• Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

Python è un linguaggio di programmazione ideato da Guido Von Rossum nel 1991 e derivato da un precedente linguaggio chiamato ABC. È interpretato e quindi eseguibile su ogni piattaforma per la quale ne esista l'interprete (Linux, Windows, Mac, Symbian ...).

Python può appoggiarsi a diverse librerie per la creazione di GUI (wxpython, pygtk, pygq...), tool per lo sviluppo di giochi (pygame, pysdl...), per la lettura di file mpeg (pymad), database (mysqldb, ...).

È un linguaggio ad alto livello, ha una sintassi molto piacevole e intuitiva (ideale per chi si avvicina alla programmazione). I programmi scritti in python risultano spesso molto sintetici ed eleganti nella forma (ma ricordiamo che tutto dipende anche dallo stile personale del programmatore! ).

È nativamente un linguaggio orientato agli oggetti ma a differenza di altri linguaggi come il java permette anche uno stile procedurale e/o funzionale.

Ideale per realizzare applicazioni velocemente, è utilizzato per una vasta gamma di scopi: scripting, creazione di programmi completi, estensioni di programmi scritti in C, realizzazione di prototipi di applicazioni che andranno poi riscritte in altri linguaggi.

Installazione

Con l'installazione predefinita di Ubuntu l'interprete python è già presente nel sistema. In caso contrario, è sufficiente installare il pacchetto python.

Verifica Configurazione

Bene ora non resta che lanciare l'interprete interattivo e fare pratica.

Aprire un terminale e digitare:

python

Dovrebbe apparire qualcosa del tipo:

Python 2.6.5 (r265:79063, Apr 16 2010, 13:09:56) 
[GCC 4.4.3] on linux2
Type "help", "copyright", "credits" or "license" for more information.
>>> 

Semplici comandi

Una volta avviato l'interprete, imparare ad usarlo:

>>> print  "Hello World!"
Hello World!
>>> print  2+3
5
>>> print  "2 + 3 = ",  2+3
2 + 3 = 5

L'utilizzo è molto semplice ed intuitivo e la maggior parte dei comandi sono semplici parole provenienti dal vocabolario inglese.

Per indicare i blocchi di codice si usa l'indentazione. Essa in Python non è solo una buona abitudine del programmatore ma è obbligatorio. Per esempio il codice appartenente a un ciclo deve essere indentato:

>>> i=0
>>> while i<10:
...     i+=1
...     print "il doppio di", i, " e' ", i*2
...
il doppio di 1  e'  2
il doppio di 2  e'  4
il doppio di 3  e'  6
il doppio di 4  e'  8
il doppio di 5  e'  10
il doppio di 6  e'  12
il doppio di 7  e'  14
il doppio di 8  e'  16
il doppio di 9  e'  18
il doppio di 10  e'  20
>>>

Altrimenti succede questo:

>>> i=0
>>> while i < 10:
... i=i+1
  File "<stdin>", line 2
    i=i+1
    ^
IndentationError: expected an indented block
>>>

Uscire dall'interprete premendo Ctrl+D, oppure digitando il seguente comando in una finestra di terminale:

>>> exit()

Per provare a realizzare un piccolo script procedere come segue:

  • Aprire un editor di testo e inserire le seguenti righe:

    print  "Ciao mondo!"
  • Salvare il file come ciao.py.

  • Spostarsi nella cartella contenente il file tramite il comando:

    cd
  • Digitare il seguente comando:

    python ciao.py
    per eseguire lo script. Se non si è sbagliato qualcosa, si dovrebbero leggere le parole «"Ciao mondo!"» stampate a video.
  • Impostando i permessi di esecuzione sullo script con il comando:

    chmod u+x ciao.py

    è possibile eseguirlo più semplicemente digitando:

    ./ciao.py
    questo grazie alla prima riga dello script, che serve proprio a richiamare il comando python per noi.

Esempi

Nelle pagine a seguire, sono presenti diversi script esemplificativi a difficoltà crescente:

  • Listati: esempi di alcuni programmi scritti in Python a difficoltà crescente.

  • Interfacce grafiche: esempi di alcuni programmi scritti in Python con semplice interfaccia grafica.

Ulteriori risorse

  • python.it: Il sito di riferimento per i programmatori python italiani! Qui potete trovare le traduzioni in italiano della documentazione ufficiale nonché le FAQ sul linguaggio.

  • python.org: Il sito ufficiale del linguaggio python. Trovate la documentazione in inglese aggiornata all'ultima versione dell'interprete, in più tutte le novità e le iniziative che ruotano intorno a questo linguaggio.

  • Pensare da informatico di Allen B. Downey, Jeffrey Elkner e Chris Meyers. Questa guida è altamente consigliata in quanto è ritenuta la migliore da molti per iniziare con il Python.

  • Imparare a programmare di Alan Gauld: Due guide sull'uso del linguaggio Python adatte anche a chi in generale non ha esperienza nell'ambito della programmazione.


CategoryProgrammazione