Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 19 del 2018, riferito alla settimana che va da lunedì 14 maggio a domenica 20 maggio. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie dalla comunità internazionale

Lubuntu 18.10 passa ufficialmente da LXDE a LXQt

Dopo aver lavorato su Lubuntu-Next alla transizione dall'ambiente desktop LXDE basato su GTK al nuovo ambiente desktop LXQt basato su Qt5, Lubuntu 18.10 sarà la versione che ufficialmente traghetta Lubuntu a LXQt, così come confermato qui da Walter Lapchynski del progetto Lubuntu.

LXQt è nato da una fusione dei progetti LXDE e Razor-QT, dopo che il capo sviluppatore di LXDE ha avuto una divergenza con lo staff di GTK3 cinque anni fa. Chi desidera saperne di più su LXQ può farlo su LXQt.org. Alcuni dei loro piani imminenti sono delineati sulla road map LXQt.

Fonte: phoronix.com


Notizie dal Mondo

The Document Foundation annuncia LibreOffice 5.4.7

The Document Foundation annuncia LibreOffice 5.4.7, l'ultima versione minore della famiglia LibreOffice 5.4, con circa 60 correzioni di errori e regressioni. The Document Foundation suggerisce inoltre ad utenti e imprese di distribuire LibreOffice col sostegno di sviluppatori muniti di certificato, dove un elenco aggiornato è disponibile al seguente indirizzo. Questo è estremamente importante per la crescita dell'ecosistema LibreOffice.

Scarica LibreOffice

LibreOffice 5.4.7 è immediatamente disponibile per il download al seguente link. Tutti gli utenti di LibreOffice, i difensori del software libero e i membri della comunità possono supportare The Document Foundation con una piccola donazione. Le vostre donazioni aiutano The Document Foundation a mantenere la sua infrastruttura, condividere la conoscenza e a finanziare la presenza di volontari in eventi come LibreOffice Conference, dove possono incontrare difensori del software libero provenienti da tutto il mondo.

Fonte: blog.documentfoundation.org

Ora si possono eseguire ufficialmente le applicazioni Linux su Chrome OS

Gli economici Chromebook stanno facendo una forte concorrenza a Microsoft e Apple nelle scuole. Sembra che adesso Google stia puntando al segmento degli sviluppatori, portando i Chromebook ad eseguire applicazioni Linux.

Google sta rendendo disponibile Chrome OS con una versione personalizzata della macchina virtuale Debian Stretch. Attraverso una semplice opzione nel menu Impostazioni si sarà in grado di installare ed eseguire applicazioni Linux, e di farlo nel modo di installazione usuale, cioè usando apt-get o altri comandi simili.

Questa possibilità per le applicazioni Linux su Chrome OS è ancora in fase iniziale, ed è per ora disponibile solo sui Google Pixelbook, con l’andar del tempo questa funzione sarà estesa ad altri dispositivi.

Fonte: fossbytes.com


Rubriche

Lo sapevi che...

Spostare il pulsante 'Mostra Applicazioni' in alto nella Dock su Ubuntu 18.04 LTS

Siete passati a Ubuntu 18.04 LTS e lo trovate fantastico, ma qualcosa della buon vecchia e cara interfaccia grafica di Unity vi manca ancora. Gli sviluppatori di Canonical, senza alcun dubbio, hanno fatto un lavoro incredibile con il passaggio del DE da Unity a GNOME 3 e il risultato è sotto agli occhi di tutti. Detto ciò, in molti si sono chiesti come mai il pulsante 'Mostra Applicazioni', l'equivalente del vecchio pulsante 'Ubuntu', sia stazionario nella parte bassa della Dock, ovvero la precedente Dash.

"Il pulsante Ubuntu, conosciuto anche come pulsante Home, è un pulsante posto nella parte superiore del Launcher, raffigurante il logo di Ubuntu," riporta la nostra wiki sulla pagina relativa all'ambiente grafico di Unity.

Non conosciamo il motivo per cui tra le tante modifiche fatte a GNOME per renderlo simile a Unity non vi sia stata anche questa, ma, se siete tra quelli che il pulsante - un po' per abitudine, un po' perché alla fine vi piaceva di più - lo vorrebbero ritrovare nella parte alta, non disperate. Niente di più semplice, due comandi da terminale e il problema è risolto.

Semplicemente:

  • per spostare il pulsante in alto:

    gsettings set org.gnome.shell.extensions.dash-to-dock show-apps-at-top true
  • per riportare il pulsante in basso:

    gsettings set org.gnome.shell.extensions.dash-to-dock show-apps-at-top false

La modifica diventerà immediatamente visibile e persistente, senza alcun comando aggiuntivo. Contrariamente a Ubuntu 17.10, dove per rendere persistente la modifica era necessario eseguire come 'root' i seguenti comandi:

echo show-apps-at-top=true >> /usr/share/glib-2.0/schemas/10_ubuntu-dock.gschema.override

glib-compile-schemas /usr/share/glib-2.0/schemas/

Questa modifica è stata testata con Ubuntu 17.10, il primo sistema del passaggio a GNOME 3, e con il recente Ubuntu 18.04 LTS.

Fonte: askubuntu.com


Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 137727, +225 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 433, −3 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 67543, +76 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dal GruppoSviluppo della comunità italiana nell'ultima settimana:

Mattia Rizzolo

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.


Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione