Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 34 del 2011, riferito alla settimana che va da lunedì 17 a domenica 23 ottobre. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Buon 7° compleanno, Ubuntu!

Quanti anni pensi che abbia ubuntu? Dopo 15 rilasci più uno in sviluppo, potremo perdonarvi se avete pensato a un'età molto superiore rispetto a quanto non sia in realtà...

Esattamente 7 anni fa, infatti, Mark Shuttleworth e il suo team di sviluppo ha annunciato il primo rilascio di Ubuntu:

"Ubuntu è una nuova distribuzione GNU/Linux che riunisce la straordinaria varietà di Debian con un'installazione semplice e veloce, con rilasci regolari (ogni sei mesi), un'attenta selezione di pacchetti già installati di default e la disponibilità di aggiornamenti di sicurezza, con 18 mesi di supporto tecnico per ogni rilascio".

Ubuntu è già diventato il più popolare sistema operativo GNU/Linux nel mondo grazie alla sua facilità d'uso, alle sue funzionalità e alla sua attenzione al dettaglio. Tutto questo è perfettamente riassunto nel vecchio motto di Ubuntu: "Linux per esseri umani". Ma... com'era veramente Ubuntu 4.10?

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/10/login-screen-500x371.jpg

Ubuntu 4.10 fu chiamato "Warty Warthog" a causa del breve tempo in cui fu assemblato. Subito dopo ci sarà Hoary Hedgehog, poi Breezy Badger e infine, dopo Dapper Drake, si adotterà la tradizione di ordinare i nomi delle versioni in ordine alfabetico.

Applicazioni

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/10/warty-menus.jpg

In questo primo rilascio di Ubuntu troviamo "eccellenti" applicazioni installate di default:

  • Gnome 2.8
  • Firefox 0.9
  • OpenOffice.org 1.1.2

  • Gaim instant messenger 1.0 (Diventanto poi "Pidgin")
  • GIMP 2.0
  • Floppy Formatter

Il Kernel Linux di Warty era alla versione 2.6.8.

Aspetto

Il tema di Ubuntu 4.10 era molto semplice: sfondo marroncino, pannelli e icone marroni, nessuna schermata di avvio...

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/10/warty-desktop-500x375.jpg

Come affermato da Mark Shuttleworth, una degli aspetti più importanti di Ubuntu era rendere l'installazione più semplice. L'installer di Warty, però, era molto più complesso rispetto alle versioni di ubuntu attuali, specialmente nella fase di partizionamento del disco, oggi molto semplificata. L'installazione è quasi simile alle attuali versioni Alternate di Ubuntu. Sul sito OMG UBUNTU!, inoltre, potrete trovare le immagini complete per tutti gli step inerenti l'installazione.

Download

Siete curiosi di di vedere come "tutto questo ha avuto inizio"? Ubuntu 4.10 è ancora disponibile per il download, sui server Canonical. Sicuramente non è utilizzabile per lavorare, dato che non è più aggiornato ma, alla fine... ...a che serve VirtualBox ;) ?

Fonte

Milo Casagrande nel nuovo Consiglio della Comunità di Ubuntu!

Attraverso le elezioni che si sono tenute un paio di settimane fa, è stato eletto il nuovo Consiglio della Comunità di Ubuntu. I suoi membri sono ora:

  • Amber Graner
  • Laura Czaikowski
  • Daniel Holbach
  • Elizabeth Krumbach
  • Mark Shutterworth
  • Martin Albisetti
  • Milo Casagrande
  • Scott Richie

Congratulazioni a tutti i nuovi eletti da parte della Comunità Italiana di Ubuntu! <<br>> Ma soprattutto, congratulazioni a Milo Casagrande, che da anni è tra le persone alla guida del loco team italiano e che ora è diventato il primo membro Italiano del consiglio della comunità internazionale.

Nell'annunciare il risultato delle elezioni, Mark Shuttleworth ha ricordato che l'obiettivo del progetto è cambiato negli mesi, passando da integrazione e distribuzione a includere anche sviluppo e design. Di conseguenza, la Comunità stessa deve ora trovare il suo nuovo ruolo all'interno di questo cambiamento. Uno dei compiti più importanti del nuovo Consiglio sarà dunque quello di aiutare la Comunità in questa trasformazione.

Fonte

Pianificazione per la 12.04 LTS

A breve, una grande parte della comunità Ubuntu e dei rappresentanti di molti progetti di software libero e le aziende, si riuniranno a Orlando per pianificare il tracciato che porterà al rilascio di Precise Pangolin.

Mark Shuttleworth nel suo blog dice: "Capire l'equilibrio ottimale degli obiettivi è il lavoro dell'incontro, ma possiamo tracciare qui qualche tema a largo raggio che sono in sviluppo in questo meta-ciclo e che verranno resi disponibili nella release LTS (Long Terms Support). Possiamo anche ricordare a noi stessi il modo in cui una LTS è diversa e l'impatto che avrà sulle nostre scelte di Orlando.

Questa è il quarto rilascio LTS di Ubuntu e come tale ha bisogno di portare avanti e consolidare la reputazione della LTS come piattaforma carrier-grade. Questo significa che ci sarà:

  • la regolazione del ciclo per destinare più tempo alla risoluzione dei problemi;
  • l'introduzione di nuove minime infrastrutture o cambiamenti visibili di piattaforma;
  • programmi d'azione orientati agli obiettivi e continuamente testati riguardo la performance;
  • accessibilità ai massimi livelli per le persone con esigenze speciali;
  • abilitazione e certificazione del tipo di hardware che le persone implementeranno.

Rick Spencer e il suo team stanno iniziando a pensare a una delle sfide critiche riguardo la necessità di supportare l'hardware più recente per un periodo di tempo più lungo. Rick illustrerà all'UDS la strategia che verrà adottata

Ubuntu è il sistema operativo # 1 per il cloud computing, sia che si misuri dal numero di istanze in esecuzione su tutte le strutture cloud pubbliche principali pubblico, sia sul numero di appliance basate su Ubuntu cloud, sia sul numero di cloud pubblici e privati ​​in esecuzione sul sistema operativo host Ubuntu.

Uno dei principali obiettivi è rendere facile la gestione dei servizi attraverso cloud pubblici, privati ​​e ibridi.

Abbiamo un'eredità da Debian che 12.04 LTS dovrà celebrare e mantenere, concentrando gli sforzi sul supporto, la certificazione,la qualità e la precisione.

12,04 sarà la prima LTS a supportare l'architettura ARM su parti selezionate SoC ARM. In un mondo dove la densità di calcolo è sempre la priorità sulla single-thread performance, l'ingresso di ARM nel mercato dei server è un cambiamento molto interessante. Ubuntu ha stabilito una competenza molto forte in ARM e credo che la LTS 12.04 darà potenza ad una nuova generazione di hardware per il data center.

Questo ciclo è l'occasione per mettere la perfezione in primo piano. Abbiamo un carattere meraviglioso che è stato progettato per migliorare la leggibilità, che è ora disponibile in Light e Medium come anche regular e Bold, nonché con una variante Mono. Questa è l'opportunità di lavorare sull'intera interfaccia desktop e di assicurarsi che stiamo usando esattamente il giusto peso in ogni luogo, mettendo a punto il lavoro che abbiamo fatto per diversi cicli.

Abbiamo anche bisogno di rendere giustizia al fatto che 12.04 LTS sarà il desktop preferito per molte delle più grandi implementazioni desktop Linux a livello mondiale, in alcuni casi superiore a mezzo milione di desktop in una sola istituzione. Quindi la 12.04 è anche l'occasione per garantire che il nostro desktop sia gestibile in scala e che possa essere aggiornato da 10.04 LTS senza problemi, come promesso. Il supporto per più monitor migliorerà, dato che è un requisito comune.

Durante l'UDS svilupperemo l'elenco delle aree per raffinare, ripulire e rendere 'preciso' il tutto, ma il tema principale del lavoro è il miglioramento continuo, privo di nuove infrastrutture importanti, nessun lavoro su pezzi che non hanno una progettazione completa.

E a Orlando sarà un colpo, come riesce sempre a fare l'UDS mettendo insieme un pubblico fantastico. E sarà un memorabile rilascio di Ubuntu nel mese di aprile 2012!"

Che dire... Appuntamento all'UDS, dove Mark promette che ne vedremo delle belle!

Fonte

Ubuntu Open Week: cos'è?

Nella settimana dopo la pubblicazione della nuovo rilascio di Ubuntu "Oneiric Ocelot", si è svolta l'Ubuntu Open Week, una serie di talk svoltasi in IRC, nei canali #ubuntu-classrom e #ubuntu-classrom-chat.

Eccovi il programma dell'evento:

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/10/screen-shot-2011-10-17-at-16.46.43.jpg

Eccovi alcuni dei talk più interessanti:

  • primi passi con lo sviluppo di Ubuntu, parte 1 e 2";
  • come scrivere la tua prima app;
  • social Networking in Ubuntu... cosa c'è di nuovo?;
  • xubuntu - Cos'è?;
  • usare Unity come un Boss;
  • i migliori modi per trovare supporto tecnico in Ubuntu.

Se siete curiosi potete trovare Qui ulteriori informazioni, compresi i log (le registrazioni) di tutti gli eventi.

Fonte

In Sud Africa Vodafone equipaggia il suo Webbook con Ubuntu

La compagnia Sud Africana Vodacom, del gruppo Vodafone, ha annunciato che, per il Sud Africa, il Webbook targato Vodafone sarà equipaggiato con Ubuntu.

Le specifiche per questo leggerissimo netbook sono: schermo da 10″ LCD, 512MB di RAM e 4GB di memoria di massa.

Il netbook è orientato a quella fascia di utenza che non ha la possibilità di acquistare un PC per la navigazione ad internet, sperando che sia uno strumento semplice e abbastanza economico da far avvicinare alla rete migliaia di Sud Africani.

Il costo del Webbook parte da 190$ fino a 245$, ma si può acquistare anche tramite abbonamento da 24$ al mese.

Fonte

Notizie dalla comunità

Ubuntu-it Meeting

Si è svolto sabato 15 ottobre scorso a Bologna, in una splendida giornata di sole autunnale, presso la sede del Consiglio del quartiere Porto, il consueto ritrovo dell’Ubuntu-it Meeting. Grande la partecipazione degli ubunteri italiani, a cui si sono aggiunti anche alcuni familiari, tra cui anche l’ubuntera più giovane, l’ultima arrivata della famiglia Gaspa.

Quest’anno, la Comunità ha voluto fare il “punto della situazione” delle proprie iniziative e scegliere la direzione verso cui orientarsi nei prossimi 6 mesi, alla fine dei quali sarà rilasciata una nuova LTS, Ubuntu 12.04 “Precise Pangolin”.

Il primo talk era intitolato “Tutto è cambiato o niente è cambiato? Discussione sulle novità in Oneiric”, in quanto c’era grossa attesa sulle novità che – sembrava – dovessero essere rilasciate per Ubuntu 11.10. Le novità invece sono state rimandate dallo stesso Mark Shuttleworth all’UDS – P, in corso proprio in questi giorni a Orlando, di cui vi daremo notizie nel prossimo numero.

Spazio quindi a Jeremie Tamburini, che ha illustrato con il talk “Gruppo Documentazione, la resurrezione”, quanto fatto per riportare in vita il Gruppo. Durante la discussione seguente sono state illustrate le prossime tappe per rimettere in moto la Documentazione, universalmente riconosciuta come fondamentale, ma ancora molto carente.

La parola è passata quindi a Paolo Sammicheli, con “Accoglienza e orientamento; discussione su come migliorare l'orientamento dei nuovi volontari”. Al talk è seguito un ampio dibattito in cui sono state fatte numerose proposte sull’orientamento dei nuovi arrivati, volte a semplificare e facilitare i contributi.

La discussione è proseguita a pranzo, svoltosi nel vicino ristorante greco, con grande soddisfazione di tutti gli intervenuti.

Nel pomeriggio, spazio al talk di Leo Iannacone sul rinnovamento dei portali della Comunità e subito dopo, ampio spazio al dibattito su “Ubuntu e Canonical, chi è cosa”, in cui la Comunità – che spesso viene confusa con la filiale italiana di Ubuntu – ha messo sul tappeto numerose proposte su come creare una propria identità di volontariato e divertimento, che la differenzia dall’azienda che sponsorizza Ubuntu.

A fine giornata, la cena sociale in un noto locale della zona, dove cibarie e bevande sono state rapidamente assimilate con la stessa rapidità delle discussioni. See you next year!

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 91235, +5365 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 118, -11 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 47104, +738 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Andrea Gasparini

Luca Falavigna

Matthew East

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter