Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 39 del 2010, riferito alla settimana che va da lunedì 22 a domenica 28 novembre. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie dalla comunità

Alessio Treglia è Ubuntu Core Developer

La nostra comunità può da oggi vantarsi di avere un nuovo Core Developer annoverato tra i propri ranghi: si tratta di Alessio Treglia, meglio noto ai più come quadrispro.

Dopo essere stato nominato MOTU circa due anni fa, il nostro Alessio si è buttato a capofitto nello sviluppo di Debian, diventando Debian Developer, e ora è stato ammesso nell'esclusivo club dei Core-Devs dopo il consueto esame da parte della Developer Membership Board, l'organismo che si occupa di attribuire i privilegi di accesso in archivio ai contributori di Ubuntu.

Gli Ubuntu Core Developers sono gli sviluppatori che hanno accesso all'intero archivio di Ubuntu, inclusa la porzione, nota come main, che comprende i pacchetti più delicati come GNOME, Firefox, il kernel e via discorrendo. Avendo ora i pieni privilegi di upload sia in Debian sia in Ubuntu, la comunità si interroga su quanti danni riuscirà a fare Alessio nei prossimi mesi. I nostri computer sono ancora al sicuro? Non sarà forse il caso di migrare in massa a Fedora? Quanti pacchetti vuoti riuscirà a caricare il Nostro? Non resta che incrociare le dita, e nel frattempo porgere le nostre congratulazioni ad Alessio per il risultato raggiunto!

Novità dal Gruppo Documentazione

Con cadenza mensile il Gruppo Documentazione rilascerà un report sintetico dei lavori svolti.

Assieme all'organizzazione di riunioni pubbliche più frequenti, questa iniziativa ha lo scopo di raggiungere tre obiettivi:

  • uniformarsi ai gruppi della comunità internazionale
  • tenere traccia delle azioni intraprese nel passato
  • rendere il gruppo più aperto tenendo traccia delle attività in corso.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Aggiornamenti dal «Debian Multimedia Team»

Durante il ciclo di sviluppo di «Debian Squeeze», il Multimedia team di Debian ha svolto un importante lavoro di sviluppo.

I dettagli sono stati resi noti pochi giorni fa sulla mailing list Debian Devel Announce da uno dei maintener del progetto, Alessio Treglia.

Ecco il collegamento all'annuncio ufficiale (in lingua inglese) e una traduzione, in lingua italiana, che lo stesso Alessio ha pubblicato sul suo sito.

Debian e Google Code-in 2010

Dopo il successo del Google Summer of Code una nuova iniziativa, aperta a tutti gli studenti delle scuole superiori (con una età compresa tra 13 e 18 anni) ai quali sarà data l'opportunità di contribuire al mondo open-source, è stata avviata in questi giorni. Si tratta di Google code-in 2010 .

Al Google code-in 2010 partecipa anche Debian come "organizzazione di mentoring". Questo vuol dire che fino al 10 gennaio prossimo, data conclusiva dell'evento, sarà possibile contribuire anche allo sviluppo della distribuzione tentando di completare alcune attività.

Le proposte di Debian sono elencate in questa pagina. Una volta effettuato l'accesso all'interfaccia web, gli studenti potranno scegliere quali compiti completare e interagire con i rispettivi mentori che, a loro volta, utilizzeranno il sito per segnalare le attività completate.

È possibile contribuire all'iniziativa in diversi modi:

  • suggerendo lavori da svolgere (che dovrebbero essere dettagliatamente descritti, al fine di ridurre le ricerche preliminari di cui avranno bisogno gli studenti);
  • guidando gli studenti nelle iniziative suggerite o in quelle già definite;
  • entrando nel canale #debian-soc per fornire supporto agli studenti;
  • essendo, per ultimo ma non meno importante, gentili con gli studenti che faranno domande nelle mailing-list o sui canali IRC.

Per aiutare gli studenti a completare le attività suggerite, è necessario utilizzare l'interfaccia web, accettando i compiti completati e, occasionalmente, rispondendo alle domande inserite dagli stessi. Non è necessario utilizzarla per il lavoro "giornaliero" di assistenza che può essere svolto su IRC nel canale #debian-soc, dove tutti i contributori Debian sono invitati a collaborare.

Per porre domande, suggerire attività o per aiutare con il mentoring, scrivere alla lista ufficiale del progetto.

Fonte

Finlandia: "Le barriere dell'open source sono l'ignoranza e la mancanza di distribuzione"

Secondo Tommi Kartaavi, consigliere all'Associazione per le Autorità Locali e Regionali Finlandesi, le ragioni principali del fallito passaggio al software libero per le municipalità sono da imputarsi a pregiudizi e ignoranza sull'argomento, e alla mancanza di esperienza informatica in questo ambito.

Kartaavi ha parlato dell'uso del software libero da parte della pubblica amministrazione Finlandese a OpenMind, una conferenza che si è tenuta a Helsinki il 10 di Novembre, sottolineando come il software libero sia una grande risorsa per le municipalità, perché consente di risparmiare molto, soprattutto grazie alla possibilità di riutilizzarlo. Inoltre, permette alla pubblica amministrazione di offrire ai cittadini servizi di eGovernment.

Kartaavi ha aggiunto che il COSS (centro Finlandese per l'open source) e l'OSOR, stanno facendo molto e che per combattere i pregiudizi è importante rendere disponibili nuovi esempi di uso dell'open source che abbiano portato a dei buoni risultati. Il consigliere sottolinea anche l'importanza della raccomandazione sull'uso del software libero pubblicata dal governo Finlandese nel 2008, in cui si invita la pubblica amministrazione a iniziare a condividere e riutilizzare dati e applicazioni, rendendo queste ultime disponibili come open source.

Fonte

Francia: nuovo database open source per la Sicurezza Sociale Francese

Il database open source PostgreSQL per la gestione del sistema (DBMS), è il nuovo motore della "France's Caisse Nationale d'Allocations Familiales (CNAF)". L'organizzazione, responsabile nel 2009 per circa 69 miliardi di euro di benefici distribuiti a 11 milioni di aventi diritto, all'inizio di quest'anno, ha sostituito i suoi DBMS proprietari con l'alternativa open source. Secondo un comunicato, pubblicato a settembre dalla società Bull, che assiste CNAF, il database PostgreSQL elabora quasi un miliardo di query SQL al giorno.

"La nostra scelta per PostgreSQL non è dovuta al fatto che il software sia open-source", ha detto Marc Pavie, Vice Direttore dei Sistemi Informativi,"Esso è tecnicamente ricco di DBMS, che includono delle caratteristiche di cui abbiamo bisogno. Ha livelli di prestazione e affidabilità in grado di soddisfare i nostri obbiettivi di produzione".

Tuttavia Pavie afferma che il passaggio a PostgreSQL permetterà all'organizzazione di ridurre i costi sulle licenze per un DBMS proprietario. "Questa è stata l'occasione per ridurre il budget delle licenze". Il vice direttore dell'IT è fiducioso della comunità open source coinvolta nello sviluppo di PostgreSQL: questo porterà certamente un aumento della qualità.

La migrazione verso un DBMS open source è stata avviata nel 2008, spiega Bull nella sua dichiarazione. "In totale, ci sono voluti 18 mesi per eseguire la trasferimento dei 168 database coinvolti, per un totale di 4 Terabyte di dati".

"Le regolari mansioni amministrative sono state automatizzate e la supervisione del sistema è effettuata utilizzando una soluzione open source, Nagios. Inoltre, nell'architettura, è stata implementata la funzionalità "dual high-avability", con un sito remoto di business recovery e servizi locali basati sulla continuità del servizio.

In accordo con l'azienda IT, PostgreSQL e CNAF vengono eseguiti su server che utilizzano Red Hat Linux. Questi server sono in esecuzione su mainframe della società Novascale, e consentono all'organizzazione di eseguire simultaneamente le applicazioni "Cobol" su altre partizioni.

Fonte

Dallo stivale

Vendola, la Puglia e Microsoft

Questa settimana il Governatore della regione Puglia, Nichi Vendola, ha firmato un protocollo di intesa con Microsoft Italia, per, come si legge dal comunicato ufficiale della regione, consolidare l’innovazione e l’eccellenza nell'ideazione, sviluppo e utilizzo delle tecnologie e delle soluzioni informatiche valorizzando il ruolo della Regione nelle relazioni dirette con i più grandi gruppi internazionali del settore.

Naturalmente la risposta delle varie comunità del software libero non si è fatta attendere, infatti sono state inviate provvidenzialmente varie lettere di protesta al Governatore. Tra le associazioni più importanti non possiamo non citare la ASSOLI (Associazione per il Software Libero), che ha redatto un comunicato stampa inviato ai giornali nazionali e alla regione Puglia, per chiedere chiarimenti e spiegare il perché secondo loro un accordo con Microsoft non è conveniente per una pubblica amministrazione.

A sua volta il governatore Vendola, ha assicurato che il software libero è ancora al centro del suo programma e che il prossimo giovedì verrà votata una legge regionale per promuovere l'adozione del software libero nella pubblica amministrazione pugliese.

Come sempre il confronto/conflitto tra il software libero e quello proprietario porta a grandi discussioni sui rispettivi pregi e difetti, ora non ci resta che attendere gli sviluppi di questa storia per capire chi vincerà questa battaglia, anche perché la "guerra" è ancora lunga.

Fonte

Nasce Educoo.it

Nasce EducOO.it, sezione italiana del progetto EducOO.org. EducOO è un'associazione senza fini di lucro composta da membri di education.openoffice.org, i cui obiettivi principali sono quelli di:

  • creare una rete di corrispondenti locali;
  • ospitare contenuti didattici gratuiti resi disponibili attraverso un formato aperto, soprattutto l'Open Document Format;
  • supportare gli studenti nella scrittura di codice per Open Office (progetto OpenOffice.org Education);

  • partecipare alle varie manifestazioni ufficiali.

Fonte

Rubriche settimanali

Accadde su IRC

Scaricare Crossover?

<tizio> Scusate, c'è un modo per scaricare Crossover?
<K99Brain> Certo, è semplicissimo
<tizio> come ;)?
<K99Brain> Comprarlo
<tizio> -.-
* tizio è uscito (Quit: Me ne vado)

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 84753, -643 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 40, -1 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 44100, +303 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessio Treglia

Devid Antonio Filoni

Lorenzo De Liso

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter