Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 25 del 2010, riferito alla settimana che va da lunedì 21 a domenica 27 giugno. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Canonical si unisce alla Open Invention Network

Open Invention Network (OIN), è una società di proprietà intellettuale che è stata costituita per promuovere Linux, usando i brevetti per creare un ecosistema collaborativo, nel quale la fiducia e una adeguata condivisione della conoscenza, possano svilupparsi e prosperare.

Attraverso il sostegno dei suoi soci fondatori, tra cui IBM, NEC, Novell, Philips, Red Hat e Sony, OIN ha accumulato un ampio portafoglio di brevetti. La buona notizia è che Canonical è diventata il suo primo membro associato. In questo modo, la società fondata da Mark Shuttlework, intende anche limitare gli effetti delle controversie in materia di brevetti Linux.

Essere un membro OIN Associate, per Canonical significa portare la sua grande esperienza nel settore e, al contempo, tutelare meglio la libertà, l'inventiva e la promozione di Linux. Infatti l'Open Invention Network è particolarmente adatta a tal fine, in quanto è una società molto collaborativa e innovativa. Svolge la sua attività attraverso l'acquisizione di brevetti e licenze, influenzando i comportamenti di strategia politica nel settore, favorendo altresì l'interazione di investitori, produttori, sviluppatori e utenti.

Fonte

Ubuntu 10.10: un primo sguardo alle novità

Mentre si avvicina l'uscita della seconda Alpha di Maverick Meerkat, scopriamo insieme quali sono le novità principali proposte dall' Alpha 1, uscita quasi un mese fa.

Se dal punto di vista di "quel che si vede", per il momento è cambiato poco, sono comunque presenti diverse novità: GNOME è stato portato alla versione 2.31, Evolution alla 2.30 e anche del kernel si è passati alla versione più recente.

  • Risolti i problemi del microfono integrato nella webcam VX-1000 Microsoft LifeCam: in Ubuntu 10.10 funziona correttamente.

  • Empathy appare un po' più snella, con nuove icone di stato: sebbene possano sembrare poco visibili (n grigio chiaro su bianco), risultano più gradevoli delle attuali icone colorate presenti in Lucid.
  • L'applet per la gesitone del volume ha iniziato la sua metamorfosi verso il nuovo stile del Menu del Volume.
  • Il gestore degli aggiornamenti ha un aspetto più integrato con il resto, e il Software Center ha una nuova barra animata per mettere in maggiore evidenza le applicazioni principali. È comparso inoltre un tab che mantiene lo storico delle installazioni effettuate, rendendone più facile l'annullamento in caso di necessità.

Molte altre sono le novità introdotte. Se siete curiosi di scoprirle potete installare la versione Alpha di Maverick Meerkat, ma come sempre, vi ricordiamo che l'utilizzo di Maverick Meerkat in questa fase di sviluppo, è consigliato principalmente a sviluppatori, utenti esperti e a coloro che vogliono contribuire alla segnalazione e risoluzione di bug (per maggiori informazioni sui test per il rilascio in sviluppo, consultare la seguente pagina).

Fonte

Ubuntu Netbook Edition per ARM

Canonical ltd dovrebbe rilasciare tra alcune settimane, la prima release stabile di Ubuntu ottimizzata per processori ARM, ovvero i processori di cui sono dotati la maggior parte degli Smartphone, Tablet e alcuni Netbook. Questa release, basata su Ubuntu Netbook Edition 10.04, verrà chiamata Ubuntu Netbook Edition 10.7.

Non ci sono notizie ufficiali su questa nuova release di Ubuntu, l'unica testimonianza è un video in cui un impiegato Canonical mostra il prototipo della nuova creature su un netbook Pegatron con CPU ARM Freescale i.MX51.

Per guardare il video potete andare nella seguente pagina.

Buona visione.

Fonte

Una piccola introduzione a Unity

Il nuovo lanciatore di applicazioni proposto da Canonical, e che verrà introdotto a partire dal prossimo rilascio di Ubuntu, è in fase di sviluppo e già si presenta con qualche novità interessante. Come già molti di voi sapranno, Unity è stato pensato come una barra che prenderà posto sul lato sinistro dello schermo e che avrà posto per le icone dei diversi programmi.
La novità che è stata ora introdotta è una soluzione per riuscire ad avere sullo schermo tutte le icone dei programmi dando allo stesso tempo priorità a quelle più importanti. Per raggiungere questo scopo è stato creato un effetto a fisarmonica, che permette all'utente di avere sotto controllo tutte le icone disponibili, e di muoversi facilmente a quelle che gli interessano attraverso varie possibilità di scroll. Il risultato è un pannello versatile, intuitivo e semplice da usare, che si lascia aperta la strada a possibili sviluppi anche per le versioni con touch screen. Per chi fosse interessato a vederlo in azione e capirne a pieno la semplicità e l'efficacia si può fare riferimento a questo video.

fonte

Notizie dalla comunità

Intervista a Milo Casagrande su "The Fridge"

The Fridge, nota bacheca di news sulla comunità internazionale di Ubuntu, ha pubblicato lo scorso venerdì un'intervista a Milo Casagrande, all'interno di una serie di articoli volti a far conoscere chi c'è dietro la traduzione di Ubuntu nelle principali lingue del mondo.

Milo è uno dei volti più noti della Comunità Italiana di Ubuntu: membro del Consiglio della Comunità, è anche uno dei coordinatori del gruppo Italiano dei traduttori e contribuisce attivamente alla traduzione del sistema operativo. Nell'intervista parla di sé, di come è diventato traduttore di Ubuntu e racconta con entusiasmo del grande lavoro svolto dal nostro Gruppo Traduzione!

Volete saperne di più? L'articolo completo è disponibile (in lingua Inglese) qui.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Ubuntu in Business: nuovi posti disponibili

Canonical e la comunità Inglese di Ubuntu, hanno unito le forze per dar vita all'evento Ubuntu in Business il 13 Luglio a Londra. L'appuntamento sta riscuotendo un forte interesse, al punto che i 140 biglietti messi inizialmente a disposizione sono già terminati. Così gli organizzatori hanno deciso di rendere disponibili altri 70 biglietti. I biglietti sono gratuiti ma lo spazio sta finendo, quindi una volta esaurito questo secondo blocco non potranno esserne rilasciati di ulteriori.

Il meccanismo alla base dell'evento, consiste nel chiedere ai membri della comunità Inglese di Ubuntu di portare colleghi, capi e altri conoscenti all'evento, per mostrargli come Ubuntu possa essere la soluzione ideale per il loro lavoro.

Alla conclusione di Ubuntu in Business gli organizzatori condivideranno i risultati ottenuti con le altre comunità locali, in modo da incoraggiare l'organizzazione di eventi simili anche al di fuori del Regno Unito.

Fonte

Dallo stivale

L'Edisu del Piemonte per Ubuntu

L’Edisu della regione piemontese, ha deciso che, a partire dal prossimo anno accademico, verrà installato il Sistema Operativo Ubuntu sui computer delle proprie aule e residenze universitarie. A stabilirlo, una delibera del Consiglio di Amministrazione datata 26 maggio 2010, che sancisce il passaggio dall'utilizzo di software proprietario (Windows), a software libero (Ubuntu). La stessa impegna il Direttore dell'Edisu ad “inviare esplicita richiesta alla CONSIP per l'effettuazione di una bando concernente la fornitura di PC e altro hardware privo di sistema operativo preinstallato”.

Una decisione che arriva dopo una battaglia condotta dagli Studenti Indipendenti, intrapresa attraverso il loro rappresentante nel Consiglio di Amministrazione dell’Edisu. Un primo passo passo significativo per demolire le divisioni economiche e culturali; una scelta etico-politica basata sulla libera condivisione e diffusione del sapere. Infatti, con la decisione che è stata presa, non è solo in questione il considerevole risparmio sull’acquisto delle licenze proprietarie. Come afferma in una interessante intervista Nelson Mandela, Ubuntu significa anche porsi la domanda: "voglio aiutare la comunità che mi sta intorno a migliorare?"

Fonte

Rubriche settimanali

La discussione della settimana

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?t=392353

Il pacchetto della settimana

GnoMenu

Il menù applicazioni di GNOME è probabilmente uno dei menu più semplici e immediati da utilizzare, ma non ha un aspetto accattivante come, per esempio, il menù applicazioni di KDE. Se siete tra quelli che vorrebbero in GNOME un menu più bello esteticamente parlando, vi consiglio di provare GnoMenu, clone in GTK di Kickoff, uno dei migliori menu application di KDE.

Le funzionalità principali di GnoMenu sono:

  • interfaccia semplice e esteticamente accattivante;
  • menu di configurazione intuitivo e ricco di opzioni di personalizzazione;
  • pieno supporto ai temi GTK.

Per installarlo occorre aggiungere il repository del progetto, lanciando il seguente comando da riga di comando :

sudo apt-add-repository ppa:gnomenu-team/ppa

Successivamente lanciate il seguente comando per aggiornare la lista dei pacchetti e installare GnoMenu:

sudo apt-get update && sudo apt-get install gnomenu

Lo sapevi che...

... CTRL + SHIFT + T in firefox, permette di riaprire l'ultima scheda chiusa?

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 76949, -26 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 29, +/-0 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 37189, -38 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessandro Ghersi

Alessio Treglia

Luca Falavigna

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter