Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 17 del 2019, riferito alla settimana che va da lunedì 29 aprile a domenica 5 maggio. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Ubuntu 19.10 sarà reso pubblico il 17 Ottobre

Canonical ha annunciato ufficialmente in questi giorni di aver aperto il ciclo di sviluppo per il sistema operativo Ubuntu 19.10 Eoan, introducendo alcune novità, tra cui:

  • gcc-9 come gcc predefinito;
  • python 3.7 come predefinito e supportato, con python 3.8 già disponibile negli archivi di Ubuntu;
  • Librerie Boost C++ 1.70 per ottenere un miglior supporto per il compilatore;
  • OpenJDK 11 come predefinito, con le versioni 8 e 13 disponibili nei repository;
  • Ubuntu Server Installer, introdotto lo scorso anno per la versione x86-64, dovrebbe arrivare su tutte le architetture a 64 bit: s390x, ppc64el and arm64;
  • L'ambiente desktop GNOME 3.34;
  • Serie del kernel Linux 5.3.

Ci saranno anche altre modifiche degne di nota in Ubuntu 19.10 come il il supporto per le architetture IBM System z (s390x), PowerPC a 64 bit Little Endian (PPC64el) e AArch64 (ARM64) per l'installazione di Ubuntu Server. Lo stesso Dimitri John Ledkov, Software Engineer presso Canonical, afferma:

"Si noti che Debian [Buster] è congelato, quindi non ci dovrebbero essere troppo grandi flussi di aggiornamenti. Ma potrebbe esserci un sacco di lavoro se Debian uscirà nei prossimi 6 mesi ed è ora di iniziare a pensare al rilascio per la prossima versione di Ubuntu LTS."

Il programma di rilascio di Ubuntu 19.10 è già disponibile, inoltre, si presuppone - salvo imprevisti di vario genere - che la data ufficiale di rilascio è prevista per il 17 ottobre e che la versione beta dovrebbe essere disponibile per i test pubblici il 26 settembre 2019.

Fonte: news.softpedia.com


Notizie dallo Stivale

LibreItalia Conference 2019 si terrà a Palermo

Finalmente ci siamo, l'11 Maggio a Palermo nella sala «Vittorio De Seta», Cantieri culturali alla Zisa, arriva la tanto attesa sesta conferenza italiana di LibreItalia. Durante l'evento si toccheranno tantissimi argomenti - per una visione completa del programma, si veda la locandina ufficiale - che avranno lo scopo di chiarire ed approfondire sia al pubblico che alla Pubblica Amministrazione ampie opportunità di miglioramento e ottimizzazione delle risorse, usufruendo di un approccio divulgativo e di formazione/informazione intrapreso dai membri volontari dell'associazione e favorendo l’incontro fra le associazioni locali, con fini associativi comuni a quelli di LibreItalia. Tra questi argomenti troviamo, la divulgazione sull'uso e la conoscenza di LibreOffice - la suite open source per l'ufficio più utilizzata al mondo - il software libero e open source, Open data, l'importanza dei formati standard e tanto altro ancora. Inoltre, tra gli ospiti sarà presente Dario Cavedon, membro ufficiale della comunità Ubuntu-it, che tratterà durante il talk come stare al sicuro con Ubuntu.
Quindi che aspetti? vieni a trovarci, l'evento è aperto al pubblico dalle ore 9.00 alle ore 17.30.

Fonte: libreitalia.org


Notizie dal Mondo

Rapporto di Mozilla sullo stato di salute di Internet del 2019

Mozilla ha recentemente pubblicato l'Internet Health Report 2019, la terza analisi annuale sullo stato di salute di Internet, sull'impatto che ha sulla società e il modo in cui influenza la nostra vita quotidiana. Il rapporto parla chiaro e dipinge un quadro dove la gran parte dell'umanità è online. Però, non è tutto oro ciò che luccica, perché certamente tutti noi amiamo il lato positivo della interconnessione coi vari servizi, ma allo stesso tempo ci preoccupiamo di come Internet e i vari Social media stanno influenzando le nostre vite, a partire dai posti di lavoro, dalla politica etc. Basti pensare che l'anno scorso si osservava lo scandalo di Facebook-Cambridge Analytica con la diffusione di dati personali di milioni di utenti, portando successivamente a chiedersi in quale direzione stesse andando il mondo digitale e come si poteva migliorare tutto questo. Beh, la reazione è stata immediata e recentemente abbiamo visto come i governi di tutta l'Europa abbiano intensificato gli sforzi per monitorare e contrastare la disinformazione in vista delle prossime elezioni, le grandi aziende hanno potenziato i loro algoritmi, migliorato la trasparenza e aumentato la privacy dei propri utenti. Tra questi aspetti positivi citiamo:

  • Le richieste di privacy stanno diventando mainstream - L'anno scorso in concomitanza con lo scandalo di Cambridge Analytica, c'è stata una consapevolezza pubblica sul diritto della riservatezza dei dati personali e sulla sicurezza in Internet, che con il passare del tempo, si sono tradotti in azioni che hanno portato i vari colossi della tecnologia a rispettare il GDPR: si veda Google che negli ultimi mesi ha ricevuto una multa di 50 milioni di euro per le violazioni del GDPR in Francia e decine di migliaia di denunce di violazione inoltrate in tutto il continente;

  • C'è un movimento per costruire un'IA più responsabile - Con il progresso tecnologico i difetti con l'IA diventano ogni giorno più evidenti. Ma gli sviluppatori non si arrendono e sviluppano soluzioni, si veda l'iniziativa Safe Face Pledge, lanciata ad inizio anno e che vede il suo "impegno a mitigare l'abuso della tecnologia di analisi facciale" utilizzata da diversi governi nella sorveglianza di massa;

  • Le domande sull'impatto della "grande tecnologia" stanno crescendo - Otto società controllano gran parte di Internet e i dipendenti delle stesse, quali: Google, Amazon e Microsoft chiedono ai loro datori di lavoro di non utilizzare o vendere la loro tecnologia ai governi. Il caso emblematico è quello di Rekognition, il software di riconoscimento facciale sviluppato dal colosso dell'ecommerce Amazon, utilizzato in Oregon e Florida, e testato anche dall'Fbi che ha portato alcuni azionisti ad opporsi perché potrebbe facilitare la sorveglianza di massa.

Il rovescio della medaglia invece si presenta ancora con i soliti problemi, quali:

  • La censura di Internet è fiorente - I governi di tutto il mondo continuano a limitare l'accesso a Internet in una moltitudine di modi, che vanno dalla censura totale al richiedere alle persone di pagare tasse aggiuntive per utilizzare i social media;

  • La biometria viene abusata. Si ricordi che in India, oltre 1 miliardo di cittadini sono stati messi a rischio da una vulnerabilità scoperta nel sistema di identificazione biometrico del governo, Aadhaar, utilizzato per accedere anche ai servizi sociali;

  • L'intelligenza artificiale sta amplificando l'ingiustizia - I giganti della tecnologia negli Stati Uniti e in Cina stanno addestrando e implementando l'intelligenza artificiale a ritmi vertiginosi e non tengono conto di potenziali danni che spesso portano a una discriminazione delle donne e delle persone di colore a causa di dati imperfetti, false ipotesi e mancanza di audit tecnici.

Questo rapporto è stato progettato per essere sia una riflessione che una risorsa, perché ogni giorno sono sempre di più le persone che dedicano la loro vita alla creazione di un mondo digitale migliore, aperto, umano e sano. Per questo esortiamo tutti i lettori a leggere il rapporto, perché c'è ancora tanto lavoro da fare.

Fonte: blog.mozilla.org

LibrePlanet 2019: costruire l'utopia del software libero

Correva l'anno 1984, quando Richard Stallman annunciò al pubblico il lancio del software libero. In tutto questo tempo la comunità è stata parte centrale della sua filosofia, affermando: "dobbiamo essere liberi di scegliere di condividere qualsiasi software che usiamo o creiamo. Ritengo che la regola d'oro richieda che se mi piace un programma devo condividerlo con altre persone a cui piace". Da questa asserzione Stallman, è giunto alla conclusione che per qualsiasi ragione noi siamo sempre autorizzati a condividere le nostre scoperte per rendere la loro elaborazione e la loro vita migliore con il passare del tempo. Infatti, attraverso questo postulato possiamo dichiarare che il software libero ha trovato sempre dei benefici oltre l'individuo, perché dietro al movimento ci sono gruppi di sviluppatori, attivisti e utenti appassionati che mantengono vivo il sogno di far crescere la comunità. Questo aspetto, lo si nota ogni anno, durante la conferenza LibrePlanet che riunisce molti membri da ogni parte del mondo per acclamare i risultati ottenuti, studiare le strategie su come affrontare gli stalli, mostrare nuove idee e decidere quali nuove frontiere esplorare in futuro. La conferenza del 2019, oltre questi punti fondamentali, ne ha incluso un'altro, altrettanto avvincente che riguarda il: come manteniamo e aumentiamo la salute della nostra importantissima comunità? A questa domanda, Deborah Nicholson - vincitrice del Premio per l'Avanzamento del Software Libero - annunciata durante il keynote del LibrePlanet e presentando il suo discorso "Software libero/utopia", ha sottolineato come sia necessario avere un ambiente di lavoro positivo ed occorre essenzialmente eliminare tutti quei comportamenti negativi che nuocciono alla comunità. Tra gli altri discorsi troviamo anche:

  • Condivisione di opportunità globali per i nuovi sviluppatori nella comunità di Wikipedia;
  • Sparking change: cosa il software libero può imparare dai movimenti sociali di successo;
  • Meta-regole per i codici di condotta.

e tanto altro. Anche quest'anno si è chiuso con il botto, dove si contano: 66 relatori in oltre 40 sessioni, con 53 volontari e oltre 341 partecipanti totali. Se anche tu hai partecipato o sei curioso di vedere le immagini e i video dell'evento, tieni sotto controllo la pagina MediaGoblin.

Fonte: fsf.org

KDE rilascia KDE Applications 19.04

La comunità KDE ha annunciato il rilascio di KDE Applications 19.04 con più di 150 bug risolti che hanno portato ad una re-implementazione di vecchie funzionalità disattivate, un miglioramento del design, usabilità e stabilità di tutti gli strumenti di utilità, giochi e creatività, rendendo in questo modo l'esperienza dell'utente migliore. Tra i tantissimi aggiornamenti, troviamo:

  • Gestione dei file - Il file manager Dolphin amplia il supporto per le miniature, consentendo di visualizzare le anteprime per diversi nuovi tipi di file come file di Microsoft Office, eBook, .fb2, file di Blender e file PCX. Introduzione di una nuova disposizione dei tab, infatti, quando si apre una nuova scheda questa verrà posizionata immediatamente a destra di quella corrente. Risolte molte perdite di memoria e migliorate le prestazioni generali del gestore dei file;

  • Montaggio video - Kdenlive è un programma utilizzato per l'editor di video. Da da qualche tempo ha attraversato una riscrittura del codice di base (oltre il 60%) introducendo delle novità importanti tra cui:

    • La timeline è stata riscritta per utilizzare QML
    • La timeline ora supporta la navigazione da tastiera
    • Migliorato il copia/incolla che funzione fra diverse finestre di progetto. Anche la gestione delle clip proxy è stata migliorata, e le clip ora possono essere eliminate singolarmente;
    • Torna il supporto per monitor esterni BlackMagic con l'arrivo di nuove guide preimpostata sul monitor;

    • Corretto il bug che causava la corruzione della timeline;
    • Corretto il bug dell'immagine JPG.
  • Ufficio - Okular è il visualizzatore di documenti ideale per leggere e annotare PDF, può anche aprire file ODF (come quelli usati da LibreOffice e OpenOffice), ebooks pubblicati come file ePub, i file PostScript e molti altri. I miglioramenti includono:

    • Aggiunta dell'opzione per il ridimensionamento del testo in fase di stampa;
    • Aggiunto il supporto alla visualizzazione e la verifica delle firme digitali nei file PDF;
    • Grazie alla migliore integrazione fra applicazioni, Okular ora supporta la modifica di documenti in LaTeX e TexStudio;

    • Migliorato il supporto per la navigazione su dispositivi dotati di touchscreen con la possibilità di spostarci avanti e indietro usando il touchscreen quando siamo nella modalità Presentazione
    • Gli strumenti di ritaglio hanno nuove icone.

    KMail, il client di posta elettronica che consente di organizzare i messaggi in una casella di posta virtuale condivisa o in account separati (a tua scelta). Supporta tutti i tipi di crittografia e firma dei messaggi e consente di condividere dati come contatti, date delle riunioni, informazioni di viaggio con altre applicazioni. Tra i miglioramenti troviamo:

    • Supporto per languagetools (correttore grammaticale) e grammalecte (controllo grammaticale solo francesce);
    • Migliorato il supporto del plugin Markdown;
    • Il recupero dei messaggi tramite IMAP non si blocca più quando l'accesso non riesce;
    • Apportate numerose correzioni al backend Akonadi di KMail per migliorare l'affidabilità e le prestazioni.
  • Sviluppo - Konsole è l'emulatore di terminale di KDE e supporta schede, sfondi traslucidi, modalità di visualizzazione divisa, combinazioni di colori personalizzabili e scorciatoie da tastiera, directory e bookmark SSH e molte altre funzionalità. I miglioramenti includono:

    • Ultimo ma non meno importante, il collegamento Ctrl + Tab consente di passare rapidamente dalla scheda attuale a quella precedente;
    • La finestra di dialogo Modifica profilo ha ricevuto un'enorme revisione dell'interfaccia utente;
    • Risolti i problemi durante la visualizzazione di testo in grassetto;
    • Konsole ora visualizza correttamente il cursore in stile sottolineature;
    • La funzionalità "Vary the background for each tab" ora funziona quando il colore di sfondo di base è molto scuro o nero.

e tanto altro ancora. Per questo, se sei interessato e vuoi saperne di più su tutti i cambiamenti effettuati in questa versione, puoi visitare il log completo delle modifiche.

Fonte: phoronix.com

Fonte: kde.org

Fonte: marcosbox.org

Fonte: omgubuntu.co.uk

Ubuntu Touch, ecco come installarlo con UBports Installer

Come è noto Ubuntu Touch è stato il tentativo di Canonical di fornire un valido sistema operativo mobile basato sulla sua versione desktop. Il primo smartphone con Ubuntu Touch è stato rilasciato nel 2015 da BQ, un produttore spagnolo di smartphone. E ad aprile 2016 è stato rilasciato il primo tablet al mondo basato su Ubuntu Touch, BQ Aquaris M10 Ubuntu Edition. Purtroppo Ubuntu Touch non è riuscito ad aprirsi uno spazio nel mondo degli smartphone, così come è stato per altri progetti di sistemi operativi mobili quali Firefox OS o anche Tizen OS; a causa di ciò Mark Shuttleworth annunciò la chiusura dello sviluppo di Ubuntu Touch ad aprile 2017.

La distintività di Ubuntu Touch era qualcosa a cui la comunità non intendeva rinunciare così facilmente; la guida dello sviluppo allora fu presa da Ubports, che ha trasformato Ubuntu Touch in un progetto guidato dalla comunità. Persone appassionate provenienti da tutto il mondo ora contribuiscono allo sviluppo di Ubuntu Touch. Nell'agosto 2018, UBPorts ha rilasciato il suo OTA-4, aggiornando la base di Ubuntu Touch da Ubuntu 15.04 (Vivid Vervet) di Canonical alla più vicina versione di supporto a lungo termine Ubuntu 16.04 LTS, potendo testare il sistema operativo su una serie di hardware grazie ad un installer incredibilmente capace e multipiattaforma,e aiutano le persone a installare Ubuntu Touch sui propri smartphone.

Manuel Jose di Tech Drive-in riporta come l’installazione sul suo Aquaris E4.5 sia stata particolarmente semplice. Dice: “Ho acceso l'app sulla mia Ubuntu 19.04 e ho collegato il mio Aquaris E4.5. E l'installatore ha rilevato il mio telefono in un batter d'occhio”. Ha proceduto poi all’installazione e riporta: “Le istruzioni erano abbastanza semplici e ci sono voluti 15 minuti per scaricare, riavviare e installare, Ubuntu Touch 16.04 basato su LTS sul mio hardware di 4 anni. Nella mia esperienza, persino il flashing di un Android non è mai stato così facile!” La sua testimonianza è un tributo alla comunità di UBports per il fantastico lavoro che hanno fatto con Ubuntu Touch. Un elenco di hardware per smartphone che può eseguire Ubuntu Touch lo si può trovare qui.

Fonte: techdrivein.com


Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 134902, +52 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 384, −1 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 66369, +43 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.


Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:


Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione