Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Guida verificata con Ubuntu: 20.10

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

In Ubuntu 20.10 il software di installazione è stato elaborato in modo da presentare la medesima interfaccia grafica indipendentemente dal fatto che il computer abbia hardware UEFI o BIOS. Vale a dire che l'utente si troverà di fronte le medesime schermate di avvio utilizzate in modalità UEFI in Ubuntu 20.04.

Purtroppo in questa nuova versione dell'installer è stato introdotto un fastidioso bug (bug-1893964) che obbliga (anche se non necessario) i computer con BIOS oppure UEFI in modalità Bios Legacy a creare la partizione di avvio EFI.

Il bug non comporta nessun problema per installazioni su computer con UEFI "puro", cioè senza aver attivato opzioni di retro compatibilità con i vecchi BIOS.
Non si ravvisano problemi nemmeno nel caso in cui il sistema sia stato aggiornato dalla versione 20.04 alla 20.10.

Effetti del bug

Per installazioni con procedura automatica non si dovrebbero ravvisare problemi. Il sistema crea (sebbene superflua) la partizione EFI in modo autonomo.

I problemi possono verificarsi quando si effettua la procedura di installazione con partizionamento manuale. In tal caso un utente che non è al corrente del bug, non ha la più pallida idea che sia richiesta una partizione EFI su di un computer "BIOS like". In tal caso l'installazione si bloccherà con messaggio di errore nel momento in cui viene installato il boot loader.

Soluzioni

  • Tramite aggiornamento del sistema
    Non sono stati riscontrati problemi relativi a questo bug attraverso l'aggiornamento di versione. Pertanto l'aggiornamento dalla versione 20.04 alla 20.10 dovrebbe andare regolarmente in porto.

  • Tramite creazione partizione EFI
    Qualora si decida di installare Ubuntu 20.10 su computer basati su BIOS passando dal partizionamento manuale, sarà necessario creare manualmente una partizione primaria per accogliere la partizione EFI.

    Se si necessita di recuperare spazio, dopo l'installazione la partizione EFI può essere rimossa e la relativa stringa sul file /etc/fstab può essere commentata o cancellata.

    Purtroppo su dischi con MBR questa procedura non può funzionare se non si hanno a disposizione partizioni primarie da dedicare alla partizione EFI. In tal caso l'unica soluzione rimane l'aggiornamento di versione.

Ulteriori risorse


CategoryInstallazioneSistema