Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

La newsletter della comunità

Collabora anche tu!

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuta/o alla newsletter della comunità italiana di Ubuntu! Questo è il numero 40 del 2017, riferito alla settimana che va da lunedì 4 dicembre a domenica 10 dicembre. Per qualsiasi commento, critica o lode, contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Con il prossimo numero la newsletter andrà in vacanza, per ritornare con il nuovo anno.

Notizie da Ubuntu

Canonical ha rilasciato nuovi aggiornamenti di sicurezza del kernel per tutte le versioni di Ubuntu supportate

Canonical ha rilasciato nuovi aggiornamenti per la sicurezza del kernel Linux per tutti i sistemi operativi Ubuntu supportati, affrontando un totale di nove vulnerabilità scoperte da vari ricercatori. Le vulnerabilità del kernel Linux appena applicate riguardano Ubuntu 17.10 (Artful Aardvark), Ubuntu 17.04 (Zesty Zapus), Ubuntu 16.04 LTS (Xenial Xerus), Ubuntu 14.04 LTS (Trusty Tahr) e Ubuntu 12.04 (Precise Pangolin) ESM (Extended Security Maintenance), così come tutte le derivate ​​ufficiali, tra cui Kubuntu, Lubuntu e MATE.

Molto importante per gli utenti della recente versione Ubuntu 17.10, la vulnerabilità di sicurezza scoperta da Andrey Konovalov nel sottosistema USB del kernel Linux, che non è in grado di validare correttamente i metadati USB BOS e che può consentire a un utente malintenzionato con accesso fisico di provocare il blocco del sistema causando un Denial of Service (attacco DoS). Canonical sollecita tutti gli utenti di Ubuntu ad aggiornare immediatamente i loro sistemi alle nuove versioni del kernel, ovvero linux-image 4.13.0.19.22 per Ubuntu 17.10, linux-image-raspi2 4.13.0.1008.6 per Ubuntu 17.10 per Raspberry Pi 2, linux-image 4.10.0.42.46 per Ubuntu 17.04 e linux-image-raspi2 4.10.0.1023.24 per Ubuntu 17.04 per Raspberry Pi 2.

Inoltre, gli utenti di Ubuntu 16.04 LTS devono aggiornare i loro kernel a linux-image 4.4.0.103.108 su macchine a 64-bit e 32-bit, gli utenti Raspberry Pi 2 di Ubuntu 16.04 LTS a linux-image-raspi2 4.4.0.1079.79, e gli utenti di Ubuntu 14.04 LTS a linux-image-3.13.0-137-generic 3.13.0-137.186. I kernel HWE aggiornati sono disponibili anche per gli utenti di Ubuntu 16.04.3 LTS, Ubuntu 14.04.5 LTS e Ubuntu 12.04 ESM.

Fonte: news.softpedia.com

La ricerca del kernel stabile e aggiornato per il rilascio di Bionic Beaver 18.04 LTS

Ogni 6 mesi il Kernel Team di Ubuntu ha il compito di scegliere il kernel da utilizzare nella prossima versione del sistema operativo di Canonical. Questa è una cosa difficile da fare perché non si conoscono in modo definitivo le caratteristiche di ciò che andrà upstream nel kernel nei 6 mesi successivi, né la qualità del kernel stesso. Dando un'occhiata al programma di rilascio di Ubuntu e considerando il suo allineamento con le versioni del kernel upstream, i responsabili del Kernel Team di Ubuntu cercano di valutare ogni minimo dettaglio per riuscire a fornire la versione più stabile e performante nel rilascio del nuovo sistema operativo.

Il Kernel Team di Ubuntu lavora a stretto contatto con i produttori di hardware, per il lavoro sulle modifiche a monte e per sapere le preferenze sulle versioni del kernel di Ubuntu, con i principali fornitori di cloud per sapere quali siano le loro richieste e le loro esigenze, e con i maggiori utilizzatori di Ubuntu a livello consumer per conoscere la loro opinione. Il Kernel Team di Ubuntu pone attenzione a quale sarà il prossimo kernel stabile a monte e riceve input dai membri del Canonical product strategy team per conoscere le linee guida per i prossimi rilasci. Tenendo conto di tutto ciò, il Kernel Team di Ubuntu sta programmando di convergere sul kernel 4.15 per il rilascio di Bionic Beaver 18.04 LTS.

Attualmente, sulla strada verso il rilascio della versione 18.04, nel repository Bionic-proposed troviamo un kernel ancora basato sulla versione 4.14.

Fonte: insights.ubuntu.com


Notizie dal Mondo

Amazon presenta una videocamera per deep learning basata su Ubuntu e SoC Cherry Trail

Amazon ha presentato una webcam da 4 MP per l'apprendimento automatico che esegue Ubuntu 16.04 LTS su un SoC Cherry Trail e ha inoltre reso disponibile anche una variante FreeRTOS. Amazon Web Services, Inc. (AWS) ha ampliato il proprio ecosistema di cloud AWS con videocamere per il deep learning basate su Linux Ubuntu oppure su FreeRTOS, ed entrambe dotate di connessioni integrate a AWS e alle relative piattaforme AWS IoT Core.

Presentata come "la prima videocamera al mondo ottimizzata per l'esecuzione di modelli di apprendimento automatico e l'inferenza sul dispositivo", la telecamera a connessione WiFi supporta il nuovo framework di sviluppo Amazon SageMaker per la gestione del processo del modello di apprendimento automatico. AWS DeepLens è dotata di una RAM da 8 GB, uno slot microSD e una dotazione flash da 16 GB, che può essere ampliata opzionalmente. Il dispositivo è dotato di WiFi dual-band integrato, oltre a due porte USB 2.0, una porta micro-HDMI e un jack di uscita audio. Altre caratteristiche includono i pulsanti di accensione e ripristino, un jack di alimentazione e LED.

La telecamera ha preinstallato un motore di inferenza ottimizzato per l'apprendimento approfondito utilizzando Apache MXNet e offre anche il supporto ad altri framework di deep learning di terze parti. Il supporto ottimizzato per TensorFlow e Caffe sarà disponibile in futuro. Grazie al sistema di gestione della telecamera interamente basato su Linux Ubuntu, sarà possibile inviare con pochi click modelli di apprendimento automatico su qualsiasi scala creati con la piattaforma Amazon SageMaker.

Fonte: linuxgizmos.com


Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza sono consultabili nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 135509, +119 rispetto alla scorsa settimana.

  • Critici: 431, -2 rispetto alla scorsa settimana.

  • Nuovi: 68199, +86 rispetto alla scorsa settimana.

È possibile aiutare a migliorare Ubuntu, riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dal GruppoSviluppo della comunità italiana nell'ultima settimana:

Mattia Rizzolo

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.


Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"
La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con il Gruppo Social Media o se vuoi contribuire alla redazione di articoli per la Newsletter, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta, cambiare le impostazioni di ricezione o annullare la tua iscrizione alla newsletter, consulta questa pagina.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consulta la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter CategoryComunitaPromozione