• Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 12.04 14.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

Questa guida contiene informazioni utili al ripristino del bootloader GRUB in modo tale da ristabilire Ubuntu come sistema predefinito all'avvio.

Le cause più frequenti dei problemi con il boot loader possono essere dovute a:

  • sistemi in dual-boot in cui Windows è stato installato dopo Ubuntu o comunque reinstallato;
  • errori nell'installazione di GRUB;

  • ordine di boot indesiderato dopo l'installazione di altri sistemi Linux;
  • tecniche di recupero di Windows che comportano il "ripristino" del MBR.

Ripristino con accesso diretto al sistema

La seguente procedura è utilizzabile qualora sia possibile accedere al menù GRUB. Si presuppone che i sistemi risiedano nel primo disco /dev/sda.

  1. Avviare il proprio sistema ed effettuare il login.
  2. Per aggiornare la lista dei sistemi avviabili digitare nel terminale:

    sudo update-grub
  3. Per rendere il sistema come predefinito all'avvio, digitare il comando:

    sudo grub-install /dev/sda

Ripristino con accesso da CD/USB Live

Nel caso GRUB fosse danneggiato e non fosse possibile avviare il sistema operativo, è possibile utilizzare degli strumenti avviabile tramite CD/USB Live.

Ripristino manuale sistemi MBR

Il seguente metodo NON funziona su sistemi con UEFI

Se non si ha la possibilità di utilizzare gli strumenti mostrati in precedenza, è possibile agire manualmente effettuando un chroot da Live CD/USB sulla partizione in cui risiede il sistema principale.
Per eseguire la seguente procedura è sufficiente utilizzare la Live di Ubuntu utilizzata per l'installazione del sistema.

  1. Lanciare un CD Live di Ubuntu. Una volta avviato, aprire un terminale e digitare il seguente comando:

    sudo fdisk -l

    Prendere nota della partizione sulla quale è installato Ubuntu. Nei prossimi passi verrà assunto come partizione di installazione /dev/sda1.

    Attenzione, l'ultimo carattere del suddetto comando è una lettera "elle".

  2. Montare la partizione sulla quale risiede il sistema. Da riga di comando digitare:

    sudo mount /dev/sda1 /mnt
  3. Montare il resto dei dispositivi con il comando:

    sudo mount --bind /dev /mnt/dev
    sudo mount --bind /proc /mnt/proc
    sudo mount --bind /sys /mnt/sys
  4. Effettuare un chroot sul proprio sistema. Digitare da riga di comando:

    sudo chroot /mnt

    Se non si è sicuri su questo punto, molto probabilmente non si possiede una partizione di /boot separata. Saltare quindi il prossimo passaggio.

    Se Ubuntu è installato con una partizione di /boot separata (in questo esempio /dev/sda2), sarà necessario montare anch'essa digitando da riga di comando:

    mount /dev/sda2 /boot
  5. Per installare Grub 2 nel MBR, digitare nel terminale il seguente comando:

    grub-install /dev/sda
    update-grub2

    Se si ricevono errori è possibile riprovare con il comando:

    grub-install --recheck /dev/sda
  6. Uscire dal chroot premendo la combinazione di tasti Ctrl+D o eseguendo il comando:

    exit
  7. Smontare tutti i dispositivi digitando:

    cd ~
    sudo umount /mnt/dev
    sudo umount /mnt/proc
    sudo umount /mnt/sys
    sudo umount /mnt/
  8. Riavviare il sistema e rimuovere il CD Live.

Ulteriori risorse


CategoryAmministrazione