Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 30 del 2009, riferito alla settimana che va da lunedì 21 a domenica 27 settembre. Per qualsiasi commento, insulto o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Ubuntu Moblin Remix: fuori l'edizione per gli sviluppatori

Canonical, Dell ed Intel hanno reso disponibile pubblicamente la prima immagine dedicata agli sviluppatori di Ubuntu Moblin Remix (UMR). La distribuzione è una combinazione fra il core di Moblin ed Ubuntu Netbook Remix. L'immagine img è compatibile con il netbook Dell Inspiron Mini 10v, equipaggiato del processore Intel Atom per cui è stato appositamente pensato Moblin. Mark Shuttleworth, CEO e fondatore di Canonical, ha definito questo rilascio come un ponte per gli sviluppatori che vogliono avvicinarsi a Moblin, mentre Doug Fisher, Vice Presidente di Intel Software e Services Group e general manager della divisione System Software, ha sottolineato il fatto di come solo 3 mesi fa Moblin si trovava ancora in fase beta.

Fonte

Ubuntu 10.04: un colpo d'occhio

Mark Shuttleworth all'Atlanta Linux Fest ha illustrato gli obiettivi di Ubuntu 10.04 "Lucid Lynx", innanzitutto ha spiegato che la versione che verrà rilasciata il prossimo aprile sarà la terza LTS (Long Term Support), quindi verrà rispettata la tabella di marcia che vede l'uscita di una LTS ogni 2 anni. Sono ormai 5 anni che Canonical rilascia le varie versioni di Ubuntu con scadenze precise, questa è una delle caratteristiche che sta portando, quest'ultimo, ad essere considerato un sistema operativo di grande qualità, in quanto anche molti progetti proprietari non riescono a rispettare le scadenze fissate. Shuttleworth ha anche informato che Ubuntu 10.04 non avrà GNOME 3, ma si baserà ancora su GNOME 2, questo è abbastanza ovvio in quanto le versioni LTS hanno software molto stabile, quindi utilizzare GNOME 3 di default potrebbe portare a grossi problemi di manutenzione visto che la prossima versione, di GNOME, dovrebbe uscire a marzo 2010, un solo mese prima di "Lucid Lynx". Chi vorrà vedere la nuova versione di GNOME su Ubuntu dovrà aspettare la 10.10. Si è parlato poi del Cloud Computing e di come Ubuntu server voglia puntare su questa nuova tecnologia, non si è capito quali migliorie saranno fatte sulla versione 10.04, ma sicuramente Canonical vuole far diventare il Cloud Computing la pietra miliare di Ubuntu server. Quindi non ci resta che aspettare questa nuova LTS, ma da come ne parla Mark Shuttleworth sarà sicuramente un nuovo passo verso l'affermazione di Ubuntu sia sui desktop che sui server.

Fonte

Notizie dalla comunità

Jeremie Tamburini Membro di Ubuntu-it

Jeremie Tamburini, colonna portante del Forum e noto divoratore di bistecche alla Fiorentina è divenuto Membro di Ubuntu-it. A lui il ringraziamento per l'eccellente contributo apportato fin ora e l'augurio di buon lavoro da parte di tutta la redazione della Newsletter. Continua così Jeremie :)

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Spagna: l'Andalusia distribuisce pc portatili agli studenti

El Paìs, il famoso quotidiano spagnolo, ha annunciato questo mese che a partire da gennaio prossimo, la regione autonoma dell'Andalusia metterà a disposizione di 190.500 tra studenti e insegnanti un computer portatile con sistema operativo libero. La distribuzione di questi computer è parte del progetto Escuela 2.0 del governo centrale spagnolo: il progetto si indirizzerà, all'inizio, solo agli studenti del quinto anno delle medie superiori, ai quali alla fine dell'anno verrà lasciato il pc gratuitamente o dietro pagamento di una piccola cifra a forfait. Il costo di ogni singolo computer, grazie anche all'adozione del software libero, sarà per il governo regionale di solo circa 290 euro per un totale di circa 80 milioni di euro. Interessante è che per questo progetto ci si sia affidati ad un sistema operativo basato su debian, guadalinex, una distribuzione appositamente creata per dare compimento al decreto 72/2003 della giunta regionale dell'Andalusia dove si dichaira che la regione opta per il software libero per dare impulso all'educazione informatica della società.

Fonte

Dallo stivale

Progetto ViVo

"ViVo" è un progetto interessante che è nato dalla necessità degli utenti di usufruire in mobilità, delle essenziali applicazioni visive e vocali. E' nata così una suite completa per rispondere a questa esigenza ormai largamente diffusa. Le peculiarità di questi strumenti software liberi messi a disposizione, si possono così riassumere: sono distaccati dal sistema operativo; consentono di essere eseguiti in grande mobilità. Infatti, non è necessaria l'installazione di questo pacchetto sul disco fisso dove è caricato il S.O., con la possibilità quindi di usare queste applicazioni, contenute in una comune penna USB, dovunque ci si possa trovare: negli uffici, con gli amici, nelle scuole, nelle sempre più numerose postazioni di Internet Point. La finestra principale di ViVo è "parlante" ed è sufficientemente curata nella grafica e nei colori, per facilitare la visualizzazione delle opzioni offerte, anche a chi ha problemi di dislessia oppure è ipovedente. Ecco le principali caratteristiche costitutive di ViVo:

browser internet con interfaccia essenziale, con icone e caratteri molto grandi; lente di ingrandimento virtuale a schermo; tastiera virtuale a schermo; sintesi vocale con possibilità di lettura testi, documenti PDF e pagine Web; registrazione di quanto viene letto dal sintetizzatore vocale; lettura dell'intera area dello schermo mediante mouse o tastiera; ascolto di migliaia di stazioni radio via internet; gestione della casella di posta elettronica; scorciatoie da tastiera.

L'aiuto che gli ideatori di ViVo chiedono è quello di diffondere la notizia della sua esistenza semplicemente parlandone con gli amici e conoscenti, inserendo articoli nel siti e nei blog, proponendo ViVo nei forum, nei social network. Per chi fosse interessato a provarlo, è possibile scaricarlo cliccando qui, nella speranza di una prossima e piena compatibilità anche con le DLL di GNU/Linux.

Fonte, Fonte

Rubriche settimanali

La guida della settimana

  • Chroot con debootstrap: Come usare debootstrap per realizzare un ambiente virtuale chroot senza ricorrere all'uso di sistemi di virtualizzazione

Lo sapevi che...

... Alt + Invio apre la finestra proprietà del file selezionato

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 63420, +515 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 35, +5 rispetto la scorsa settimana;

  • Non confermati: 29740, +376 rispetto la scorsa settimana;

  • Non assegnati: 54926, +540 rispetto la scorsa settimana;

  • Tutti i bug segnalati: 317464, +2771 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Matthew East

Luca Falavigna

Alessandro Ghersi

Alessio Treglia

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione

Licenza adottata:

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter