Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Attenzione! Questa è una Pagina di prova. Le informazioni riportate potrebbero essere incomplete, errate e potenzialmente pericolose. Per contribuire alla realizzazione di questa pagina consultare la discussione di riferimento.

Guida verificata con Ubuntu: 20.04

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

In questa guida è descritta la procedura per installare e configurare Pantheon in Ubuntu e derivate.

Pantheon è l'ambiente desktop predefinito nella distribuzione elementary OS. Nato originariamente come fork di GNOME, questo DE è concepito per essere semplice, minimale e gradevole da usare.
È dotato di un pannello superiore (WingPanel), con un menù/lanciatore di applicazioni (Slingshot) da cui accedere ai programmi, e di una dockbar inferiore (Plank).

Requisiti di sistema

Prima di procedere con l'installazione, si raccomanda di verificare che il proprio computer possegga i requisiti per eseguire Pantheon, consultabili in questa pagina.

Installazione

Se si installa Pantheon su un sistema dotato di ambiente grafico completo, è bene tenere presente che le istruzioni descritte di seguito prevedono: l'installazione di software aggiuntivo; l'installazione di pacchetti in versioni differenti rispetto a quelle presenti nei repository ufficiali; l'eventuale rimozione di alcuni pacchetti presenti.

I pacchetti per Ubuntu 20.04 sono disponibili soltanto per sistemi 64 bit.

Sì raccomanda pertanto di preferire l'installazione tramite sistema minimale.

  1. Installare il sistema minimale Ubuntu omettendo la scelta dell'ambiente grafico da installare sul disco del computer.

  2. Riavviare il sistema minimale, una volta avviato fare clic su Ctrl+Alt+F2 per visualizzare l'interfaccia a caratteri e eseguire il login.

  3. Installare il pacchetto software-properties-common, xorg, xinit, lightdm.

  4. Digitare i seguenti comandi nel terminale per aggiungere i ppa di elementary OS:

    sudo add-apt-repository ppa:elementary-os/stable

    sudo add-apt-repository ppa:elementary-os/os-patches

    sudo apt-get update

    sudo apt-get upgrade
  5. Installare i pacchetti elementary-desktop, pantheon-shell, pantheon-greeter, gala, elementary-icon-theme, resolvconf, switchboard-plug-pantheon-shell.
    In alternativa, in caso di limitata disponibilità di spazio sul disco rigido, è possibile installare i pacchetti indicati escludendo le dipendenze raccomandate digitando nel terminale il seguente comando:

    sudo apt install --no-install-recommends elementary-desktop pantheon-shell pantheon-greeter gala elementary-icon-theme resolvconf switchboard-plug-pantheon-shell

Primo avvio

Completata l'installazione, riavviare il computer e autenticarsi nella schermata di login.

Ecco come si presenta il desktop di Pantheon in Pubuntu 20.04:



L'ambiente desktop Pantheon fornisce varie applicazioni , molte delle quali native. Fra queste vi sono File (file manager), Epiphany (browser web), Geary Mail (client email), Musica, Video, Photo Manager, Calcolatrice.

Configurazione

Lingua

Al termine dell'installazione il supporto linguistico è incompleto, per completarlo seguire il menù Applicazioni → Impostazioni → Lingua e Regioni, fare clic in alto sul tasto Installa linguaggio.

Pantheon Tweaks

Pantheon non permette di effettuare alcune delle personalizzazioni più comuni (modifica di tema, set d'icone, cursori, font, posizione dei pulsanti delle finestre ecc.). A tale scopo è possibile però installare uno strumento di terze parti, pantheon tweaks. Per abilitarlo seguire i seguenti passaggi:

  1. Digitare i seguenti comandi nel terminale per aggiungere il ppa del pacchetto pantheony-tweaks:

    sudo add-apt-repository ppa:philip.scott/pantheon-tweaks
    sudo apt update
  2. Installare il pacchetto pantheon-tweaks.

Alla fine dell'installazione sarà possibile avviare il programma dalle Impostazioni di sistema.

Tema di LightDM

È possibile abilitare il tema Pantheon nella schermata di login, se assente, oppure sceglierne un altro a piacimento. A tale scopo seguire le indicazioni di questa guida.

Il nome del tema (greeter) di LightDM per Pantheon è pantheon-greeter.

Abilitare le icone sulla Scrivania

  1. Installare il pacchetto desktopfolder

  2. Al termine della procedura, sarà possibile avviare DesktopFolder.

Aggiungere l'icona del Cestino a Plank

È disponibile in Plank la "docklet" relativa al Cestino, attivabile seguendo queste istruzioni.

Per accedere alle preferenze di Plack fare clic sul tasto Ctrl più tasto destro mouse puntato sulla dockbar.

Abilitare indicatori in Wingpanel

Per aggiungere le icone delle applicazioni di fonti terze seguire i seguenti passi:

  1. Digitare i seguenti comandi nel terminale per aggiungere il ppa del pacchetto wingpanel ayatana indicator:

    sudo add-apt-repository ppa:bluesabre/elementary-odin
    sudo apt update
  2. Installare i pacchetti com.github.lafydev.wingpanel-indicator-ayatana, indicator-application;

  3. Aggiungere Pantheon al /etc/xdg/autostart/indicator-application.desktop:

    sudo sed -i 's/^OnlyShowIn.*/OnlyShowIn=Unity;GNOME;Pantheon;/' /etc/xdg/autostart/indicator-application.desktop
  4. Creare la directory ~/.config/autostart;

  5. Copiare il file /etc/xdg/autostart/indicator-application.desktop nella directory ~/.config/autostart/;

  6. Riavviare il sistema per attivare l'indicazione.

Risoluzione problemi

Esistono due casi in cui può venire a mancare la connessione di rete, o dopo l'avanzamento di versione, durante la quale viene erroneamente rimosso il pacchetto resolvconf, o un blocco da parte del sistema disabilitante il pacchetto medesimo.

Pacchetto rimosso

Ci sono due modalità per reinstallare il pacchetto, o da un secondo sistema Linux installato in dual-boot, o scaricando tramite un altro dispositivo il pacchetto resolvconf.

Da secondo sistema

  1. Accedere tramite chroot al sistema senza connessione.

  2. Verificare la presenza del pacchetto col comando:

    dpkg -l resolvconf
  3. In assenza installare il pacchetto resolvconf.

  4. Terminare il chroot.

  5. Uscire dal sistema in uso e avviare il sistema senza connessione.

Da altro dispositivo

  1. Scaricare il pacchetto [[http://ubuntu.mirror.garr.it/ubuntu/pool/main/r/resolvconf/resolvconf_1.78ubuntu7_all.deb|resolvconf]].

  2. Copiare il pacchetto su una chiavetta USB, o altro supporto rimovibile.
  3. Avviare il sistema senza connessione.
  4. Connettere la chiavetta USB al computer.
  5. Installare da terminale il file resolvconf scaricato.

  6. Rimuovere la chiavetta USB.

Impostare i parametri di connessione, se ancora non si connette seguire il successivo sotto paragrafo.

Connessione mancante

In alcuni casi la connessione di rete viene impedita da un blocco del sistema, per risolvere dare nell'esatto ordine i due seguenti comandi:

sudo systemctl enable resolvconf-pull-resolved.service
sudo systemctl start resolvconf-pull-resolved.service

Il primo comando potrebbe dare una risposta d'errore, trascurarlo dando il secondo comando e riprovare la connessione.

Ulteriori risorse


CategoryGrafica