Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

Questa guida è stata verificata solo con versioni obsolete di Ubuntu, potrebbe non essere più valida. Vuoi contribuire ad aggiornarla? Clicca qui!

Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

Il protocollo ARP fornisce il MAC address del destinatario di un pacchetto a partire dall'indirizzo IP. Il protocollo non effettua nessun controllo per verificare che l'IP destinatario corrisponda effettivamente al PC a cui è assegnato quell'indirizzo MAC. Questa vulnerabilità del protocollo può essere sfruttata da malintenzionati, ad esempio, per disconnettere PC dalla rete.

ArpON (ARP handler inspection) è un servizio che rende sicuro il protocollo ARP in modo da evitare attacchi di tipo Man In The Middle, come ad esempio: ARP Sproofing, ARP Cache poisoning, ARP Poisoning Routing e attacchi derivati come Sniffing, Hijacking e Injection.

Tecniche di protezione

La protezione offerta da ArpON può avvenire per mezzo di tre tecniche differenti:

  • Static ARP Inspection (SARPI): utilizzato in reti prive di server DHCP, i cui client hanno quindi indirizzi IP fissi;

  • Dynamic ARP Inspection (DARPI): utilizzato in reti con server DHCP, i cui client hanno quindi indirizzi IP dinamici.

  • Hybrid ARP Inspection (HARPI): utilizzato in reti "ibride" con client collegati in rete tramite il servizio DHCP che attraverso indirizzi IP fissi.

Installazione

Da repository

Installare il pacchetto arpon.

Per proteggere tutta la rete è necessario installare ArpON su tutti i PC connessi. Viceversa, verranno protetti solo i PC sui quali è stato installato.

Da sorgente

Per utilizzare versioni superiori rispetto a quelle pacchettizzate per la versione di Ubuntu in uso o per utilizzare la tecnica HARPI è necessario procedere alla compilazione del sorgente del programma.

  • Verificare che i seguenti pacchetti siano installati al fine di soddisfare le dipendenze:
  • Scaricare l'archivio in formato .tar.gz dal seguente indirizzo e scompattarlo digitando il seguente comando in una finestra di terminale:

    tar -xzvf <nome file>
  • Spostarsi all'interno della cartella estratta e con privilegi di amministrazione digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

    cmake ./

Configurazione

Il file di configurazione dell'applicazione è residente all'interno del file etc/default/arpon che conterrà (commentate) una serie di impostazioni predefinite.

Con privilegi di amministrazione modificare il file etc/default/arpon decommentando le righe che interessano.

Il file di configurazione predefinito è il seguente:

# Defaults for arpon initscript
# sourced by /etc/init.d/arpon
# installed at /etc/default/arpon by the maintainer scripts

# You must choose between static ARP inspection (SARPI) and
# dynamic ARP inspection (DARPI)
#
# For SARPI uncomment the following line (please edit also /etc/arpon.sarpi)
DAEMON_OPTS="-q -f /var/log/arpon/arpon.log -g -s"

# For DARPI uncomment the following line
# DAEMON_OPTS="-q -f /var/log/arpon/arpon.log -g -d"

# Modify to RUN="yes" when you are ready
RUN="no"

Commentando o decommentando le seguenti righe

DAEMON_OPTS="-q -f /var/log/arpon/arpon.log -g -s"
DAEMON_OPTS="-q -f /var/log/arpon/arpon.log -g -d"

sarà possibile attivare alternativamente SARPI o DARPI.

Inoltre, al termine della configurazione, modificare la seguente riga

RUN="no"

in

RUN="yes"

Se si configura SARPI, modificare inoltre il file /etc/arpon.sarpi in base alla propria configurazione. Un esempio di tale file:

# Example of arpon.sarpi
#
        # Gw    
        #192.168.1.1     00:25:53:29:f6:69

        # Spyro virtual
        #172.16.159.1    0:50:56:c0:0:8
#

Riavviare il computer.

Provare ArpON con TuxCut

Le indicazioni riportate sono proposte solo a fini didattici e leciti, come, ad esempio, la prova di attacco ARP Sproofing sulla propria rete locale.

TuxCut è un programma che permette di disconnettere i computer dalla propria rete utilizzando un attacco ARP Sproofing. Con ArpON correttamente installato e configurato l'effetto di TuxCut sarà nullo.

Un PC non protetto, invece, non accederà invece più alla rete finché chi ha utilizzato TuxCut non lo riabiliti.

Installazione di TuxCut

  • Scaricare il pacchetto .deb dal seguente indirizzo;

  • Installare il pacchetto appena scaricato;

  • Per risolvere eventuali problemi di dipendenze digitare il seguente comando in una finestra di terminale

    sudo apt-get -f install

Utilizzo di TuxCut

  1. Da una macchina diversa da quella dove si ha installato ArpON, avviare TuxCut da Applicazioni → Accessori → TuxCut.

  2. Selezionare quindi il PC che si desidera disconnettere, e premere su "cut".
  3. Provare ad utilizzare la rete dal computer oggetto di attacco:
    • Se ArpON non è installato, non sarà possibile connettersi;

    • Se ArpON è correttamente installato e configurato, l'attacco lanciato con TuxCut non sarà andato a buon fine e sarà possibile utilizzare la rete..

Ulteriori risorse


CategorySicurezza CategoryDaRevisionare