Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments





icona-64bit.png

Sezione dedicata ai sistemi

icona-64bit.png

con architettura 64 bit









Indice



Per discutere degli argomenti qui descritti, partecipa alla board 64 bit del forum.







Introduzione

Il supporto per l'architettura 64 bit, chiamata tecnologia AMD64, è ben sviluppato nel mondo GNU/Linux e la compilazione per 64 bit non richiede generalmente particolari difficoltà. Per questo motivo la versione 64 bit di Ubuntu è corredata dagli stessi programmi, dagli stessi strumenti e driver presenti nella versione per architetture i386 (32 bit).

I problemi sorgono quando l'utente medio si scontra con i formati e i programmi proprietari, che di base non vengono rilasciati per architetture differenti da quelle a 32 bit. Essendo proprietari, non vengono forniti nemmeno i sorgenti alla comunità che dunque non può provvedere a crearsi i supporti nativi per la propria architettura.

Ecco perché è necessario ricorrere a stratagemmi, forzature, anche ad avere due sistemi operativi cooperanti, per sfruttare queste tecnologie proprietarie che sembrano essere così indispensabili.

Perché 64 bit?

Può venire logicamente spontaneo domandarsi se valga la pena cercare soluzioni non convenzionali, dover rinunciare a qualche pacchetto e compilare qualche programma in più. Fondamentalmente sono due, e di natura completamente differente, i motivi che potrebbero spingere un utente comune verso questa scelta.

La prima ragione, più pratica, riguarda il miglior sfruttamento della propria macchina, che si traduce in un notevole incremento della reattività e velocità di esecuzione del sistema. Sebbene vi siano dibattiti sull'incisività di questi incrementi, è generalmente riconosciuto che durante compilazioni, editing audio/video, conversioni di formati vari ed in generale tutte le operazioni che mettono sotto sforzo la CPU, la differenza tra un sistema progettato per 64 bit ed uno per 32 si fa sentire.

La seconda ragione, forse più lontana come immediatezza, è la possibilità di sviluppo dei sistemi a 64 bit. Se infatti tutti i possessori di macchine a 64 bit utilizzassero sistemi a 32 bit non vi sarebbe una richiesta sufficiente a permettere l'incremento del software a disposizione. Se , al contrario, si creasse un utenza base che rilasciasse feedback, suggerimenti e richieste agli sviluppatori, si potrebbe auspicare un rapido decollo dell'interesse verso questi sistemi.

Codec e plugin

  • Flash Player: installare il plugin di Flash per i browser basati su Mozilla;

  • W32Codec: installare i codec w32 per mplayer, utilizzando una versione a 32 bit del lettore;

  • Java: installare il supporto Java.

Driver

  • Stampanti Lexmark: rendere funzionanti le stampanti multifunzione Lexmark anche sull'architettura 64 bit.

Programmi

  • Cedega: installare Cedega, emulatore di giochi nativi dell'ambiente Windows;

  • Cinelerra: installare Cinelerra, editor video;

  • Firefox a 32 bit: installare Firefox in emulazione per il supporto dei plugin;

  • Skype: installare Skype, programma per chiamare mediante Internet;

  • Wine: installare Wine, strumento per usare programmi Windows;

  • RealPlayer : installare RealPlayer , programma per riproduzione di formati multimediali.

Utilità

  • Chroot: metodo per implementare un sistema a 32bit all'interno di un sistema 64 bit.

Repository

  • uPure64: repository dedicato all'architettura 64 bit.


CategoryHomepage