Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 26 del 2014, riferito alla settimana che va da lunedì 23 a domenica 29 giugno. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Ubuntu: pieno supporto per i dispositivi IBM Power8

I dispositivi IBM Power8 hanno il supporto completo di Ubuntu. Questo significa non solo che Ubuntu è ora pienamente compatibile con i chip IBM, ma anche che sono disponibili negli archivi ufficiali le versioni per l'Ubuntu Cloud e le piattaforme dell'Ubuntu Server. Predisponendo dei repository software dedicati a Power8, Canonical intende incrementare la propria quota di mercato all'interno dell'OpenStack.

Per Canonical si tratta in sostanza di tenere alta l'asticella della competitività, in particolar modo nei confronti di altri importanti server Open Source e Sistemi Operativi cloud, come SUSE Enterprise Server 12 e Red Hat Enterprise.

Canonical inoltre intende collaborare con IBM anche su altri fronti: landscape, MAAS, Hadoop, jiju ed ElasticSearch.

Questo perchè l'odierna ricerca, raccolta e trattamento dei dati è ormai diventata così grande e complessa da richiedere strumenti sempre più diversificati in tutte le fasi del processo informatico: dalla ricerca e acquisizione dei dati alla cura analitica degli stessi, passando per la loro classificazione, condivisione, visualizzazione e pubblicazione.

Oggi IBM, inaugurando una nuova generazione di sistemi con l'innovazione del processore Power8 e l'architettura per gestire le richieste dei dati più grandi nei servizi Cloud, si dice pronta a diventare una parte sempre più importante del mercato enterprise computing.

Fonte

Ubuntu mobile RTM sta arrivando

Ubuntu mobile sta facendo molti progressi e sta per giungere alla fase di sviluppo denominata "RTM".

La sigla RTM (Release To Manufacturing) indica la versione stabile ma non ancora commercializzata del software. Quest'ultimo, in seguito al lavoro di convergenza dei dispositivi che adotteranno Ubuntu sui pc e i dispositivi mobili, dovrà essere inviato ai produttori dei nuovi device per la specifica integrazione e ottimizzazione hardware.

Il team di sviluppo sta al momento implementando alcune funzionalità e correggendo gli ultimi bug, per poi dedicare la sua attenzione su due applicazioni principali al giorno, nel periodo che va dal 30 giugno al 4 luglio 2014.

Fonte

Riunione on-line del team "Ubuntu Kernel"

Martedì 1 luglio 2014 dalle ore 17:00 UTC alle ore 18:00 UTC, sul canale server irc.freenode.net in #ubuntu-meeting ci sarà l'incontro on-line del team "Ubuntu Kernel". L'obiettivo principale di questa squadra di Ubuntu è quello di contribuire alla massima qualità Linux per Ubuntu e le sue derivate.

Come al solito, chiunque sia interessato allo sviluppo del kernel è invitato a partecipare. Il team è ora raggiungibile anche a questo indirizzo dal quale è anche possibile consultare le agende e i verbali delle riunioni.

Fonte

Le cinque distribuzioni più popolari derivate da Ubuntu

Anche se Ubuntu viene considerata la distribuzione più conosciuta e utilizzata al mondo, diversi utenti preferiscono usare altre derivate basate sempre su Ubuntu. Alcuni ad esempio prediligono qualcosa di diverso rispetto a Unity, mentre altri preferiscono fare altre esperienze desktop, magari più adatte alle loro esigenze.

Queste sono le 5 distribuzioni basate su Ubuntu, preferite dagli utenti:

  • Linux Mint 17 “Qiana”: basata su Ubuntu 14.04 LTS con ambiente desktop Cinnamon 2.2 è sicuramente tra le più diffuse e rifugio di chi non ama Unity.

  • elemtary OS "Luna": basata su Ubuntu 12.04 LTS con ambiente desktop Pantheon, è tra i le più leggere e reattive della lista. Ha un'interfaccia lineare e pulita, con applicazioni personalizzate, ma a volte non particolarmente performante con applicativi quali LibreOffice, VLC, Firefox, etc.

  • Ubuntu GNOME 14.04 LTS: basata su Ubuntu 14.04 LTS con ambiente desktop GNOME 3.10 è la distribuzione più veloce e affidabile per avere un'esperienza con GNOME shell pulita e senza fronzoli.

  • Netrunner 2014 “Frontier”: basata su Ubuntu 14.04 LTS con ambiente desktop KDE 4.13.1 non è semplicemente un clone KDE ma introduce molte caratteristiche che la rendono particolare.

  • Deepin 2014: basata su Ubuntu 14.04 LTS con ambiente desktop Deepin Shell. Deep 2014 non è ancora nella sua versione stabile, ma con l'interfaccia desktop scritta in HTML 5 e Go promette un'esperienza unica.

    Fonte

Notizie dalla comunità

La newsletter va in vacanza

Siamo ormai nel pieno dell'estate. Dopo 26 numeri dall'inizio di quest'anno e circa 4042 iscritti alla mailing list, da sommare ai lettori via web, la redazione della newsletter va in vacanza estiva. Arrivederci quindi al prossimo numero, che uscirà lunedì 1 Settembre 2014.

Buone Vacanze!

Altre notizie

Dal mondo

Servizi cloud: la commissione europea e le nuove linee guida

Sono state presentate alla Commissione europea del 26 giugno 2014 le Linee Guida per l'archiviazione, la gestione e la protezione dei dati. Lo scopo fondamentale del documento è quello di aiutare le utenze a risparmiare in media il 10/20%, in presenza di servizi cloud sempre di alta qualità.

Le linee guida sono state sviluppate da un gruppo selezionato di imprese, tra cui Arthur's Legal, ATOS, Cloud Security Alliance, ENISA, IBM, Microsoft and SAP, Telecom Italia ed altre.

L'annuncio di oggi è un primo passo verso la definizione di uno standard per i Livelli di Servizio, in sigla SLA . Questa sigla indica una parte di un contratto di servizio che definisce gli aspetti tecnici e giuridici del servizio offerto, aspetto contrattuale molto richiesto dagli utenti cloud.

Queste linee guida aiuteranno gli utenti di cloud professionali in modo tale che gli elementi essenziali dell'offerta contrattuale del servizio di cloud siano esposti in un linguaggio chiaro.

Gli elementi rilevanti includono:

  • La disponibilità e l'affidabilità del servizio cloud
  • La qualità dei servizi di sostegno che riceveranno dal proprio provider di servizi cloud
  • I livelli di sicurezza
  • Come gestire e proteggere al meglio i dati.

Come passo successivo, la Commissione europea metterà alla prova queste linee guida attraverso le esperienze degli utenti, in particolare con le PMI.

Queste linee guida europee avranno un impatto significativo se la standardizzazione (SLA) verra estesa anche a livello internazionale, ad esempio attraverso le norme internazionali, come ISO / IEC 19086. Le Linee Guida SLA andranno così ad aiutare lo sforzo della più importante organizzazione a livello mondiale per la definizione di norme tecniche (ISO).

Fonte

Dallo stivale

Il Comune di Udine passa al software libero

Dopo Trieste anche un altro comune friulano passa al software libero. La giunta comunale di Udine infatti, su proposta dell’assessore Gabriele Giacomini, ha approvato una delibera con la quale l’amministrazione si impegna ad adottare per tutti i suoi 900 computer un sistema open source.

In particolare sarà "Apache Open Office" il pacchetto che si candida a sostituire Microsoft Office. Questa suite adatta per l'ufficio e l'uso personale, è supportata ufficialmente per svariate versioni Linux, Microsoft Windows e Mac OS X.

Si tratta indubbiamente di una opzione di campo strategica: il software a codice aperto viene accompagnato da una comunità che ne studia, aggiorna e sviluppa costantemente il codice. Per non parlare delle centinaia di migliaia di euro pubblici risparmiati in termini di costo per l'acquisto di licenze proprietarie.

Questa scelta da parte dell'amministrazione sarà accompagnata da una adeguata azione di formazione di tutto il personale comunale, in modo tale che lo stesso sia in grado in breve tempo di utilizzare il nuovo software. Nel 2014 sarà formato il 40 per cento dei dipendenti e nel 2015 sarà coperto il 100 per cento.

Infine, seguendo anche le indicazioni che sono state rilevate nel sito istituzionale, il Comune di Udine sta facendo propria la filosofia dell'Open Data (cioè dei dati aperti) e ha avviato un percorso innovativo basato sull'accesso senza restrizioni dei dati pubblici formattati con estensioni digitali standard e aperte.

Fonte

Dalla blogosfera

Full Circle Magazine Issue #86 in inglese

È stato pubblicato sul sito internazionale di Full Circle Magazine, il numero 86 in Inglese.

In questo numero troviamo:

  • Command & Conquer

  • How-To: Python, LibreOffice, and GRUB2.

  • Graphics: Blender and Inkscape.
  • Review: Toshiba SSD
  • Security and Q&A

  • CryptoCurrency: Compiling an Alt-Coin Wallet

  • NEW! - Arduino

... e molto altro ancora.

La rivista si può scaricare da questa pagina.
Il Gruppo Fcm è già attivo per tradurre in italiano anche questo fantastico numero!

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 110605, +247 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 170, +4 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 55125, +210 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

"Noi siamo ciò che siamo per merito di ciò che siamo tutti"

La tua newsletter preferita è scritta grazie al contributo libero e volontario della comunità ubuntu-it. Per metterti in contatto con noi, e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana, o se vuoi contribuire alla redazione degli articoli, puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter