Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 4 del 2012, riferito alla settimana che va da lunedì 23 a domenica 29 gennaio. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Nuove opzioni di configurazione Unity aggiunte

Anche se la prossima release è una LTS (Long Term Support), i cambiamenti (seppur leggeri) dell'interfaccia grafica non mancano. Infatti sono arrivati nuovi aggiornamenti che hanno introdotto nuove funzionalità al 'Centro di controllo GNOME'. D'ora in poi con dei semplici clic, si potrà:

  • regolare la dimensione delle icone nel launcher Unity;
  • impostare l'auto offuscamento o meno del launcher;
  • specificare quando mostrare il launcher;
  • ripristinare lo stato originario delle opzioni grazie al tasto "restore default".

Impostazioni Unity

Questo vale sia per Unity che per Unity 2D.

Queste opzioni sono state aggiunte, per rendere il desktop più 'user friendly', ovvero più intuitivo, facile e divertente da usare. Chissà quali altri cambiamenti grafici vedremo, visto che la 'User Interface Freeze' è prevista per il 23 Febbraio 2012.

Fonte

Ubuntu HUD

Mark Shuttleworth nel suo Blog, ha anticipato una interessante funzionalità che tra poco amplierà le potenzialità offerte da Ubuntu. Questa si chiama HUD ("Head-Up Display"), e consiste in una sorta di menù addizionale che sarà affiancato alla struttura di Unity. In pratica, premendo il tasto ALT, apparirà una finestra di dialogo semitrasparente, mediante la quale sarà possibile effettuare qualunque tipo di ricerca, ovvero di interfacciarsi con i comandi e le voci dei menù per la gestione delle varie applicazioni e del Sistema Operativo.

Allo stato attuale dello sviluppo, l'HUD si compone di uno strumento di ricerca capace di attingere alle informazioni contenute nelle opzioni di menù delle applicazioni GTK e Qt (compresi tutti i programmi GNOME e KDE). L'HUD inoltre è in grado di stabilire quali sono le opzioni ed i comandi che l'utente usa più spesso, adattandosi alle sue preferenze, in modo tale da suggerire allo stesso l'azione più pertinente.

Questa funzionalità verrà in seguito collegata anche a un meccanismo basato sul controllo vocale, per cui basterà richiamare un determinato menu di un programma, per poterlo immediatamente visualizzare sulla dedicata finestra semitrasparente. La novità rappresentata dall'HUD, che è ancora in fase di test, è stata pensata per proporre all'utente una nuova esperienza grafico-vocale, vale a dire per introdurlo verso una diversa esperienza d'uso del Sistema Operativo e le sue applicazioni, anche in vista di una sempre più stretta integrazione di Ubuntu per tablet, smartphone e TV.

Fonte

Ubuntu Wallpaper contest

È aperto l'Ubuntu Wallpeper Contest, una 'competizione', in cui tutti gli amanti dell'arte e di Ubuntu hanno la possibilità di esporre immagini create da loro ed eventualmente essere scelte come sfondi predefiniti nella prossima release. Tutti sono liberi di partecipare, basta solo registrarsi su Flirck e caricare le proprie foto nella pagina del gruppo.

Per sapere quali sono le linee guida e altro ancora, andate sul wiki Artwork Ubuntu della comunità oppure andate sul canale IRC #ubuntu-design. Ricordate che il contest terminerà il 15 Marzo alle 18:00 (ora inglese).

Fonte

Nuovo sito design.ubuntu.com

Volete promuovere Ubuntu realizzando materiale pubblicitario come volantini, poster o siti web? Ci sono delle precise linee guida da rispettare per ottenere un buon risultato, integrando la propria opera con lo stile univoco di Ubuntu.

Il nuovo sito ubuntu design nasce proprio per questo fine: fornire in modo semplice ed efficace i principi su cui si basano tutte le opere che parlano di ubuntu, compresi siti web, materiali cartacei o digitali.

Sul sito ci sono svariati esempi, da cui prendere spunto per le proprie invenzioni. Troverete anche le regole esatte per la disposizione del logo Ubuntu, le regole dei puntini come sfondo delle pagine, scoprendo che nulla è lasciato al caso e che ogni singolo elemento di un'opera, anche il più insignificante, può comunicare tanto all'osservatore.

Potrete scegliere a chi sarà destinata la vostra opera, per conoscere gli stili da utilizzare con un pubblico di sviluppatori o di utenti, destinata alla comunità o agli aspetti commerciali, alle aziende o agli utenti finali, per realizzare qualunque tipo di cosa, in perfetto stile!

Se ne siete entusiasti e volete cimentarvi a realizzare qualcosa, il Gruppo Promozione di Ubuntu Italia è lieto di offrirvi consulenza. Per ulteriori informazioni visitate la pagina del gruppo o del progetto Diffondi Ubuntu.

Altre notizie

Dallo stivale

Nasce Linux Expert Community

Tutti noi sappiamo quanto è forte una comunità, specialmente se ne è una GNU/Linux. Solitamente un sito nasce prima di una organizzazione... bhé questo non è il caso di Linux Expert Community. È un social network che tratta come argomenti principali l'open source, GNU/Linux e non solo. Questo portale è nato da una forte comunità, che si è prefisso come obiettivo, la discussione e l'aiuto degli utenti che usano un SO differente da Windows o Apple.

Attualmente il sito si trova in fase beta (o anche c1) e l'accesso è acconsentito solo ad un gruppo ristretto. Se siete interessati e siete degli esperti utenti compilate questo form per farvi inviare una mail di invito.

Fonte

Video su GNOME in italiano

Con l'avvento di GNOME 3, la Gnome Foundation internazionale, ha creato dei video promozionali che illustrano le varie caratteristiche di GNOME. E' in corso la loro traduzione in italiano sul canale YouTube di GNOME-Italia. Per ora è disponibile un solo video, ma in settimana ne saranno rilasciati altri:

GNOME 3 - Gestire le finestre



Se volete rimanere aggiornati potete seguirci su Google+, cliccando qui!

Buona visione!

Dalla blogosfera

Debian Squeeze si aggiorna alla versione 6.0.4

Con una mail inviata alla ML Debian-Announce, l'italianissima Francesca "MadameZou" Ciceri, Debian Developer, ha annunciato il quarto aggiornamento di Debian Squeeze, la sesta versione del celebre sistema operativo da cui deriva anche Ubuntu.

Questa "point release", come viene comunente definito un aggiornamento di questo tipo, raccoglie principalmente fix alle vulnerabilità di sicurezza e alcune correzioni di gravi problemi che erano emersi dopo la release 6.0.3. Il rilascio è utile soprattutto per chi ha intenzione di installare da zero la distribuzione, dato che i vecchi utenti hanno già ricevuto tutti gli update sui loro sistemi nel corso delle settimane scorse.

Le immagini ISO aggiornate di CD e DVD saranno presto disponibili sull'area download del sito di Debian e su tutti i mirror in giro per il mondo. Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina della Mailing List che riporta l'annuncio.

Rilasciato KDE 4.8

Il team KDE ha rilasciato KDE 4.8. Esso porta alcune novità, tra cui:

  • 6 layouts Alt+Tab (‘Window Switcher’) da scegliere;
  • ridisegnate le impostazione del gestore alimentazione;
  • maggiore velocità nel caricare i file in Dolphin;
  • maggiore facilitazione nello scorrere le immagini in Gwenview;
  • maggiore stabilità di KMail;
  • introduzione di ‘KSecretService’: un nuovo framework per la condivisione di password e dati tra applicazioni, in tutta sicurezza.

Potete trovare ulteriori informazioni sul sito kde.org/announcements/4.8/ e tramite i backports repositories, potrete facilmente avanzare a kde 4.8. Invece gli utenti di Ubuntu 12.04 dovranno aspettare qualche ora.

Fonte

L'Open source al centro del cambiamento nella società della rete

Gli sviluppatori del software libero e dell'open source sono una parte fondamentale di un cambiamento nella società della rete caratterizzata nella condivisione, cambiando le teorie sul valore e la proprietà del software e cambiando le relazioni sociali nella produzione e nell'utilizzo del software, dice il sociologo britannico Brian Alleyne. "Molti hacker si considerano un'avanguardia aprendo la strada verso una nuova era della libera informazione e della cultura libera".

Il software libero ed open source, scrive il ricercatore, "è sia un intervento politico nel mondo del software sia un approccio pragmatico alla costruzione di software."

Il docente di Sociologia presso la Goldsmiths University of London, ha pubblicato, il 7 luglio 2011, il suo studio "Il codice sfidante: una lettura sociologica del progetto KDE Free Software". Nel documento si focalizza l'attenzione sulla comunità di sviluppo di KDE. KDE è uno degli ambienti desktop aperti più comunemente usati ed è scritto e mantenuto da sviluppatori sparsi in oltre venti paesi, principalmente in Europa occidentale e Nord America.

Il sito web del progetto KDE ha pubblicato un'intervista con il ricercatore il 10 gennaio. "KDE, proprio come un progetto radicalmente democratico e aperto nel respingere le norme del software proprietario, non riguarda solo la politica del software, ma è (anche) un esempio di un potenziale cambiamento più ampio nella società e nell'economia verso l'apertura e la condivisione."

Il ricercatore aggiunge che spera che sempre più sociologi inizieranno a prestare attenzione a questo tipo di software, "perché si ritaglia uno spazio fondamentale nel nostro mondo ed è probabile che aumenti di importanza."

Connessioni

Nel suo documento Alleyne descrive come gli addetti ai lavori delle comunità libere e del software open source vedono i loro rapporti sociali e la cultura come una forma emergente di lavoro collettivo e di proprietà comune. "Un po' di sano scetticismo sociologico: le forme di capitale che costituiscono la base delle risorse della comunità KDE (competenze, conoscenze, connessioni) restano essenzialmente limitati nei nodi della conoscenza (università, istituti di ricerca pubblici e privati) negli stati con economia capitalista, o nelle enclave nel sud del sistema mondiale ".

Fonte

Full Circle Magazine Issue #57 (ENG)

È stato pubblicato sul sito internazionale di FCM, il numero 57 della nota rivista.

In questo numero:

  • Command and Conquer.
  • How-To : Try Enlightenment, LibreOffice – Part 11, Backup Strategy – Part 5, Encrypted USB Stick, and Varnish Web Cache.

  • Linux Lab – Mana World Server.
  • Review – OpenArtist: 5th Incarnation.

  • I Think – SpiderOak Questionnaire.

  • Closing Windows – Wireless Networking.
  • Ubuntu Games.
  • My Desktop (con extra!).
  • My Opinion.
  • My Story.

E molto altro ancora!

La rivista in lingua inglese può essere scaricata dal seguente indirizzo.

Noi Siamo Ubuntu

È disponibile il numero 31 delle interviste "noisiamoubuntu", testimonianze di persone che usano Ubuntu nel loro lavoro o vita privata, e che si sentono parte di Ubuntu, pur non contribuendo direttamente allo sviluppo.

Questa settimana intervistiamo Carlo, che apprezza la semplicità e la flessibilità di Ubuntu.

La redazione della newsletter è sempre alla ricerca di nuove persone da intervistare, leggi come partecipare!

Fonte Fonte

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 88259, +109 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 112, -4 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 46374, +44 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Leo Iannacone

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter