• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati

La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 6 del 2018, riferito alla settimana che va da lunedì 12 febbraio a domenica 18 febbraio. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Canonical raccoglierà i dati degli utenti?

Ubuntu nasce con lo scopo di essere semplice, adatto a tutti e per tutti. Per perfezionare un sistema di questo tipo Canonical inizierà una raccolta dati per sapere cosa fanno gli utenti con Ubuntu, su che tipo di hardware viene installato e quali sono i software più popolari.

Quindi chi utilizza Ubuntu sarà spiato da Canonical? No, la privacy garantita per tutti gli utenti. Oltre alla comunicazione preventiva di Canonical, durante l'installazione di Ubuntu sarà presente una casella di controllo per abilitare o disabilitare servizio di raccolta dei dati.

Ubuntu invierà ai server solamente informazioni non pervasive e comprenderanno:

  • Quale versione di Ubuntu si sta installando (compreso quale derivata)
  • Se si dispone di connettività di rete
  • Statistiche hardware, tra cui CPU, RAM, GPU, ecc
  • Il dispositivo fornitore (ad esempio, Dell, Lenovo, ecc)
  • Il Paese dell’utente
  • Il tempo necessario per completare l’installazione
  • Se il login automatico è abilitato
  • Il layout del disco
  • Se si sceglie di installare i codec di terze parti
  • Se si è scelto di scaricare gli aggiornamenti durante l'installazione

Canonical specifica che non verranno salvati indirizzi IP e che tutti il materiale inviato utilizzerà connessioni protette e crittografate.

Canonical intende inoltre abilitare altri due servizi:

  • Ubuntu Popcon per monitorare la popolarità relativa di applicazioni, pacchetti e così via

  • Apport per inviare automaticamente i rapporti anonimi sugli arresti anomali

Insieme alla possibilità di opt-out della raccolta dei dati durante il programma di installazione, sarà aggiunta alla sezione Privacy in Impostazioni la possibilità di disattivare opt-out di in qualsiasi momento.

Tutti i dati raccolti saranno pubblicati, in forma anonima, permettendo quindi alla comunità di conoscere quali sono gli interessi e i bisogni reali degli utenti.

Fonte: omgubuntu.co.uk

Rilasciato Unity 7.4.5 per Ubuntu 16.04 LTS

È stato da poco rilasciato un nuovo aggiornamento di Unity, l'ambiente grafico fonte di letizia e di prematuro rimpianto di casa Ubuntu, per la versione Ubuntu 16.04 LTS Xenial Xerus. Trattasi della versione 7.4.5, a lungo rimasta in "attesa" di verifica da parte della comunità e ora, finalmente, disponibile per tutti gli amanti della LTS scoiattolosa.

Cosa introduce questa nuova versione di Unity? Non scoverete grossi stravolgimenti dell'interfaccia grafica, ma l'aggiornamento è estremamente degno di nota per le numerose correzioni di bug e i miglioramenti generali a tutto tondo. Grazie a questo aggiornamento, la versione standard di Ubuntu 16.04 LTS beneficerà in stabilità e prestazioni:

  • corretti numerosi errori di funzionamento e migliorate le prestazioni generali di Unity e di Compiz;

  • migliorato il funzionamento del LIM (Locally Integrated Menu), ovvero il menu delle applicazioni integrato nelle finestre dei programmi;

  • risolti diversi problemi di sicurezza della schermata di blocco (LockScreen);

  • migliorato il supporto per gli schermi HiDPI;
  • migliorata la Low Graphics Mode di Unity, ovvero l'utilissima modalità di funzionamento per "PC vecchiotti" che disabilita numerosi effetti e animazioni. Se utilizzate Ubuntu 16.04 LTS su un PC non proprio recente, ora avrete sicuramente vita più facile ;)
    Per abilitare la modalità Low Graphics Mode sarà sufficiente digitare il seguente comando nel Terminale:

    gsettings set com.canonical.Unity lowgfx true

    Per tornare alla modalità "normale" completa di effetti e animazioni, sarà sufficiente digitare:

    gsettings set com.canonical.Unity lowgfx false

Questo aggiornamento è disponibile soltanto per Ubuntu 16.04 LTS e ha iniziato a essere distribuito attraverso i normali canali software, ma potrebbe non essere disponibile per tutti da subito. Per verificarne la disponibilità sarà sufficiente avviare Aggiornamenti software, quindi fare clic su Verifica aggiornamenti, infine premere Installa ora per installare tutti gli aggiornamenti disponibili.

Fonte: launchpad.net
Fonte: omgubuntu.co.uk

Xubuntu 18.04 community wallpaper contest

Nuovo wallpaper contest organizzato da Xubuntu. Ancora una volta lo staff coinvolge tutti gli utenti appassionati di foto e grafica per realizzare le immagini che saranno inserite come wallpaper predefiniti in Xubuntu 18.04 Bionic Beaver.

Il regolamento, in realtà abbastanza permissivo, fa affidamento al buon senso degli utenti escludendo però tutte le immagini inappropriate, offensive, religiose, politiche, con contenuti sessualmente espliciti o che inneggiano a violenza o nazionalismi.

I sei vincitori, oltre la soddisfazione di veder un proprio lavoro pubblicato, riceveranno in omaggio alcuni adesivi di Xubuntu.

Lo staff ha stabilito come termine per presentare le proprie opere il 15 marzo 2018. Termini e condizioni con tutte le specifiche per partecipare sono disponibili su questa pagina

Alcuni consigli

Lo staff raccomanda di non utilizzare loghi di XFCE, Xubuntu o Ubuntu, di non inserire testi e di considerare come l'immagine potrebbe integrarsi con le caratteristiche del DE (pannelli, icone e finestre).

Fonte: xubuntu.org

Ubuntu 18.04 minimal install

Con Ubuntu 18.04 Bionic Beaver personalizzare il parco software in base alle proprie esigenze sarà ancora più semplice. Il flag minimal install presente consentirà l'installazione di una versione di Ubuntu contenente un ambiente desktop, un browser web, alcuni strumenti di sistema di base e poco altro.

Thunderbird, Transmission, Rhythmbox, LibreOffice, Shotwell e tutti i pacchetti che solitamente sono presenti di default in Ubuntu potranno essere installati singolarmente.

Sebbene si tratti di una funzione nuova nell'installatore gli sviluppatori Canonical sostengono che sia una "soluzione temporanea" per la versione 18.04 LTS. L'obiettivo a lungo termine è quello di passare da Ubiquity a Subquery e utilizzare supporti livefs per fornire funzionalità simili.

Ovviamente, senza spuntare il flag minimal install, si avvierà l'installazione standard di Ubuntu con tutti i pacchetti e tutti i software di default.

Fonte: omgubuntu.co.uk

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 136182, +18 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 435, +0 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 68395, -53 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione