Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 24 del 2011, riferito alla settimana che va da lunedì 13 a domenica 19 giugno. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Nuovo Software Center per Ubuntu 11.10

Ubuntu Software Center (USC) è un programma molto utile per la ricerca, l'installazione, l'aggiornamento e la rimozione del software presente all'interno del Sistema Operativo di Ubuntu. Nel corso degli ultimi rilasci del nostro sistema preferito, l'USC ha assunto sempre più un ruolo centrale, al fine di consentire agli utenti meno "smanettoni", di avere tutto a portata di mano (o di click), vale a dire dei software facilmente consultabili e installabili, senza nulla togliere alla classica e inossidabile "riga di comando".

In occasione del prossimo rilascio di Ubuntu 11.10, previsto per il 13 Ottobre, Ubuntu Software Center si rinnoverà ulteriormente, con una grafica che si preannuncia davvero molto accattivante!

Anche sulla scorta dell'analisi fatta da Canonical, rispetto ad altre applicazioni concorrenti come quelle dell’Android Market, delle App Store iPad, del Blackberry App World, del negozio delle applicazioni digitali per MAC Bodega e del Chrome Web Store, ecco alcune caratteristiche che saranno implementate nell'USC della futura release di Ubuntu:

  • Screenshots multipli;
  • Applicazioni più votate;
  • Applicazioni raccomandate;
  • Applicazioni più popolari;
  • Anteprima dei video.

Secondo il progettista grafico di Canonical Matthew Paul Thomas, l'USC diventerà sempre più interessante e attraente, sia per gli utenti di Ubuntu, sia per gli sviluppatori di applicazioni.

Fonte

Rilasciata LibreOffice 3.3.3

The Document Foundation annuncia la disponibilità di LibreOffice 3.3.3, una nuova release della versione più stabile della suite per ufficio libera per la produttività personale, rivolta agli utenti aziendali. LibreOffice 3.3.3 è già disponibile per il download al seguente indirizzo.

Secondo Thorsten Behrens, uno sviluppatore e membro del comitato direttivo TDF ", LibreOffice 3.3.3 corregge diversi bug e migliora la sicurezza della suite, per affrontare in modo specifico le esigenze di implementazioni aziendali dove la stabilità è più importante di nuove caratteristiche. Questo ramo sarà mantenuto fino alla fine dell'anno, per consentire una transizione graduale e sicura a LibreOffice 3.4.x. "

LibreOffice 3.3.3 è disponibile per Windows, MacOS X e Linux (DEB e RPM), in oltre 100 lingue diverse (più del doppio della copertura linguistica dei prodotti comparabili di proprietà). Gli utenti di LibreOffice 3.3.2 sono invitati ad aggiornare il loro software.

Fonte

Il Gruppo Documentazione di Ubuntu-It si rinnova....

Negli ultimi giorni, grazie al costante lavoro di tutta la Comunità, il Gruppo Documentazione, si è completamente rinnovato nell'aspetto grafico ma soprattutto nell'organizzazione. "Uno dei principi a noi più cari nella Promessa Ubuntu è che gli utenti devono poter usare i computer nella loro lingua. E questa comunità si impegna ogni giorno cercando di produrre risorse nella lingua italiana, cercando di abbassare sempre più la soglia di adozione di Ubuntu, e del software libero in generale." afferma, nel suo Blog, Paolo Sammicheli.

Dopo poche ma intense settimane di lavoro, il gruppo rinnovato si presenta ed afferma che: "Abbiamo semplificato l’accesso al gruppo, scritto una nuova guida rapida per imparare la sintassi del wiki (la guida 10 passi più uno) e riorganizzato le pagine cercando di renderle più chiare e semplici possibili. Il lavoro non è certamente finito, ma siamo sicuri che è un buon inizio! :) Abbiamo anche iniziato a dividere il lavoro da fare in ordine crescente di difficoltà. Abbiamo già alcune guide la cui revisione dovrebbe essere semplice, che potranno essere un ottimo punto di partenza per chi vorrà iniziare."

La "Chiamata Alle Armi" è iniziata... l'invito alla collaborazione è stato lanciato! Ora, con una veste grafica più accattivante, diretta e semplificata, con regole tutte nuove, non resta che tuffarsi nel Gruppo Documentazione formato da tante persone piene di energia e voglia di fare. Partecipare a questa nuova sfida sarà un ottimo punto di partenza per l'esperienza nella Comunità di Ubuntu Italia o, per chi è già coinvolto, aumentare il proprio livello di contributo! Come? Qui potrete trovare le informazioni necessarie alla voce 'Partecipare'.

Buon lavoro.. Gruppo DOC! :)

Fonte Fonte

FCM si rinnova

E' tempo di cambiamenti nella comunità italiana di Ubuntu. Prima la nuova veste grafica del sito, poi la riorganizzazione del gruppo Documentazione e adesso il cambio di gestione del progetto FCM. La rivista Full Circle Magazine nasce da un'idea della Comunità degli utenti di Ubuntu. Il gruppo FCM si occupa della sua traduzione in Italiano. L'importante ruolo di Referenti Ufficiali Del Gruppo FCM è stato ora assegnato a Marco Buono e Crisitano Luinetti, due ragazzi pieni di entusiasmo e voglia di fare che fino ad ora hanno dato un grande contributo al gruppo.

"Un obbiettivo a lungo termine sarà recuperare il GAP con FCM internazionale! Per quelli a breve termine... Per ora infondere nuova energia al gruppo che, peraltro, sta risalendo la china in pieno spolvero!" ci racconta Marco Buono.

Con questi buoni propositi, non ci resta che augurare buona fortuna ai nuovi Referenti e a tutto il gruppo FMC, ringraziando anche i precedenti Amministratori, Aldo Latino e Dario Cavedon che comunque continueranno a tradurre articoli, per farci leggere, nella nostra Lingua, una delle riviste più importanti nel mondo del Software Libero.

STAY TUNED!

Edizione 39 di Full Circle Magazine

È stato pubblicato sul sito internazionale di Full Circle Magazine, il numero 39 in Italiano.

In questo numero troviamo:

  • How To: Programmare in Python, parte 13;
  • How-to: Virtualizzazione Parte 2: Fedora 13;
  • How-to: Comprendere le statistiche della memoria virtuale;
  • Recensione: iRobot aPad;
  • Intervista ai MOTU: Jonathan Carter;
  • Intervista ai Traduttori: Milo Casagrande;

... e tanto altro ancora.

La rivista si può scaricare da questa pagina.

Buona lettura!

Altre notizie

Dal mondo

Ungheria: Governo prevede di utilizzare un formato libero per i documenti

Il governo ungherese vuole usare l'Open Document Format per i documenti elettronici, come standard per i suoi documenti; Zsolt Nyitrai, Ministro di Stato per l' ICT, all'inizio di questo mese ha spiegato al Parlamento che è in preparazione la legge sull'utilizzo dell' ODF come standard.

I piani di ODF sono stati annunciati il 1 giugno durante una conferenza al parlamento ungherese "Il Parlamento della società dell'informazione".

L' Open Alliance Document Format ungherese (ODFA Magyarország), ha accolto favorevolmente la politica del governo in una dichiarazione pubblicata il 14 giugno: "Oggi inizia una svolta. La decisione del governo permetterà al governo stesso, agli utilizzatori di servizi e-government, ai governi locali, imprese e cittadini di usare senza alcun ostacolo delle soluzioni software convenienti basate su standard aperti."

Riferendosi al suo studio del 2008, che ha mostrato che l'uso da parte del governo dello standard ODF si tradurrà in significativi risparmi sui costi, l'organizzazione ha offerto assistenza tecnica al governo per l'attuazione del formato ODF.

Alla conferenza, ICT il ministro Nyitrai ha anche detto che vuole rendere open-source le risorse del materiale didattico.

Una settimana dopo, in una riunione del comitato ICT, il ministro Nyitrai ministro ha detto che l'Ufficio delle imposte e delle Dogane nazionale, la Banca ungherese per lo sviluppo e la Segreteria di Stato per le ICT hanno cominciato a valutare una serie di soluzioni software open source.

Questi sono uno i risultati di un centro risorse open-source aperto dal predecessore di Nyitrai.

Fonte

Norvegia: Friprog, centro di risorse norvegese per il software libero lancia un appello per promuovere il software libero nella pubblica amministrazione.

Friprog, il centro di risorse norvegese per il software libero, ha lanciato il 27 maggio scorso un appello per promuovere l'uso del software libero nella pubblica amministrazione.

Friprog sta guardando ai suoi utenti per contribuire alla costruzione di una forte cultura di utilizzo e sviluppo di software open source. Lo scopo è quello di consentire a chi decide di capire come sia possibile condividere, riutilizzare e collaborare a soluzioni IT.

Friprog ritiene che le persone non hanno bisogno di prendere tutte le decisioni da sole, né lo sviluppo di soluzioni da soli, né correre da soli. Una volta che la gente capisce che è possibile collaborare nell'IT, capisce anche che è possibile condividere. Friprog si appella agli sviluppatori e agli utenti del settore pubblico di software libero per la cooperazione e la collaborazione. Le persone che hanno una soluzione efficace per l'IT sono incoraggiati a condividere le loro soluzioni, esperienze, documentazione, le spese operative ed i costi di sviluppo. Friprog ritiene che tale cooperazione e la collaborazione sarebbe di grande beneficio per il settore pubblico norvegese.

Secondo Friprog, il software libero non è solo uno strumento importante per consentire tale condivisione di soluzioni IT, ma è uno strumento che può essere adattato alle esigenze dell'utente. Solo il software libero offre l'opportunità di condividere, sviluppare, modificare e personalizzare il software in completa libertà. Fornisce indipendenza commerciale, la proprietà delle soluzioni, evita la necessità di licenze, e consente la condivisione del software con i comuni limitrofi nonchè la riutilizzazione del software che una comunità vicina ha creato.

Friprog utilizza i social network per aggiornare gli utenti e tutte le parti interessate.

Fonte

Rubriche settimanali

Have a BASH! ...With the BASH!

comando '''man'''

Usare man + comando nel terminale per visualizzare il manuale di un comando.

Per uscire dal manuale usare Q.

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 90470 , -16 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 151, +1 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 49973, -241 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Paolo Sammicheli

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter