Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Introduzione

QMAIL è un Mail Transfer Agent. I binari di QMAIL sono liberamente distribuibili ma i sorgenti non possono essere modificati.

Installazione

Prima di tutto occorre procurarsi i sorgenti disponibili sui mirror di QMAIL in formato tar. Il nome del pacchetto è netqmail-1.05.tar.tar (l'attuale versione).

Tutti i comandi che seguono andrebbero eseguiti come root.

Scompattare l'archivio:

tar xzvf netqmail-1.05.tar.tar

e posizionarsi nella directory del pacchetto

cd netqmail-1.05

in cui lanciare i seguente comando:

./collate.sh

Entrare nella directory netqmail-1.05 con il comando:

cd netqmail-1.05

Creare i gruppi e le utenze che QMAIL userà per andare in esecuzione:

groupadd nofiles
useradd -g nofiles -d /var/qmail/alias alias
useradd -g nofiles -d /var/qmail qmaild
useradd -g nofiles -d /var/qmail qmaill
useradd -g nofiles -d /var/qmail qmailp
groupadd qmail
useradd -g qmail -d /var/qmail qmailq
useradd -g qmail -d /var/qmail qmailr
useradd -g qmail -d /var/qmail qmails

e infine creare la cartella che conterrà QMAIL con il comando:

mkdir /var/qmail

Compilare

make setup check

avviare il DNS (se disponibile) e immettere il comando:

./config-fast your.full.host.name

Configurazione

Lo script config-fast si occupa di configurare your.full.host.name nel file /var/qmail/control/me. Lo inserisce anche in control/locals e control/rcpthosts. In questo modo qmail è predisposto per accettare e mandare mail per l'host your.full.host.name.

Se tutto va bene si riceveranno dei messaggi simili a questi:

Putting wilcoyote.example.com into control/me...
Putting example.com into control/defaultdomain...
Putting example.com into control/plusdomain...
Putting wilcoyote.example.com into control/locals...
Putting wilcoyote.example.com into control/rcpthosts...
Now qmail will refuse to accept SMTP messages except to wilcoyote.example.com.
Make sure to change rcpthosts if you add hosts to locals or virtualdomains!

QMAIL non supporta nativamente /etc/aliases per il quale si avrà bisogno del pacchetto aggiuntivo fastforward. Lo si installi se si sta migrando a QMAIL da un altro Mail Transfer Agent, altrimenti, si può usare il meccanismo nativo di QMAIL per la gestione degli aliases.

Creare degli aliases nella directory ~alias/ come segue:

  • touch ~alias/.qmail-postmaster;chmod 644 ~alias/.qmail-postmaster

    tutte le email dirette a Postmaster saranno inoltrate a ~alias/Mailbox

  • touch ~alias/.qmail-qmailer-daemon;chmod 644 ~alias/.qmail-qmailer-daemon
    touch ~alias/.qmail-root;chmod 644 ~alias/.qmail-root
    questo è l'alias per l'utente root (in QMAIL non dovrebbe mai ricevere posta)
  • touch ~alias/.qmail-default;chmod 644 ~alias/.qmail-default
    a questo alias vengono indirizzate tutte le email con destinatario non raggiungibile (anche se dopo 2 volte un messaggio con destinazione irraggiungibile va a Postmaster)

QMAIL contiene un DA proprio (qmail-local).

qmail-local consegna le email nella directory ~user/Mailbox, piuttosto che in /var/spool/mail/user. Usa il formato mbox, con lockf o flock come meccanismo di lock dei file di posta.

Migrazione da un MTA esistente

Spostare tutte le caselle di posta presenti nella cartella /var/spool/mail/user in ~user/Mailbox. Per sicurezza farlo in single-user mode, ovvero con il comando:

init 1
mv /var/spool/mail/user ~user/Mailbox

Se si vuol mantenere ancora il vostro vecchio MTA procedere come segue.

Come root eseguire, per ogni utete, il comando:

ln -s /var/spool/mail/user ~user/Mailbox

Assicurarsi che i permessi di /var/spool/mail siano impostati in 1777, per impedire che gli utenti possano rimuovere i link accidentalmente.

Se come DA si usa procmail assicurarsi di modifcare la variabile SYSTEM_MBOX in config.h e ricompilate.

Se /var/spool/mail è estesa, si può configurare il proprio software per guardare direttamente in ~user/Mailbox aggiungendo:

  • setenv MAIL $HOME/Mailbox

    nel file .cshrc;

  • MAIL=$HOME/Mailbox; export MAIL

    nel file .profile

Adesso il passo finale:

cp -R /var/qmail/boot/home /var/qmail/rc

Ricordarsi di aggiungere la & nel file /var/qmail/rc altrimenti il vostro sistema si bloccherà al riavvio!!

Ora creare i links per l'avvio al boot di qmail come segue:

ln -s /var/qmail/rc /etc/rc2.d/S20qmail

mentre per arrestare qmail basta il comando:

kill -KILL `pidof qmail-send`

Riavviare e provare se tutto va bene.


CategoryServer CategoryDaRevisionare