Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

LightDM è il login grafico predefinito di Ubuntu a partire dalla versione 11.10. Sostituisce il precedente GNOME Display Manager (GDM).

Questa guida spiega come modificare i principali parametri.

Preparativi

Il file di configurazione principale di LightDM è /etc/lightdm/lightdm.conf. Prima di proseguire è consigliato eseguire una copia di backup di esso digitando, con privilegi di amministrazione, il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo cp /etc/lightdm/lightdm.conf /etc/lightdm/lightdm.conf.back

Per ripristinare la configurazione predefinita:

sudo cp /etc/lightdm/lightdm.conf.back /etc/lightdm/lightdm.conf

Parametri

L'elenco completo dei parametri è disponibile nel file di configurazione di esempio posto in /usr/share/doc/lightdm/lightdm.conf.gz. Per visualizzarlo è sufficiente decomprimerlo digitando il seguente comando in una finestra di terminale

sudo gzip -d /usr/share/doc/lightdm/lightdm.conf.gz

e utilizzare l'editor di testo preferito.

Modificare i parametri

Con i privilegi di amministrazione e un editor di testo, modificare /etc/lightdm/lightdm.conf.

Rimuovere la sessione ospite

Aggiungere la seguente riga al file di configurazione:

allow-guest=false

Impostare la sessione predefinita

Modificare il parametro user-session con un nome di sessione valido tra quelli presenti in /usr/share/xsessions. Per esempio, per sostituire Unity con Gnome Fallback modificare

user-session=ubuntu

con

user-session=gnome-fallback

Il nome della sessione corrisponde al nome del file indicato in /usr/share/xsessions esclusa l'estensione .desktop.

Questa possibilità viene comunque offerta direttamente dal login grafico.

Impostare l'autologin

Aggiungere la seguente riga al file di configurazione

autologin-user=nomeutente

dove nomeutente è l'utente che si vuole far accedere.

E' possibile impostare un tempo di attesa prima che venga eseguito l'autologin

autologin-user-timeout=10

dove 10 sono i secondi di attesa.

L'utente ospite può accedere automaticamente utilizzando il seguente parametro

autologin-guest=true

Nascondere la lista degli utenti e impostare il login manuale

I seguenti parametri

greeter-hide-users=true
greeter-show-manual-login=true

modificano il comportamento predefinito che consiste nel visualizzare nel login manager l'elenco degli utenti che possono accedere al sistema e abilita una casella in cui è possibile digitare manualmente il nome utente con il quale si desidera accedere.

Nascondere il login remoto

A partire da Ubuntu 12.10 è possibile accedere direttamente da LightDM su macchine remote. Per disabilitare questa possibilità

greeter-show-remote-login=false

Cambiare il tema grafico

Tale possibilità è offerta dal parametro greeter-session che in via predefinita è

greeter-session=unity-greeter

La lista dei temi grafici disponibili è presente in /usr/share/xgreeters. Una lista di temi disponibile nei repository di ubuntu è la seguente:

apt-cache search lightdm |grep -E 'greeter|theme'
unity-greeter - Unity Greeter
lightdm-gtk-greeter - LightDM GTK+ Greeter
lightdm-kde-greeter - LightDM KDE greeter
lightdm-webkit-greeter - LightDM Webkit Greeter
mythbuntu-lightdm-theme - Mythbuntu LightDM setup
ubuntustudio-lightdm-theme - UbuntuStudio LightDM theme

Ulteriori risorse


CategoryHomepage