• Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione.

Introduzione

All'interno della seguente pagina sono presenti le istruzioni per masterizzare un'immagine .iso.

Preparativi

Prima di masterizzare l'immagine, si consiglia di verificare l'Md5Sum del file .iso, in modo da controllare che il processo di download sia avvenuto correttamente.

Si consiglia la scrittura su supporto ottico utilizzando una velocità intermedia o bassa tra quelle messe a disposizione dal masterizzatore. Inoltre è preferibile non eseguire altre operazioni durante la masterizzazione.

Masterizzare con Ubuntu

Per masterizzare un'immagine è sufficiente fare clic con il Pulsante destro del mouse sul file .iso e selezionare l'opzione Scrivi su disco..., nella finestra che si apre premere il bottone Masterizza.

Masterizzare con Kubuntu

Per masterizzare un'immagine è sufficiente fare clic con il Pulsante destro del mouse sul file .iso e selezionare l'opzione Azioni → Scrivi immagine CD o DVD con K3b, per avviare il processo di masterizzazione premere il bottone Avvia.

Masterizzare con Xubuntu

Per masterizzare un'immagine è sufficiente fare clic con il Pulsante destro del mouse sul file .iso e selezionare l'opzione Apri con → Xfburn, per avviare il processo di masterizzazione premere il bottone Masterizza.

Masterizzare con Windows

Fino a Windows Vista

  1. Scaricare ed installare il programma Infrarecorder reperibile a questo indirizzo;

  2. Avviare il programma appena installato, selezionare il bottone Write Image ed indicare il percorso del file .iso;

  3. Nella finestra visualizzata selezionare il bottone OK per masterizzare l'immagine.

In alternativa da Windows XP fino a Windows Vista è possibile aumentare le potenzialità del sistema di masterizzazione presente in modo predefinito nel sistema operativo.

  1. Scaricare ed installare il programma ISO Recorder reperibile a questo indirizzo;

  2. Selezionare il file ISO, premere il tasto applicazioni (tasto destro) e selezionare il comando del menu a tendina "Copia immagine su CD".

Windows 7

Per masterizzare un'immagine è sufficiente fare clic con il Pulsante destro del mouse sul file .iso e selezionare l'opzione Scrivi sul disco, scegliere il masterizzatore e premere il bottone Masterizza.

Windows 8

Inserire il disco da scrivere nel masterizzatore, fare clic con il Pulsante destro del mouse sul file .iso e selezionare l'opzione Masterizza immagine disco.

Masterizzare con Mac OS X

  1. Avviare dal menù Applicazioni → Utility → Utility Disco;

  2. Trascinare il file .iso nella barra sinistra del programma;

  3. Selezionare l'immagine appena trascinata e premere il bottone Masterizza per masterizzare l'immagine.

Consigli sulla masterizzazione

La masterizzazione di una immagine .iso è un procedimento delicato, da cui dipende la corretta installazione del sistema operativo. Di seguito vengono indicati i metodi corretti da eseguire per evitare problemi di scrittura.

  • Masterizzatore: può avere problemi/limitazioni relativi alla regolazione della forza del laser o a perdite di prestazioni dello stesso. La potenza del laser può degradare con il tempo e lo sporco sulla lente, rendendo più difficoltosa la scrittura alle velocità maggiori: di conseguenza la traccia eseguita a velocità alte risulterà più debole e visivamente più chiara rispetto a quelle eseguite a velocità inferiori. Inoltre il posizionamento della testina laser diventa meno preciso in caso di velocità di scrittura elevata, soprattutto per masterizzatori vecchi. Pertanto si consiglia di masterizzare a una velocità intermedia tra quelle messe a disposizione dal masterizzatore.

Per verificare la potenza di scrittura del masterizzatore, è possibile eseguire un disco in multi-sezione a velocità differenti e analizzare come varia l'intensità della traccia alle differenti velocità. Questo permette anche di verificare la compatibilità tra disco e masterizzatore alle diverse combinazioni.

  • Supporto ottico: è soggetto a vibrazioni tanto maggiori quanto maggiore è la velocità di scrittura. Superando la capacità di scrittura certificata e indicata sul supporto ottico (ad esempio 48×), il laser potrebbe non incidere in modo sufficiente la lamina metallica del CD/DVD e non ne viene più garantita la lettura. Le informazioni ATIP contenute nel supporto ottico dovrebbero evitare questi problemi e garantire sempre la migliore scrittura possibile. Nel caso di supporti economici (generalmente caratterizzati da lamine molto sottili che garantiscono un'elevata sensibilità al laser) oppure invecchiati o mal conservati, quando questi vengono masterizzati a velocità troppo basse con scarse proprietà di regolazione del laser, si può verificare la bruciatura della lamina.

  • Utilizzo: durante la masterizzazione si consiglia di non far eseguire altre operazioni al PC, in quanto sovraccaricando la macchina di compiti è facile incorrere nello svuotamento della cache del masterizzatore e nella difficoltà di riprendere correttamente la traccia anche se presente il burn proof o simili. Allo stesso modo è preferibile masterizzare a macchina fresca e lontano da operazioni che hanno richiesto l'uso dell'unità (la temperatura può influenzare sia la stabilità del supporto vergine, sia le potenzialità del laser). Bisogna evitare che il computer (soprattutto se datato) non vada in modalità d'attesa o che si avvii il salvaschermo, in quanto queste azioni possono compromettere la masterizzazione; pertanto verificare le impostazioni del sistema operativo per evitare tali inconvenienti. Per avere risultati più stabili, è preferibile usare sempre gli stessi supporti ottici e velocità di scrittura.

Ulteriori risorse


CategoryHardware CategoryMultimedia