Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

In questa guida verrà presentato in linea generale Android SDK e le sue principali funzionalità. Inoltre verranno riportate le istruzioni su come installare e configurare Andorid SDK sul sistema operativo Ubuntu.

Che cos'è Android SDK

Android Software Development Kit (SDK) è un insieme di strumenti legato al sistema operativo Android che permette di scrivere e sviluppare applicazioni nel linguaggio di programmazione Java. Oltre che per lo sviluppo di applicazioni, Andorid SDK è utilizzato, per esempio, per ottenere i privilegi di amministratore su un dispositivo Android con l'aiuto di applicazioni di terze parti oppure per cercare e risolvere problemi in caso di malfunzionamento.

La maggior parte degli utenti che utilizzano Android non si preoccupa di utilizzare questo strumento, tuttavia diventa molto utile nel caso in cui si voglia conoscere meglio il sistema operativo e soprattutto nel caso in cui qualcosa vada storto.

Preparazione e installazione

Prima di iniziare a configurare SDK è necessario preparare il nostro sistema in modo da procedere correttamente con l'installazione. L'installazione di SDK non è così immediata rispetto a come lo era due anni fa in seguito a importanti aggiornamenti che sono stati effettuati durante questo periodo. La configurazione di SDK invece è relativamente semplice.

Scaricare il pacchetto Android SDK

Scaricare ed estrarre il pacchetto .tar.gz, relativo alla versione Linux, reperibile da questa pagina.

Configurare Java

Fino alla versione r07 di SDK tutto quello che era necessario per lo sviluppo di applicazioni era incluso in un unico archivio .tgz. Tuttavia, con il rilascio della versione r08, tutti gli strumenti necessari si possono ottenere utilizzando AVD Manager posizionato nella cartella /<sdk>/tools.

Prima di poter avviare AVD Manager è necessario però configurare Java in modo da non ricevere nessun errore XML. Per fare questo installare i seguenti pacchetti:

In questo modo verrà installato OpenJDK, un'implementazione di Java che permetterà l'utilizzo corretto della piattaforma SDK.

Scaricare gli strumenti per SDK

Android SDK contiene un importante protocollo chiamato Android Debug Bridge (ADB).

ADB è contenuto nell'installazione della piattaforma SDK. Esso è uno strumento utilizzabile da linea di comando, utilizzato per controllare e comunicare con dispositivi collegati con cavo USB. Una volta installato, è possibile utilizzare ADB per copiare e trasferire file dal computer al dispositivo mobile, installare applicazioni, lanciare comandi, visualizzare file di log e molto altro.

Per ottenere questi strumenti è necessario eseguire Android SDK e AVD Manager.

  • Spostarsi quindi nella cartella ~/android-sdk-linux_x86/tools e digitare in un terminale il seguente comando:

    ./android
  • Nella nuova finestra che comparirà, fare clic sulla voce Available Packages. Saranno quindi disponibili il repository ufficiale di Android e quello di terze parti, in questo caso fare clic su Android Repository e installare il repository selezionato.

  • Fare ora clic sulla voce Accept All e procedere con l'installazione.

    Controllare di avere a disposizione almeno 2 GB di memoria libera nell'hard disk.

  • Una volta conclusa la fase di download si verrà informati che il demone ADB sarà riavviato. Fare clic su Yes per terminare.

Configurazione del sistema

Per un corretto funzionamento di SDK è necessario effettuare qualche modifica a Ubuntu. Prima di tutto bisogna impostare il percorso che andrà a include ADB e gli altri strumenti di SDK, successivamente controllare che il proprio hardware verrà riconosciuto una volta lanciato ADB.

Modificare il percorso per l'ambiente SDK

Un buon numero di utenti era solito posizionare i propri progetti e applicazioni nelle stesse directory dove erano presenti gli strumenti necessari. Ciò era altamente rischioso poiché le directory vengono ingombrate e, in seguito ad una pulizia a SDK, era possibile che un file importante venisse cancellato causando l'arresto immediato del programma. La modifica di questo percorso aiuterà l'utente a utilizzare in modo sicuro strumenti come ADB e permetterà di avviarlo da qualsiasi directory ci si trovi.

Modificare con un editor di testo il file .bashrc presente nella propria home e inserire all'inizio del file le seguenti linee di testo:

#AndroidDev PATH
export PATH=${PATH}:~/android-sdk-linux_x86/tools
export PATH=${PATH}:~/android-sdk-linux_x86/platform-tools

Preparazione dell'hardware

Per controllare se il proprio dispositivo viene riconosciuto da ADB, aprire una finestra di terminale e digitare il seguente comando:

adb devices

Comparirà in elenco il dispositivo collegato tramite cavo USB.

Se il dispositivo non viene visualizzato correttamente fare riferimento al seguente bug (#316215).

Ulteriori risorse


CategoryProgrammazione CategoryDaRevisionare