• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati


Questa guida è stata verificata solo con versioni obsolete di Ubuntu, potrebbe non essere più valida. Vuoi contribuire ad aggiornarla? Clicca qui!

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

XAMPP è una suite di strumenti che comprende il server web Apache, Tomcat, MySQL, PHP, Perl, phpMyAdmin e FileZilla FTP Server, comodamente utilizzabili sulla propria macchina.

Per ragioni pratiche e di semplicità d'uso, tali strumenti vengono forniti con una configurazione di base già funzionante e con impostazioni di sicurezza troppo permissive per l'utilizzo in ambienti di produzione.

Si tratta invece di una soluzione perfetta ed estremamente funzionale per i server di test e per lavorare in locale con web application, servizi e CMS (Content Management System) quali Wordpress, Joomla e similari.

Installazione

  1. Scaricare nella propria home il file .run relativo alla propria architettura 32bit/64bit e al numero di versione desiderato.
    I link di download sono presenti a questo indirizzo nelle sezioni XAMPP for Linux.

  2. Modificare i permessi del file scaricato, digitando nel terminale il comando:

    sudo chmod 755 xampp-linux-*-installer.run
  3. Avviare l'installer digitando:

    sudo ./xampp-linux-*-installer.run

Finita la procedura XAMPP sarà disponibile nella directory /opt/lampp.

Avvio del programma

Per avviare il programma è sufficiente digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo /opt/lampp/xampp start

Nel terminale comparirà un messaggio simile al seguente:

Starting XAMPP for Linux 5.6.24-1...
XAMPP: Starting Apache...ok.
XAMPP: Starting MySQL...ok.
XAMPP: Starting ProFTPD...ok.

Apache e MySql sono in esecuzione. Se si dovessero presentare degli errori consultare la relativa sezione nella guida presente sul sito ufficiale.

Verificare il funzionamento

Aprire un browser web e digitare ciò che segue nella barra degli indirizzi:

http://localhost

Apparirà la pagina iniziale di XAMPP, contenente alcuni link utili a testare le singole componenti installate e alcuni file di esempio.

Con la configurazione di default, il servizio phpMyAdmin potrebbe risultare inaccessibile, restituendo una pagina di errore. In questo caso, è necessario seguire la configurazione di sicurezza indicata nel paragrafo successivo, impostando le password di tutti i servizi. Fatto questo, all'apertura della pagina di phpMyAdmin verrà richiesta la password di accesso.

Sicurezza

Non usare XAMPP in ambienti di produzione.

Non essendo concepito per usi professionali, il sistema mette a disposizione dei metodi di accesso semplicissimi ma poco sicuri.

Quello che segue è un elenco delle vulnerabilità del sistema:

  1. l'amministratore del database MySQL non ha una password;

  2. il servizio del database è accessibile da remoto con ProFtp, utilizzare la password «lampp» per l'utente «nobody»;

  3. PhpMyAdmin è accessibile da remoto;

  4. tutti gli esempi sono accessibili da remoto;
  5. MySQL e Apache sono avviati con gli stessi permessi utente «nobody».

Per risolvere la maggior parte di queste vulnerabilità è sufficiente digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo /opt/lampp/lampp security

Verrà avviato un semplice strumento di configurazione che consentirà di impostare delle password per i vari servizi.

Supporto per PHP

La versione predefinita è la 5, è comunque possibile usare la versione precedente. Digitare in una finestra di terminale il comando adatto alle proprie esigenze:

  • per passare a PHP 4:

    sudo /opt/lampp/lampp php4
  • per attivare PHP 5:

    sudo /opt/lampp/lampp php5
  • per conoscere la versione PHP usata:

    sudo /opt/lampp/lampp phpstatus

Riepilogo comandi ed altre utilità

Quello che segue è un breve riepilogo dei comandi principali utili alla gestione del server XAMPP:

  • start: avvia il servizio;

  • stop : arresta il servizio;

  • restart: arresta e riavvia il servizio;

  • startapache: avvia solo apache;

  • startmysql: avvia solo il database;

  • startftp: avvia il server ProFTP. Attraverso tale servizio sarà possibile caricare file nel server web (nome utente «nobody», password «lampp»). Tale comando attiva il supporto FTP in modo permanente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, sarà attivo;

  • stopapache: arresta Apache;

  • stopmysql: arresta il servizio MySQL;

  • stopftp: arresta il server ProFTP. Questo comando disattiva il supporto FTP permanentemente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, tale servizio non sarà attivo;

  • enablessl: avvia apache con il supporto SSL. Questo comando attiva il supporto SSL permanentemente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, sarà attivo;

  • disablessl: disattiva il supporto SSL per Apache. Al prossimo avvio, il supporto per SSL non sarà attivo;

  • security: avvia un semplice programma per il controllo e la configurazione dei parametri di sicurezza.

Per una lista completa dei comandi:

sudo /opt/lampp/xampp --help

Cartelle da ricordare

Quello che segue è un elenco delle cartelle fondamentale per il corretto funzionamento del sistema:

  • /opt/lampp/bin/: cartella di installazione di XAMPP;

  • /opt/lampp/bin/mysql: cartella per il monitoraggio MySQL;

  • /opt/lampp/htdocs/:Apache: cartella radice del server web;

  • /opt/lampp/etc/httpd.conf: file di configurazione di apache;

  • /opt/lampp/etc/my.cnf : file di configurazione di MySQL.

  • /opt/lampp/etc/php.ini : file di configurazione di PHP.

  • /opt/lampp/etc/proftpd.conf : file di configurazione ProFTP.

  • /opt/lampp/phpmyadmin/config.inc.php : file di configurazione di phpMyAdmin.

Arrestare il servizio

Per arrestare il servizio è sufficiente digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo /opt/lampp/lampp stop

Il risultato dovrebbe essere simile al seguente:

Stopping XAMPP for Linux 5.6.24-1...
XAMPP: Stopping Apache...ok. 
XAMPP: Stopping MySQL...ok. 
XAMPP Stopping ProFTPD...ok.

Disinstallazione

Per disintallare XAMPP è sufficiente digitare il seguente comando all'interno di una finestra di terminale:

sudo rm -rf /opt/lampp

Una GUI per XAMPP

Per utilizzare il pannello di controllo di XAMPP, basta creare un nuovo lanciatore sul desktop e inserire i seguenti parametri:

  Tipo: Applicazione
  Nome: Pannello di Controllo XAMPP
  Comando: gksudo "python /opt/lampp/share/xampp-control-panel/xampp-control-panel.py"

Ulteriori risorse


CategoryServer CategoryProgrammazione CategoryDaRevisionare