Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 41 del 2012, riferito alla settimana che va da lunedì 3 a domenica 9 Dicembre. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

I piani di Canonical per Ubuntu 13.04

Sul blog di Canonical, società che contribuisce allo sviluppo di Ubuntu insieme alla Comunità, è comparso un post che illustra le novità previste per la Dash di Unity in Ubuntu 13.04, nome in codice Raring Ringtail. In particolare il team si vuole focalizzare su:

  • Scope più intelligenti : si tratta di piccoli "demoni" (servizi controllati dal computer), che permettono di visualizzare nella Dash informazioni raccolte online o sul computer. Per Ubuntu 13.04 è previsto un incremento del numero di scope presenti in maniera predefinita, includendo molti degli scope sviluppati dalla comunità, introducendo nel contempo la capacità di attivare solo quelli utili all’utente al momento della ricerca. Sarà cioè inserita una funzione che permette al computer di capire cosa interessa all’utente, e di visualizzare solo quello. Per esempio, cercando "Bruce Springsteen" il computer visualizzerà le canzoni e i video salvati sul computer, ma anche i video su Youtube, i CD su Amazon, la recensione dell’artista su Last.fm ecc.

Per fare questo la Dash controllerà online la rilevanza dei risultati della ricerca, e bilancerà le informazioni che trova con la quantità di dati già salvati sul computer. Gli scope diventeranno così un area dove la comunità sarà interessata a sviluppare, e sicuramente usciranno delle idee molto interessanti che renderanno l’esperienza sulla Dash ancora più completa.

  • Acquisti istantanei: Canonical vuole permette agli utenti di acquistare applicazioni e musica direttamente dalla Dash, senza dover accedere a Ubuntu Music Store o a Ubuntu Software Center, in modo che l’acquisto sia il più veloce e immediato possibile.

  • Più suggerimenti e maggior controllo agli utenti: il team di sviluppo di Ubuntu sta lavorando sodo per trovare nuovi partner, e aumentare il numero di suggerimenti disponibili sulla Dash, che al momento mostra risultati solo da Amazon e da Ubuntu Music Store. Inoltre si vogliono introdurre maggiori opzioni per gli utenti, in modo che possano decidere quali servizi attivare. Per esempio al momento se si vuole cercare solo sui file locali, escludendo quindi i risultati online, basta cliccare contemporaneamente Super+F.

Tutto lo sviluppo della Dash avviene con un unico obiettivo: permettere agli utenti di Ubuntu di trovare le informazioni di cui hanno bisogno il più velocemente possibile, senza interrompere il lavoro che stanno facendo; non importa se queste risorse sono sul computer o online, gratis o a pagamento. La sezione musica e quella video fin dalla loro introduzione mostrano risultati presi dal web, e saranno espanse il numero di risorse dalle quali prendere i risultati. I test hanno dimostrato come integrare e unificare la ricerca sia ciò che vole la maggior parte degli utenti.

Un altro punto su cui Canonical sta lavorando è la privacy. Tutti i dati raccolti non sono associabili a nessun utente, perché sono resi anonimi e non vengono inviati ai team che si occupano dei servizi. Inoltre l’utente può scegliere quali dati inviare, e anche quali servizi utilizzare. In questo modo se un utente per motivi particolari non vuole utilizzare Google Plus, Facebook o Twitter può eliminare totalmente le ricerche con un semplice clic.

Conclusione

Le novità annunciate da Canonical sono in controtendenza: c’è infatti la diffusa propensione a spostare tutti i servizi "in remoto", cioè a distanza. Canonical invece, per quanto riguarda la Dash, sembra muoversi in senso opposto, al fine di riportare il sistema operativo al centro dell’esperienza utente. Sfida certamente ardua, che consentirà di velocizzare l'accessibilità ai servizi.

Fonte

Notizie dalla comunità

Carla Sella co-admin del Gruppo Test

Nella serata del 26 Novembre scorso, durante la riunione del Gruppo Test nel canale IRC preposto a questi eventi, Carla Sella è stata ufficialmente nominata co-amministratore del Gruppo Test .

Carla Sella (aka letozaf per gli amici che accedono ai canali IRC), oltre che avere una grande competenza in materia di linux si definisce '...la tipica "smanettona" a cui piace un po' tutto quello che ha a che fare con il mondo Linux.' come riporta la sua pagina wiki. Molto attiva all'interno della comunità italiana, Carla fa anche parte dell' AViLUG, il Linux User Group dell'Alto Vicentino.

Tutta la Comunità italiana di Ubuntu è lieta di annoverare tra i suoi admin Carla, sicuri che la sua 'voglia di fare' e l'energia che ci mette, aiuteranno il Gruppo Test a tagliare nuovi e sempre più impegnativi traguardi.

Buon lavoro, Carla!

Per chi ancora non conosce questo gruppo di lavoro inserito in seno alla Comunità Italiana di Ubuntu, il gruppo Test è il team di persone che, in base ad una tabella di lavoro ben definita e scadenze da rispettare, ha come obiettivo il testare Ubuntu durante il suo ciclo di sviluppo, in modo da segnalare difetti e anomalie agli sviluppatori e rendere Ubuntu sempre migliore.

Chiunque fosse interessato può leggere ulteriori informazioni qui .

Fonte

Dal Planet ubuntu-it

Dario Cavedon: Come installare Linux: cosa fare prima, durante e dopo (guida semiseria)

Dario evidenzia le azioni corrette da fare sempre prima, durante e dopo una installazione Linux, per essere sicuri che tutto vada per il meglio.

Fonte

Paolo Garbin: Convocazione della prima assemblea degli associati di PN LUG

Paolo comunica la convocazione della prima assemblea degli associati del neonato PN LUG.

Fonte

Andrea Colangelo: Il Software Libero ed Open Source: istruzioni pratiche per giornalisti poco pratici

Andrea analizza e riporta le inesattezze sul Software Libero contenute in un articolo di un famoso quotidiano online.

Fonte

Paolo Garbin: Test di ‘competenze digitali’ del concorsone… Che vergogna!!

Paolo riporta un post del Prof. Renzo Davoli dell'Università di Bologna, che stigmatizza la pochezza del test sulle "Competenze digitali" del prossimo "concorsone" pubblico per la Scuola.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Uscito secondo numero di Gimp Magazine

http://gimpmagazine.org/wp-content/uploads/2012/11/GIMP-Magazine-Issue-2-DRAFT-1-page001-Website.jpg A 3 mesi esatti dal primo numero, di cui vi avevamo parlato nella newsletter numero 28, è uscito il secondo numero di Gimp Magazine.

Gli autori sul loro blog hanno ringraziato per il caloroso benvenuto che è stato riservato al primo numero: in sole 24 ore sono stati fatti 10.000 download, e dopo un mese aveva raggiunto i 65.000 download!

Questo secondo numero si presenta ancora più ricco del primo: inizia, dopo un classico editoriale e una raccolta dei migliori Tweet inviati alla redazione, con un'intervista a David Revoy. David è un illustratore che vive e lavora come freelancer a Tolosa, nel sud della Francia.

A seguire abbiamo:

  • La presentazione di due opere fatte da due maghi di Gimp
  • Un tutorial su come fare un fumetto, scritto da Madeleine Fisher, un'artista che usa quotidianamente Gimp
  • Un tutorial su come fare un'immagine che sembri un dipinto a olio, presentato da Susanna Bur, una fotografa, pittrice e artista che lavora nel campo dell'immagine digitale
  • Una galleria di immagini inviate dagli utenti
  • Una guida su come ricreare l'immagine di copertina, tenuta da 

 Yeshua Nel, che l'ha creata ...e tanto altro ancora!

Il download della rivista è consigliato anche a chi non mastica l'inglese, in quanto è piena di bellissime illustrazioni. Purtroppo non si sa ancora se e quando verrà tradotta in italiano.

Per questo numero la redazione si è impegnata tantissimo, e su ordinazione sono disponibili anche copie cartacee. Riassumendo ci sono ben 5 metodi per avere il numero:

  • Leggerlo online da Issuu

  • Scaricare il PDF

  • Scaricarlo via torrent (non ancora disponibile)
  • Comprare la rivista stampata

  • Comprare la versione iPad

Sul sito della rivista, http://gimpmagazine.org/, sono presenti anche interviste, video, tutorial e molto altro materiale, per qualsiasi appassionato di arte digitale è obbligatorio farci un giro!

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare nell'apposita sezione del forum.

Bug riportati

  • Aperti: 102441, +78 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 86, -6 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 50744, +44 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Lorenzo De Liso

Luca Falavigna

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter