader digitare in un terminale il comando:

    sudo update-grub

Ulteriori risorse


CategoryInstallazioneSistema