Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

Revision 5 as of 21/07/2012 20.34.15

Clear message


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

In seguito all'introduzione delle shadow copy, la riduzione della partizione di Windows Vista e Windows 7 effettuata con GParted potrebbe compromettere Windows. In questa guida sono contenute delle istruzioni utili a prevenire che ciò accada.

Utilizzare lo strumento integrato di Windows

Con gli strumenti inclusi in Windows Vista e Windows 7 è possibile ridimensionare le partizioni del disco.

  1. Premere Super+R, digitare nella finestra Esegui il seguente comando:

    diskmgmt.msc

    ed eseguire. Qualora non si apra la finestra di dialogo con Super+R è possibile:

    per Windows Vista, andare su Start → Pannello di Controllo → Sistema e Manutenzione → Crea e formatta le partizioni del disco rigido, dovrebbe comparire un avviso, fare clic su Continua.

    Per Windows 7, andare su Start → Pannello di Controllo → Sistema e Sicurezza → Crea e formatta le partizioni del disco rigido.

  2. Fare clic con il pulsante destro sulla partizione da ridimensionare e selezionare Riduci volume....

  3. Una nuova finestra mostrerà lo spazio di riduzione disponibile. Alla voce Specificare la quantità di spazio da ridurre, in MB inserire il valore desiderato.

    È consigliato impostare una dimensione minima di 8000 MiB.

  4. Infine, fare clic su Riduci e riavviare il sistema una volta terminato il processo.

Procedere quindi con l'installazione di Ubuntu.

Spostare i file shadow copy

La procedura descritta in precedenza potrebbe non consentire il raggiungimento di una sufficiente quantità di spazio libero, in tal caso è possibile utilizzare un apposito strumento di deframmentazione per Windows.

Esistono numerosi programmi utili allo scopo, due di essi sono Diskeeper e PerfectDisk che possono essere scaricati ed utilizzati per un breve periodo in versione di prova. Una volta deframmentato il disco, è possibile procedere con la normale procedura di installazione testuale o grafica.

Ulteriori risorse


CategoryHardware CategoryInstallazioneSistema