Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

In questa guida sono contenute delle istruzioni utili a configurare VirtualBox.

Impostazioni generiche

Per accedere alle impostazioni fare clic su File → Impostazioni.

Generale

In questa sezione è possibile modificare il percorso in cui verranno salvate le macchine virtuali.

E' possibile modificare la libreria di autenticazione VRDP (schermo remoto). Per approfondimenti capitolo 7 della guida in linea "Remote Virtual Machine".

Inserimento

In questa sezione è possibile impostare quale tasto usare per eseguire l' un-grabbing (riprendere il controllo della tastiera quando la macchina virtuale è attiva); il tasto predefinito è il «Ctrl» destro.

Per passare dalla macchina virtuale al sistema operativo basta premere il tasto «Ctrl» destro, invece, per attivare la modalità a schermo intero, premere Ctrl+f (tasto «Ctrl» destro).

Aggiornamento

Da scrivere

Lingua

VirtualBox mette a disposizione un ampia scelta di lingue da utilizzare, per impostare quella preferita scegliere Lingua dal riquadro a sinistra.

Rete

Elenco degli host disponibili e riepilogo sue caratteristiche.

Espandere

Estensioni

Gestione estensioni.

= Impostazioni della macchina virtuale ==

Dopo aver creato una macchina virtuale nel modo descritto nella pagina http://wiki.ubuntu-it.org/GiuseppeTerrasi/Prove12 è possible configurarla facendo clic su Impostazioni.

Abilitare il supporto per CD-ROM e immagini CD in formato ISO

Per abilitare il supporto del CD-ROM entrare nelle impostazioni e abilitare la prima opzione «Host CD/DVD Drive» nel caso si voglia abilitare il supporto dell'unità CD-ROM, altrimenti abilitare la seconda opzione «ISO Image File» nel caso si voglia utilizzare un file immagine (in seguito bisognerà indicare il percorso dove trovare il file immagine .iso).

Se si sta installando il sistema operativo tramite file immagine .iso, una volta terminata l'installazione sarà necessario selezionare «Host CD/DVD Drive» al posto di «ISO Image CD».

Configurazione USB

Per configurare il supporto USB su VirtualBox, la prima cosa da fare è scoprire l'identificativo del utente, a tale scopo è sufficiente digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

cat /etc/group | grep vbox

Il risultato del prcedente comando sarà simile al seguente:

vboxusers:x:1001:daniel

Prendere nota del numero identificativo dell'utente, che in questo caso è «1001».

Aprire il file /etc/init.d/mountdevsubfs.sh con un editor di testo con i privilegi di amministrazione ed eliminare i commenti alle seguenti righe:

# Magic to make /proc/bus/usb work
#
mkdir -p /dev/bus/usb/.usbfs
domount usbfs "" /dev/bus/usb/.usbfs -obusmode=0700,devmode=0600,listmode=0644
ln -s .usbfs/devices /dev/bus/usb/devices
mount --rbind /dev/bus/usb /proc/bus/usb

Ora aprire il file /etc/init.d/mountkernfs.sh con un editor di testo con i privilegi di amministrazione e aggiungere all'inizio le seguenti righe:

## Mount the usbfs for use with VirtualBox
domount usbfs usbdevfs /proc/bus/usb -onoexec,nosuid,nodev,devgid=$ID,devmode=664

Sostituire la dicitura «$ID» con il risultato del primo comando.

Infine, aprire il file /etc/fstab con un editor di testo con i privilegi di amministrazione e aggiungere le seguenti righe:

## USB VirtualBox:
none /proc/bus/usb usbfs devgid=$ID,devmode=664 0 0

Ancora una volta sostituire la dicitura «$ID» con il il risultato del primo comando.

Una volta riavviato il sistema non resta che abilitare il supporto USB nelle impostazioni del programma: a tale scopo è sufficiente entrare nella sezione «USB» e mettere il segno di spunta sulle sulle voci «Controller USB» e «Controller USB 2.0». Infine, avviare la macchina virtuale e andare su Dispositivi → Dispositivi USB, dunque abilitare il dispositivo desiderato.

Configurare l'audio

Configurare l'audio è molto semplice: per farlo è sufficiente entrare nelle impostazioni e selezionare la relativa opzione.

Nel menù a discesa scegliere «ALSA Audio Driver».

Gestire le guest additions

Aggiungere le guest addition

La procedura per aggiungere le guest additions varia a seconda del sistema emulato.

Sistemi GNU/Linux

Andare in Dispositivi → Installare Guest Additions..., verrà montato in modo automatico il CD-ROM virtuale contente i file di installazione. Per avviare l'installazione è sufficiente digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo sh /media/cdrom0/VBoxLinuxAdditions.run all

Il precedente comando va adattato alla propria configurazione, probabilmente il punto di mount dell'unità CD sarà diverso.

Terminata l'installazione verrà richiesto il riavvio: è consigliato non riavviare.

Aprire il file /etc/X11/xorg.conf con un editor di testo con i privilegi di amministrazione e aggiungere la seguente sezione alla fine del file:

Section "ServerFlags"
       Option      "Xinerama" "true"
EndSection

Salvare e chiudere l'editor.

Sistemi Windows

Fare clic su Dispositivi → Installare Guest Additions..., verrà montato in modo automatico il CD-ROM virtuale contente i file di installazione e la relativa procedura verrà avviata automaticamente. Al termine sarà possibile riavviare il sistema.

Rimuovere le guest addition

Come per l'installazione, anche la procedura di rimozione varia a seconda del sistema emulato.

Sistemi GNU/Linux

Ubuntu e distribuzioni Debian based

Se si ha installato una distribuzione basata su Debian aprire una finestra di terminale e digitare il seguente comando:

sudo rm /etc/init.d/vbox*

Altre distribuzioni

Per le altre distrizioni è necessario cancellare i file relativi alla propria configurazione con i privilegi di amministrazione. Esempi di percorsi possibili dei file da cancellare sono i seguenti

  1. /set/init.d/vbox*

  2. /etc/rc.d/rc.vbox*

Sistemi Windows

Fare clic su Start → Tutti programmi → innotek VirtualBox Guest additions → Uninstall. Infine riavviare il sistema.

Condividere i dati con sistemi virtuali

Per poter condividere file e cartelle è necessario aver installato le guest addition.

Sistema ospite

Per configurare il proprio sistema è utile digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

VBoxManage sharedfolder add "winxp" -name MySharedFolder -hostpath "/home/%USERNAME"

Alcune diciture presenti nel comando precedente vanno sostituite e adattate alla propria configurazione:

  • «winxp»: nome della macchina virtuale con cui condividere la cartella;
  • «MySharedFolder»: nome della cartella condivisa nel sistema ospite;

  • «/home/%USERNAME»: percorso della cartella condivisa; «%USERNAME» va sostituito con il proprio nome utente.

Configurazione dei sistemi emulati

Sistemi Linux

Innanzitutto è necessario creare una cartella che in seguito verrà condivisa, digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo mkdir /media/MySharedFolder

Per condividere tale cartella, fare clic col tasto destro del mouse su di essa e scegliere «Condividi cartella». Ora non resta che definire un punto di mount sul proprio sistema, a tale scopo è utile digitare il seguente comando:

sudo mount -t vboxsf MySharedFolder /media/MySharedFolder

Sistemi Windows

Fare clic su Start → Esegui... e digitare all'interno della casella «Apri:» il seguente comando:

net use M: \\vboxsvr\MySharedFolder

In Risorse del computer dovrebbe comparire l'icona relativa alla cartella condivisa.

Il nome della cartella condivisa nel sistema ospite che si sostituisce a «MySharedFolder» non deve contenere spazi.

Ulteriori risorse


CategoryHomepage