Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 41 del 2010, riferito alla settimana che va da lunedì 6 a domenica 12 dicembre. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Un grazie e un in bocca al lupo a Matt Asay

Matt Asay ha iniziato a lavorare per Canonical all'inizio di quest'anno, e ben presto si è rivelato importante per allineare le attività concrete agli obiettivi strategici.

Sfortunatamente per Canonical, Matt Asay lascerà l'azienda il prossimo 17 Dicembre, a vantaggio di una neonata start-up. Nonostante la sua presenza in Canonical sia stata relativamente breve, sono in molti ad aver apprezzato il suo contributo positivo in molte aree aziendali.

Matt inizierà a lavorare in Strobe, una start-up appena nata con focus su open source e open web, in cui ricoprirà un ruolo senior nello sviluppo del business, che gli consenterà di sviluppare le sue capacità nella gestione dei clienti.

Canonical sta già cercando qualcuno che lo sostituisca, sperando di trovare qualcuno con lo stesso amore per i cartoni di Dilbert e The Smiths!

Fonte

Certificazioni di desktop HP

Come è noto, già da diverso tempo la società Canonical sta lavorando a stretto contatto con i maggiori produttori di computer, per certificare i dispositivi sui quali verrà installato Ubuntu. In questi giorni è stata pubblicata una lista di 11 nuovi modelli desktop targati HP, certificati da Canonical. Essi sono i primi di una lunga serie, che verrà svelata già a partire dalle prossime settimane. Si può vedere la nuova lista di HP Desktop certificati alla seguente pagina.

Dietro a questo primo e importante traguardo che è stato raggiunto con i dispositivi Desktop HP, c'è una vasta comunità di sviluppatori e professionisti che lavora in modo collaborativo, per poter raggiungere la migliore ottimizzazione e compatibilità hardware/software, offrendo al contempo agli utenti una esperienza desktop piacevole e di grande qualità.

Prima dell'acquisto di un nuovo pc, è possibile controllare personalmente, tramite il sito web di Canonical, la lista dei pc certificati dai tecnici Canonical.

Fonte

Deb files set to look prettier, informative in Ubuntu 11.04

Se pensate ad una icona .deb ricorderete una scatola beige con un aspetto uniforme e triste, che non trasmette alcuna informazione. In Ubuntu 11.04 potremmo avere un cambiamento grazie a "Deb-thumbnailer". Deb-thumbnailer renderà i file .deb molto più facili da distinguere grazie a un emblema sopra la normale icona .deb. Le immagini spiegano più di mille parole:

Foto di deb-thumbnailer a Luglio.

Fra un mare di file .deb scaricati, sarebbe molto più facile localizzare quello che si sta cercando guardando l'icona specifica.

Introduzione di default Matthew Paul Thomas ha aperto un bug chiedendo la pacchettizzazione dell'utilità: "...vorremmo inserire deb-thumbnailer di default in Ubuntu."

Se tutto va come pianificato, questa sarà una grande notizia per gli utenti di Ubuntu e gli sviluppatori dell'applicazione.

Fonte

Notizie dalla comunità

Nuovo membro Ubuntu

Siamo lieti di annunciare che Giuseppe Terrasi è stato nominato Ubuntu member.

Giuseppe si è fatto notare nella comunità per le sue collaborazioni nel Gruppo Promozione, collaborando alla fondazione della Newsletter e del progetto Diffondi Ubuntu, e negli ultimi tempi si è dedicato principalmente al Gruppo Documentazione, tanto da essere nominato Amministratore del Wiki.

L'assegnazione della membership internazionale rappresenta il riconoscimento dell'attività svolta e della costanza nel contributo. La membership comporta anche il diritto ad avere un indirizzo email @ubuntu.com e la possibilità di aggregare il proprio blog al Planet della comunità internazionale.

Congratulazione Giuseppe, continua così.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Rilasciata la seconda beta del Debian Installer 6.0

Il Debian Installer Team ha recentemente annunciato la disponibilità della seconda beta di Debian Installer 6.0, il tool di installazione che farà la sua comparsa in occasione del rilascio di Squeeze, la prossima release di Debian, ormai in dirittura di arrivo.

Molte le novità introdotte in questa release dell'installer, software estremamente delicato e importante data la sua centralità durante la fase di installazione. Debian Installer è ora basato sul kernel 2.6.32 per la grande maggioranza delle numerose architetture per cui Debian è disponibile, e supporta anche ZFS, il file system open source sviluppato da Sun. Miglioramenti sono stati effettuati anche ai componenti che si occupano di riconoscere le partizioni e i sistemi operativi già presenti sul sistema. Molti, infine, i bug risolti, alcuni anche particolarmente gravi come le corruzioni di dati segnalate su filesystem condivisi tra più macchine. Il Debian Installer è già stato localizzato in oltre 60 lingue, e per molte di queste le traduzioni sono già complete.

Questa release dell'installer è stata dedicata dal Debian Installer Team alla memoria di Frans Pop, Debian Developer prematuramente scomparso nell'agosto scorso, che aveva ricoperto l'incarico di Release Manager del Debian Installer per diversi anni, fornendo un contributo decisiva allo sviluppo del software.

Fonte

La prossima release di Debian supporterà ZFS (ma solo su GNU/kFreeBSD)

La prossima versione di Debian, denominata Squeeze, supporterà il file system ZFS. ZFS è un file system open-source, sviluppato dalla Sun Microsystems per il suo sistema operativo Solaris, ed è noto per la sua enorme capacità di gestione dei dati. La notizia dell'integrazione di ZFS in Debian è stata data da Robert Millan, sviluppatore Debian, sul suo blog. Per il momento, però, ZFS sarà disponibile solo su Debian GNU/kFreeBSD, una versione di Debian con kernel di FreeBSD. A causa della licenza CDDL (Common Development and Distribution License) con cui è rilasciato, incompatibile con la GPL, ZFS non è stato finora integrato ufficialmente in nessuna distribuzione GNU/Linux.

Fonte

Rubriche settimanali

La discussione della settimana

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?t=428575

Accadde su IRC

Cambiare Mac

<DAMN3dg1rl> raga.. è normale che un router possa cambiare mac??
<DAMN3dg1rl> il firmware mi permette di selezionarne uno a piacere..
<perrottino> ma si può cambiare ip senza riavviare il router?
<roxdragon> DAMN3dg1rl,  no non lo permette che io sappia
<perrottino> http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20081027173239AAOO0Th questo non fa sempre saltare il collegamento?
<roxdragon> stacca la presa della linea e la riattacchi
<roxdragon> xD
<roxdragon> perrottino,
<perrottino> roxdragon, dimmi
<DAMN3dg1rl> roxdragon, qua ho l'opzione davanti
<DAMN3dg1rl> cmnq non saprei..
<roxdragon> perrottino,
<roxdragon> stacca la presa della linea e la riattacchi
<perrottino> roxdragon, vabbè...
<DAMN3dg1rl> tra poco provo il router mi sa di avere impostato tt correttanente
<fabio_cc> DAMN3dg1rl, si è possibile impostare indirizzi mac locali, ma sono distinguibili da indirizzi mac universali
<fabio_cc> DAMN3dg1rl, differiscono per il primo bit
<DAMN3dg1rl> fabio_cc, quindi.. dall'esterno vedo quello di fabbrica, dall'interno quello che ho impostato io ?
<fabio_cc> DAMN3dg1rl, vedi quelli che hai impostato tu anche dall'esterno, ma non hai la garanzia di univocità
<DAMN3dg1rl> capito..
* DAMN3dg1rl prova a usare il router
<gabrielino> io
<gabrielino> odio
<gabrielino> ubuntu
<gabrielino> 9.10
<fabio_cc> DAMN3dg1rl, ha senso usare quelli locali sono in reti locali isolate, non connesse ad altre reti o ad internet
<DAMN3dg1rl> capito
<DAMN3dg1rl> cmnq
<fabio_cc> DAMN3dg1rl, buone prove
<DAMN3dg1rl> mi serve fortuna
<DAMN3dg1rl> fabio_cc, grazie
* DAMN3dg1rl has quit (Quit: Sto andando via)
<perrottino> mi sa che non si può... c'è qualcuno che usa jdownloader o sa come funge poiché mi chiedo se va ad agire sul router
<leopesto> no, non fa niente

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 82773, -1286 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 48, +3 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 44580, +63 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Lorenzo De Liso

Luca Falavigna

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter