• Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 14.04 12.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

Quando si effettua il download di Ubuntu da internet, c'è la possibilità che il file non venga scaricato nel modo corretto e presenti degli errori. Questi errori possono compromettere la stabilità e/o il funzionamento di Ubuntu.

Il programma md5sum è progettato per verificare l'integrità e l'autenticità dei dati usando l'hash crittografica a 128 bit MD5.

In questa pagina viene mostrato come confrontare l'impronta MD5Sum dei file .iso per i CD di installazione. In questo modo è possibile assicurarsi che durante la fase di download non sia stata compromessa l'integrità del file, evitando eventuali problemi durante l'installazione del sistema.

Impronte di Ubuntu

Di seguito, la lista delle impronte delle versioni scaricabili dal sito www.ubuntu-it.org.
Per la lista completa fare riferimento alla seguente pagina.

14.04

Trusty Tahr rilasciata nell'Aprile 2014 e supportata fino ad Aprile 2019

119cb63b48c9a18f31f417f09655efbd

ubuntu-14.04.1-desktop-amd64.iso

a4fc15313ef2a516bfbf83ce44281535

ubuntu-14.04.1-desktop-i386.iso

ca2531b8cd79ea5b778ede3a524779b9

ubuntu-14.04.1-server-amd64.iso

3aa14ca13d52df070870d39306f4a4eb

ubuntu-14.04.1-server-i386.iso

12.04 LTS

Precise Pangolin, rilasciata nell'Aprile 2012 e supportata fino all'Aprile 2017

Impronta MD5

Versione

c7f439e864d28d9e5ca2aa885c4ec4cb

ubuntu-12.04.4-desktop-amd64.iso

14ad92270218a8925d802b3d3b6e140f

ubuntu-12.04.4-desktop-i386.iso

e83adb9af4ec0a039e6a5c6e145a34de

ubuntu-12.04.4-server-amd64.iso

0081e57fb8c7e4094fb9767384f087c6

ubuntu-12.04.4-server-i386.iso

Versione italiana

Versione personalizzata dalla comunità italiana

Impronta MD5

Versione

c03a273ec556d96ae2a57597134f4969

precise-desktop-amd64.iso

b32986d4af077183d61f28eda10b9bee

precise-desktop-i386.iso

10.04 LTS

Lucid Lynx, rilasciata nell'ottobre 2010 e supportata fino ad aprile 2013 (2015 per l'edizione server)

Impronta MD5

Versione

9b218654cdcdf9722171648c52f8a088

ubuntu-10.04.4-server-amd64.iso

fc08a01e78348e3918180ea91a6883bb

ubuntu-10.04.4-server-i386.iso

Verifica dell'impronta

Verifica su file .iso

Seguono alcuni esempi di utilizzo su differenti piattaforme per controllare che la hash dei file .iso risultino identiche a quelle riportate nella lista completa. Normalmente i file md5sum sono disponibili nella stessa pagina da cui si è scaricata l'immagine ISO.

È altamente consigliato, in caso di divergenza fra le due MD5SUM di scaricare nuovamente il file e di non procedere alla masterizzazione dell'immagine.

Per il nuovo download può essere consigliabile un mirror differente se si sospetta un errore nel server. Qualora si riceva continuamente un file errato da un server è opportuno e gradito segnalare tale problema al webmaster, in modo che si possa investigare.

Su Ubuntu

Supponendo di aver scaricato nella propria home un file .iso, ad esempio ubuntu-12.10-desktop-i386.iso:

  1. Digitare in una finestra di terminale il seguente comando:

    md5sum ubuntu-12.10-desktop-i386.iso 
  2. Dopo qualche secondo viene restituito un output di questo tipo:

    b4191c1d1d6fdf358c154f8bf86b97dd  ubuntu-12.10-desktop-i386.iso 
  3. Verificare che il primo dato sia identico al corrispettivo delle .iso riportate in questa pagina. Nel caso i codici risultassero differenti procedere ad un nuovo download del file .iso.

Su Windows

Per sistemi Windows è possibile utilizzare Cygwin, software che funziona in modo analogo a md5sum su sistemi Linux.

Alternativamente è possibile utilizzare winMD5Sum:

  1. Scaricare e installare winMD5Sum.

  2. Fare clic con il tasto destro sul file .iso e selezionare l'opzione Invia a → winMD5Sum

  3. Una volta completato il checksum del programma copiare la corrispondente hash da questa pagina, incollarla nella casella di testo in alto e fare clic su Compare.

  4. Apparirà un messaggio di avviso che confermerà o meno la validità del file .iso. Nel caso i codici risultassero differenti procedere ad un nuovo download del file .iso.

Su Mac OS X

Su sistemi Mac OS X, supponendo di aver scaricato l'immagine ubuntu-12.10-desktop-i386.iso, procedere nel seguente modo:

  1. Avviare il programma Utility Disco dal menù del Finder Vai → Utility → Utility Disco.

  2. Spostarsi nella cartella dove è stata scaricata l'immagine di Ubuntu e trascinarla nella dock del programma Utility Disco.

  3. Appena l'immagine disco compare nella colonna di sinistra, selezionare il menù Immagini → Checksum → MD5.

  4. Il programma riporterà il seguente risultato:

    Checksum of "ubuntu-12.10-desktop-i386.iso" completed. MD5 d791352694374f1c478779f7f4447a3f
  5. Controllare che l'ultimo dato sia identico al corrispettivo delle .iso riportate in questa pagina. Nel caso i codici risultassero differenti procedere ad un nuovo download del file .iso.

Su Solaris

Supponendo di aver scaricato nella propria home un file .iso, ad esempio ubuntu-12.10-desktop-i386.iso:

  1. Digitare in un terminale il seguente comando:

    $ digest -a md5 ubuntu-12.10-desktop-i386.iso
  2. Verrà restituito un output di questo tipo:

    b4191c1d1d6fdf358c154f8bf86b97dd
  3. Confrontare la hash con la corrispettiva delle .iso riportate in questa pagina. Nel caso i codici risultassero differenti procedere ad un nuovo download del file .iso.

Verifica su CD

Ubuntu monta automaticamente CD e DVD all'interno della directory /media. Per esempio se è stato masterizzato il file ubuntu-12.10-desktop-i386.iso il CD verrà montato nella cartella /media/Ubuntu 12.10 i386/.

  1. Aprire una finestra di terminale e spostarsi nella cartella relativa al CD digitando:

    cd '/media/Ubuntu 12.10 i386'
  2. Utilizzare il file md5sum fornito dal CD, digitando:

    md5sum -c md5sum.txt | grep -v 'OK$'

L'operazione richiederà alcuni minuti. Se al termine non viene stampato nessun messaggio il file .iso risulterà integro. In caso contrario verranno visualizzati messaggi di errori.

Questa procedura serve solamente per verificare l'autenticità dell'hash.

Problemi noti

In termini di sicurezza, gli hash crittografici come MD5 consentono l'autenticazione di dati ottenuti da mirror non sicuri. L'hash MD5 deve essere firmato o provenire da una sorgente sicura (una pagina HTTP) di un'organizzazione in cui si ripone fiducia.

Sebbene siano state scoperte delle falle di sicurezza nell'algoritmo MD5 e sia stato discusso il passaggio ad hash più sicure come SHA-256 e Whirlpool, le hash MD5 risultano tuttora utili purché sia ritenuta affidabile la fonte che le ha prodotte.

Collegamenti esterni


CategoryInstallazioneSistema