Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments
  • Diff for "Repository"
Differences between revisions 28 and 29
Revision 28 as of 16/08/2006 22.01.40
Size: 2497
Comment:
Revision 29 as of 08/09/2006 18.49.00
Size: 2360
Comment: iniziata la modifica
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 2: Line 2:
Nel mondo del software Libero e Open Source i programmi sono solitamente disponibili nei cosidetti "tarball". Questo tipo di distribuzione è conveniente per i programmatori che vogliono studiare o modificare il programma, ma non lo è per chi vuole un programma che funzioni! #language it
Line 4: Line 4:
Come utente Windows o Mac OS siete stati abituati a cercare su Internet il programma desiderato, scaricarlo e installarlo. Oppure con il software disponibile su alcuni CD o DVD che si installa automaticamente. Per i sistemi liberi come Ubuntu GNU/Linux esiste qualche programma distribuito in questo modo, ma solitamente questi metodi sono proprietari e non liberi! ||<tablestyle="float:right; font-size: 0.9em; width:40%; background:#F1F1ED; margin: 0 0 1em 1em;" style="padding:0.5em;">'''Indice'''[[BR]][[TableOfContents]]||
Line 6: Line 6:
Per GNU/Linux esiste il mondo dei repository di pacchetti! = Introduzione =
Line 8: Line 8:
Nei sistemi come Ubuntu, il software è reso disponibile come pacchetti precompilati nel comodo formato '''deb''' (o '''rpm''' come per Red``Hat), che contengono il programma e le librerie necessarie. Questi programmi possono essere scaricati da Internet o essere disponibili in alcuni CD (il CD di Ubuntu ne è pieno!) e installati "a mano". Ma siete voi a doverlo fare. Se si proviene dal mondo Windos e/o Mac OS, si è abituati a cercare un particolare programma su internet (la maggior parte delle volte fornito in un eseguibile installabile) e le uniche azioni da svolegere erano scaricare e installare. Si è molto familiari con il software distribuito in CD o DVD da cui è molto comodo installare questi programmi. Per i sistemi liberi e open source come Ubuntu GNU/Linux esiste del software distribuito con questi mezzi, ma solitamente si tratta di software proprietario e non libero.
Line 10: Line 10:
I repository sono dei server che contengono molti pacchetti, a cui si può accedere con strumenti quali [:SynapticHowto:Synaptic]. Sui sistemi com Ubuntu, il software viene fornito in file con estensione '''.deb''' (o '''.rpm''' con per Red```Hat) che contengono il programma e le librerie necessarie. Questi file possono essere scaricati oppure vengono forniti su CD (il CD di Ubuntu ne contiene molti). I repository sono dei server che contengono molti diquesti pacchetti. Solitamente si accede a questi repository con strumenti come [:SynapticHowto:Synaptic].
Line 12: Line 12:
Questi strumenti possono mostrarvi tutti i pacchetti installati nel vostro sistema (dal kernel alle applicazioni preferite e tutte le librerie del caso) e anche quelli disponibili nei repository per cui è stato configurato l'accesso. Vi permettono anche di eseguire ricerche per cose tipo: "editor di immagini". Questi strumenti possono elencare tutti i pacchetti installati sul proprio sistema (dal kernel fino alle applicazioni preferite) e i pacchetti disponibili nei repository configurati per l'accesso. È possibile anche eseguire delle semplici ricerche per delle frasi come "editor di immagini".
Line 14: Line 14:
Utilizzando questi strumenti si centralizza e semplifica la gestione dei pacchetti dando al distributore (colui che configura i repository) una unica strada per mandarvi gli aggiornamenti! These tools provide a simple, centralized method of software installation while and give the distributors (who set up the repositories) a centralized way to send you updates(1) to your software.
Line 16: Line 16:
Per Ubuntu, solitamente, vengono lasciati i repository di Ubuntu (che includono anche il CD di installazione), ma è possibile anche aggiungere repository non gestiti da Ubuntu! In Ubuntu you generally want to have at least Ubuntu's repositories (which may include the install CD) but it is not uncommon to have other repositories (from other packagers) set up.
Line 18: Line 18:
Per aggiungere repository consultare [:AddingRepositoriesHowto:questa pagina]. It's important to know that most of the tools you'll want to use in Ubuntu are already in Ubuntu's repositories. You can go search the internet for packages, or even source code, for others, but these will be more difficult to install and won't, most of the time, integrate well with your system.
Line 20: Line 20:
Ora: la maggior parte dei programmi che volete usare con Ubuntu sono disponibili nei repository di Ubuntu. Potete andare alla ricerca su Internet di pacchetti o anche dei sorgenti, ma in questo modo sarà più difficile installarli e molte volte non si integreranno bene col sistema!

Con i repository niente più estenuanti ricerche, spyware, shareware o freeware. La maggior parte dei programmi disponibili per Linux è già diposnibile su un comodo pacchetto!
So now you know: no more endless searching looking for spyware infested shareware and freeware. The vast majority of useful software available for Linux is pre-packaged for you.

Introduzione

Se si proviene dal mondo Windos e/o Mac OS, si è abituati a cercare un particolare programma su internet (la maggior parte delle volte fornito in un eseguibile installabile) e le uniche azioni da svolegere erano scaricare e installare. Si è molto familiari con il software distribuito in CD o DVD da cui è molto comodo installare questi programmi. Per i sistemi liberi e open source come Ubuntu GNU/Linux esiste del software distribuito con questi mezzi, ma solitamente si tratta di software proprietario e non libero.

Sui sistemi com Ubuntu, il software viene fornito in file con estensione .deb (o .rpm con per Red`Hat) che contengono il programma e le librerie necessarie. Questi file possono essere scaricati oppure vengono forniti su CD (il CD di Ubuntu ne contiene molti). I repository sono dei server che contengono molti diquesti pacchetti. Solitamente si accede a questi repository con strumenti come [:SynapticHowto:Synaptic].

Questi strumenti possono elencare tutti i pacchetti installati sul proprio sistema (dal kernel fino alle applicazioni preferite) e i pacchetti disponibili nei repository configurati per l'accesso. È possibile anche eseguire delle semplici ricerche per delle frasi come "editor di immagini".

These tools provide a simple, centralized method of software installation while and give the distributors (who set up the repositories) a centralized way to send you updates(1) to your software.

In Ubuntu you generally want to have at least Ubuntu's repositories (which may include the install CD) but it is not uncommon to have other repositories (from other packagers) set up.

It's important to know that most of the tools you'll want to use in Ubuntu are already in Ubuntu's repositories. You can go search the internet for packages, or even source code, for others, but these will be more difficult to install and won't, most of the time, integrate well with your system.

So now you know: no more endless searching looking for spyware infested shareware and freeware. The vast majority of useful software available for Linux is pre-packaged for you.