Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 31 del 2011, riferito alla settimana che va da lunedì 26 settembre a domenica 2 ottobre. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Ancora cambiamenti per Unity

In questa settimana, sono stati rilasciati ulteriori aggiornamenti per la nota interfaccia grafica presente di default in Ubuntu 11.10, cioè Unity; ecco alcune novità:

  • un pulsante per aprire le preferenze di sistema di Ubuntu è stato aggiunto al Launcher di default, per permettere all'utente di personalizzare già da subito il nuovo rilascio di Ubuntu;
  • la lente di ricerca dei file, reperibile dalla Dash, può mostrare i risultati della cartella "Scaricati";
  • se state visualizzando la Scrivania e non avete alcuna finestra aperta, accanto allo stemma di ubuntu, in alto a sinistra, verrà visualizzata la scritta "Desktop";

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/09/desktopicon.png

  • la barra di scorrimento della dash è stata resa più snella e luminosa:

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/09/scrollbar-500x306.png

  • la Dash ora supporta il trascinamento di file verso applicazioni esterne.
  • quando si preme Alt+F2, la voce "Filter results" non è più presente nella Dash:

http://cdn.omgubuntu.co.uk/wp-content/uploads/2011/09/alt-500x327.jpg

Notizie dalla comunità

Lo Sprint di FCM Italia giunge al traguardo

Come leggerete nel prossimo articolo, il Gruppo italiano FCM ha pubblicato l'edizione 52 di Full Circle Magazine tradotta in italiano, recuperando il gap con la rivista in lingua originale. Ha inoltre sorpassato tutti gli altri gruppi di traduzione, traducendo in italiano tutti i numeri, senza mai saltarne uno, offrendo più servizi, come l'edizione per e-pub e l'edizione per ipovedenti (che sarà ripristinata al più presto) e, per di più, pubblicando uno speciale su ubuntu 10.04 prima ancora di FCM internazionale. Una colossale impresa che conta ben 13 numeri in soli 3 mesi. Lo stesso Ronnie Tucker, che cura FCM inglese, ha nominato il gruppo italiano nell'editoriale del numero 53:

"I want to take a few moments to send a special message of congratulations to the entire Italian translation team. They've been bashing out back issues in Italian now at quite a pace, and are the first (and, so far, only) translation team to translate every single issue of FCM!"

traduzione:

"Voglio dedicare qualche minuto per inviare un messaggio speciale di congratulazioni all'intero team di traduzione italiana. Hanno scolpito i numeri arretrati in Italiano ad una velocità incredibile, e sono il primo (e, finora, unico) team di traduttori ad aver tradotto ogni singolo numero di FCM!"

Tutto questo è stato possibile grazie all'impegno, alla costanza e alla determinazione di tutti i volontari che hanno contribuito in quest'avventura. Degni di nota sono gli amministratori del gruppo: Cristiano Luinetti e, specialmente Marco Buono. E' grazie al suo impegno, alla sua determinazione e alla sua inesauribile voglia di fare se FCM Italia è riuscita a riemergere. Degno di nota è Aldo Latino che, oltre a impegnarsi tantissimo per il gruppo, affiancato da Marco Buono, ha curato anche l'edizione per dispositivi mobili, nel formato e-pub. Ovviamente il lavoro di FCM non finisce qui: "FCM Italia continua la sua corsa; la salita rimane ripida ma l'aver raggiunto ed agganciato l’edizione internazionale ci infonde ancora più energia!"

Per ora non ci resta che ringraziare tutti quanti, compresi i lettori di questa splendida rivista e, per festeggiare, siete tutti invitati nel canale IRC #ubuntu-it-fcm!

Edizione 52 di Full Circle Magazine

È stato pubblicato sul sito internazionale di Full Circle Magazine, il numero 52 in Italiano. Dal sommario:

  • Comanda & Conquista: CJK LaTeX

  • Programmare in Python, parte 26
  • How-to: LibreOffice Parte 7

  • How-to: Lo sviluppo di Ubuntu, parte 4 – debian/
  • How-to: Ubuntu per lavoro e scuola
  • How-to: GRAMPS – Parte 1
  • Linux Lab: ZoneMinder TVCC – Parte 1

  • La mia storia
  • La mia opinione
  • Io penso che: Vi piacerebbe vedere una serie di articoli sull’editing audio con Audacity?
  • Recensione: Chromebook
  • Donne Ubuntu: I progetti FOSS più amichevoli
  • Giochi Ubuntu: Atom Zombie Smasher

... e altro ancora.

La rivista si può scaricare da questa pagina.

Altre notizie

Dal mondo

LibreOffice riceve il premio IDG InfoWorld BOSSIE come miglior software Open Source

The Document Foundation (TDF) festeggia il suo primo anniversario, un anno dopo l'inaugurazione del progetto e il rilascio della prima beta di LibreOffice. "Quello che abbiamo raggiunto in soli dodici mesi è incredibile", dice Charles Schulz, membro del comitato direttivo. "Diamo uno sguardo ad alcuni numeri: abbiamo 136 membri che sono stati nominati per il loro contributo al progetto, abbiamo circa 270 sviluppatori e 270 localizzatori (anche se abbiamo sempre voglia di coinvolgerne di più), molti dei quali sono anche membri, abbiamo oltre 100 le mailing list, con oltre 15.000 iscritti, metà dei quali riceve tutte le nostre comunicazioni e ci sono stati migliaia di articoli diffusi in tutto il mondo dei media".

Tutto questo sforzo sta dando risultati. Più veloce, più affidabile, con ricche funzionalità rispetto ai predecessori, l'esperienza LibreOffice è ancora la migliore nella continua evoluzione del codice di base di StarOffice. Come InfoWorld ha detto: "Le ultime caratteristiche dimostrano che l'attenzione è rivolta molto più a migliorare le prestazioni e rendere il prodotto più simile a uno strumento di business".

Il primo incontro annuale sul progetto LibreOffice, si terrà a Parigi dal 12-15 ottobre. Sarà un evento per tutti coloro che sono interessati allo sviluppo di software libero di produttività per l'ufficio, degli standard aperti, e del formato OpenDocument in generale; sarà un eccitante opportunità per incontrare i membri della Comunità, gli sviluppatori e gli hacker.

Blog The Document Foundation Fonte

Spagna: Il governo provinciale della Bizkaia conferisce un supporto finanziario ad una associazione di compagnie di software libero

Il governo provinciale della provincia di Biscaglia, una delle provincie appartenente alla comunità Autonoma dei Paesi Baschi della Spagna, ha deciso di dare supporto economico ad una associazione che coordina alcune compagnie associate per lo sviluppo e la diffusione del software libero: ESLE (Euskadiko Software Libreko Enpresen Elkartea); l'associazione è costituita nel 2005 inizialmente da 19 imprese che hanno scelto insieme di consorziarsi per la creazione, lo sviluppo di applicazioni e la fornitura di servizi. Il fondo è stato conferito con il preciso scopo di contribuire a elaborare uno specifico Piano di Internazionalizzazione per i membri della associazione e favorirne la visibilità nei mercati di altri paesi dove ci siano le possibilità per una espansione del software libero.

Fonte

Un ospedale di Londra usa ora un sistema open source per i dati dei pazienti

Dopo quasi un anno di prova, un nuovo sistema open source è ora pronto per essere usato all'ospedale oculistico Moorfields di Londra dal prossimo Novembre.

Secondo Bill Aylward, consulente chirurgo al Moorfields, l'open source potrebbe rivelarsi più adatto dei sistemi commerciali sviluppati per il Servizio Sanitario Nazionale. Oltre a evitare gli alti costi di licenza, Aylward crede che 'OpenEyes' (il software open source impiegato al Moorfileds) consentirà nei prossimi tre anni di risparmiare diverse migliaia di sterline grazie ad una migliorata efficienza e all'eliminazione progressiva dell'uso di documenti cartacei.

Uno degli obiettivi principali del progetto è quello di migliorare la cura dei pazienti. 'OpenEyes' consente ai medici di avere accesso in un'unica schermata a tutte le informazioni sul paziente di cui ha bisogno, informazioni possono essere conservate in molti sistemi clinici indipendenti.

Il progetto è guidato dal Moorsfields, ma sta ricevendo sempre più supporto da altre unità oftalmiche tra cui l'ospedale St. Thomas ed il Manchester Royal Eye Hospital. Il sito internet di 'OpenEyes' mostra screenshot del software e dettagli sugli elementi usati per mostrare i dati clinici. La documentazione a disposizione è estesa, e specifica che il progetto è volto ad usare standard aperti, preferibilmente internazionali.

Fonte

Linux e e l'avvio sicuro di Windows 8: Quello che sappiamo fino ad ora

È ancora l'inizio dei giochi, ma gli utenti Linux potrebbero affrontare opzioni limitate sui pc certificati Windows 8.

Fin da quando fu portato alla luce che il sistema di avvio sicuro di Windows 8 potrebbe causare problemi agli utenti Linux, dilaga la speculazione per l'esatta natura delle difficoltà che potranno sorgere.

Vorrà dire che gli utenti Linux non potranno utilizzare Windows 8? Gli utenti saranno in grado di disabilitare il boot sicuro nel Unified Extensible Firmware Interface (UEFI) protocollo, rimuovendo in modo efficace il problema?

Queste e molte domande a riguardo sono state espresse ripetutamente nella blogosfera durante la scorsa settimana, come, per esempio, Linux Australia che ha annunciato di considerare una petizione Australiana da presentare all'ACCC (Commissione per la Concorrenza e i Consumatori) dichiarando che il comportamento di Microsoft è anticoncorrenziale.

Non sapremo ancora esattamente come tutto si svilupperà, dal momento che Windows 8 è ancora lontano all'orizzonte. Nel frattempo, però, sembra che "I sistemi certificati Windows 8 renderanno più difficile o impossibile installare sistemi operativi alternativi", queste le parole dello sviluppatore di Red Hat Matthew Garrett.

Naturalmente, c'è una grande differenza tra "difficile" e "impossibile" e altri commenti sono stati fatti sia da Garrett e Microsoft.

Ci si chiede come stanno le cose? Ecco una carrellata di quello che sembra emerso finora.

1. Abilitato di default

Il programma di Certificazione Microsoft Windows richiederà che tutti i sistemi certificati Windows 8 avranno il 'Secure Boot' abilitato per impostazione predefinita, secondo un post pubblicato la scorsa settimana da Steven Sinofsky, presidente della divisione Windows di Microsoft. Per evitare che il malware disabiliti le politiche di sicurezza del firmware, il programma di Microsoft richiederà anche che il firmware non possa modificare la situazione.

2. UEFI

L'approccio di Microsoft è il protocollo di secure boot UEFI, un'alternativa BIOS che "necessita una o più chiavi di firma per essere installato in un firmware di sistema", ha spiegato Garrett di Red Hat. "Una volta attivato, l'avvio sicuro impedisce il caricamento di eseguibili o driver che non siano firmati da uno di queste chiavi."

Il problema per Linux, come ho osservato la scorsa settimana, è che non avrà alcuna firma di default, il che significa che non sarebbe naturalmente consentita l'esecuzione su una macchina 8 Windows certificata.

Inoltre, come Garrett dice: "La certificazione Windows 8 non richiede che il sistema venga venduto con le chiavi di Windows. Un sistema che viene fornito con Secure boot UEFI abilitato include solo le chiavi di firma di Microsoft..."

Linux attualmente non supporta il secure boot UEFI, anche se questo potrebbe cambiare una volta che l'hardware che utilizza sarà disponibile. "L'aggiunta al supporto probabilmente potrebbe essere implementata con circa una settimana di sforzo in più", ha aggiunto Garrett.

3. Disattivazione del Secure Boot

La UEFI può essere modificata per disabilitare l'avvio sicuro, almeno in teoria, e Microsoft ha dimostrato in occasione della conferenza all'inizio di questo mese che sia possibile farlo.

4. Dipende da produttori di hardware

In realtà, non vi è alcun obbligo che i produttori di PC certificati offrano agli utenti la possibilità di disabilitare l'avvio sicuro UEFI, dice Garrett. E non solo, ma "siamo già stati informati dai produttori di hardware che alcuni componenti hardware non avranno questa possibilità."

Il risultato, scrive, è che "all'utente finale non è garantita la possibilità di installare le chiavi di firma aggiutive al fine di avviare correttamente il sistema operativo da loro scelto. All'utente finale non è garantita la possibilità di disattivare questa funzionalità. All'utente finale non è garantito che il sistema includerà le chiavi di firma necessarie. L'utente finale non avrebbe più in controllo del proprio PC. "

5. Opzioni per Linux

Quali sono dunque le prospettive per gli utenti Linux? Ancora una volta, è importante ricordare che tutte queste informazioni sono ancora iniziali, dal momento che Windows 8 non sarà disponibile ancora per molto tempo.

In base a quello che si sa finora, però, la scelta di non comprare un PC certificato Windows 8 è sicuramente una scelta ovvia per evitare eventuali problemi.

Supponendo che Microsoft non permetterà ai fornitori di hardware di offrire agli utenti la possibilità di disabilitare l'avvio sicuro, diverrà una questione di shopping facendo attenzione di assicurarsi che il computer con Windows 8 non includa questa funzionalità.

Sembra poi che le versioni di Linux firmate non siano probabili a causa di problemi di licenza con il bootloader Grub e Grub 2 e che le chiavi Linux dovrebbero essere incluse da ogni produttore di PC - un incubo logistico come non mai prima.

Naturalmente, i fan di Linux tendono ad essere abbastanza esperti. Se le cose effettivamente continueranno su questa strada, scommetto che emergerà una grande varietà di altre soluzioni.

Fonte

Full Circle Magazine Issue 53 (inglese)

È uscito il nuovo numero di Full Circle Magazine in lingua inglese. In questo numero:

  • Comanda e conquista-Messaggio del giorno
  • How-to: Programmare in Python - Parte 27
  • How-to: Libre Office - Parte 8
  • How-to: Strategia di backup - Parte 1
  • La mia storia - Ubuntu nella mia classe

Per il download andate qui.

Rubriche settimanali

Freevolezze

Parole di scherno

Non puoi rimanere così, fisso alla scrivania a girarti i pollici. Ti si vede ben poco alla luce del sole ed il tuo orizzonte, piatto, è con una certa frequenza spento o vuoto. Vieni spesso alle mani, dai scarso peso alle cose e difficilmente rifletti.

E noi che ti credevamo di tutt'altro spessore; ma forse è solo carenza di fosfori...

Comunque, vedi di non schermirti troppo, perché in pratica sei già a tocchi. E pensare che, come immagini, ti basterebbe un po' di applicazione per combinarne di tutti i colori.

Insomma, prendi una risoluzione, perché non sei un mobile: scrollati un po' e parti a tavoletta...

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 84478, +583 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 156, +71 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 45629, +74 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter