• Pagina non alterabile
  • Informazioni
  • Allegati

Questa guida è stata verificata solo con versioni obsolete di Ubuntu, potrebbe non essere più valida. Vuoi contribuire ad aggiornarla? Clicca qui!

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

A seguito di un errore in fase di partizionamento, le partizioni potrebbero non comparire più nella tabella delle partizioni. A patto che i dati non siano stati sovrascritti, queste saranno ancora recuperabili.

In questa guida verranno mostrati i principali programmi utili a questo scopo.

In tutti i casi, è necessario operare a partizioni smontate (compreso lo spazio di swap). Dopo avere avviato il computer, utilizzando una distribuzione live, digitare in una finestra di terminale il seguente comando:

sudo swapoff -a

GNU Parted

E' possibile recuperare le partizioni utilizzando il comando parted.

  • Eseguire parted digitando in una finestra di terminale il seguente comando:

    sudo parted /dev/sda
    dove «/dev/sda» è il dispositivo da recuperare.
  • Utilizzare il comando print che mostrerà un output simile al seguente:

    (parted) print                                                            
    Tabella delle partizioni: msdos
    Numero  Inizio  Fine    Dimensione  Tipo      File system     Flag
     1      1049kB  19,6GB  19,6GB      primary   ext4            avvio
     2      19,6GB  20,5GB  899MB       extended
     5      19,6GB  20,5GB  899MB       logical   linux-swap(v1)
  • Utilizzare l'opzione di recupero:

    rescue start end
    dove «start» indica l'area del dispositivo in cui si presume che la partizione inizi e «end» ne indica la fine.
  • Nel caso in cui il programma trovi una partizione potenziale, verrà chiesta conferma per la sua aggiunta nella tabella delle partizioni.

Gpart

Un altro modo per controllare e ricreare la tabella delle partizioni consiste nell'installare gpart.

  • Digitare in una finestra di terminale il seguente comando per avviare la scansione del dispositivo:

    sudo gpart /dev/sda
    dove «/dev/sda» è il dispositivo da recuperare.
  • Un possibile output potrebbe essere il seguente:

     Begin scan...
     Possible partition(DOS FAT), size(1907mb), offset(0mb)
     Possible partition(SGI XFS filesystem), size(5730mb), offset(1907mb)
     End scan.
     
     Checking partitions...
     Partition(DOS or Windows 95 with 32 bit FAT, LBA): primary 
     Partition(Linux ext2 filesystem): primary 
     Ok.
     
     Guessed primary partition table:
     Primary partition(1)
      type: 012(0x0C)(DOS or Windows 95 with 32 bit FAT, LBA)
      size: 1907mb #s(3906544) s(16-3906559)
      chs:  (0/1/1)-(1023/19/16)d (0/1/1)-(12207/19/16)r
  • Digitare in una finestra di terminale il seguente comando per avviare il recupero delle partizioni:

    sudo gpart -W /dev/sda /dev/sda

Ulteriori risorse


CategoryAmministrazione CategoryDaRevisionare