Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 12 del 2010, riferito alla settimana che va da lunedì 22 a domenica 28 marzo. Per qualsiasi commento, critica o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Ubuntu One Music Store è arrivato!

Ubuntu One Team ha annunciato l'inclusione del Ubuntu One Music Store nella beta pubblica di Lucid Lynx; precedentemente questa funzionalità era disponibile soltanto per un ristretto numero di beta tester.

Ubuntu One Music Store è un plugin per Rhythmbox, che permette di comprare musica online utilizzando i servizi di 7digital.

Il plugin permette di:

  • cercare fra milioni di brani utilizzando la ricerca per artista, traccia o album;
  • l'ascolto di una demo della durata di 1 minuto di qualunque traccia presente;
  • l'acquisto di una singola traccia o dell'intero album;
  • il pagamento attraverso carta di credito o utilizzando i circuiti di Click&Buy e PayPal.

Potete provare Ubuntu One Music Store scaricando la beta 1 di Lucid Lynx da questa pagina.

Consigliamo l'utilizzo del plugin in questa fase di sviluppo solo a chi vuole contribuire con la segnalazione di bug.

Fonte

ERRATA CORRIGE: Google Summer of Code 2010: Ubuntu presente!

Nell'articolo "Google Summer of Code 2010: Ubuntu presente!", comparso nel numero della settimana scorsa, si riporta erroneamente che per la prima volta Ubuntu partecipa al GSoC; in realtà questo è il quarto anno in cui Ubuntu partecipa al programma e per la precisione ha già partecipato nel 2005, 2006 e 2007.

Si ringrazia Elrond per la segnalazione.

Fonte

Altre notizie

Dal mondo

Almeno undici stati Europei parteciperanno al "Document Freedom Day"

I gruppi per la promozione del software libero di almeno undici stati Europei aderiranno al Document Freedom Day, giornata per la libertà dei documenti, che avrà luogo il prossimo 31 Marzo. In questa occasione verranno organizzati workshop e presentazioni di standard aperti per i documenti elettronici.

L'FSFE (Free Software Foundation Europe), tra gli organizzatori di questo evento, ha dichiarato che l'obiettivo è quello di liberare i cittadini dalla dipendenza da formati proprietari, che spesso li costringono a usare software specifici e a pagamento per interagire con la Pubblica Amministrazione. Per questo motivo, molte delle iniziative previste per il Document Freedom Day si rivolgono proprio alla Pubblica Amministrazione, per far conoscere standard aperti come l'ODF (Open Document Format).

Diverse le iniziative organizzate nei vari Paesi: per esempio, nella Repubblica Ceca, gli editori di OpenMagazine organizzeranno un workshop sull'uso di strumenti aperti per l'elabrazione di documenti elettronici, mentre in Germania sono previste dimostrazioni e workshop in molte città. In Romania già dalla settimana scorsa i sostenitori del software libero hanno organizzato dimostrazioni davanti ai principali uffici governativi.

Anche l'Italia partecipa al Document Freedom Day: il "Free Software User Group" (FSUG) Italiano, ha organizzato per la giornata del 27 Marzo (l'anticipo è dovuto alla chiusura Pasquale delle scuole italiane), un workshop sull'uso di formati documentali aperti in una scuola di Spoleto. L'evento ha avuto luogo al Liceo Scientifico Statale "A.Volta", ha incluso sia presentazioni teoriche che workshop e si è concentrato sul mostrare le motivazioni che rendono conveniente l'adozione nelle scuole di standard open come l'ODF.

Fonte

Fonte

Le petizioni multiculturali

Gli sviluppatori di OSOR, hanno annuniciato la disponibilità di ePetitions, un'applicazione web per la gestione di petizioni elettroniche online, rivolta principalmente all'utenza europea. La particolarità di ePetitions è il supporto al multi-language ed al multi-area, ovvero oltre che ad apparirvi nella vostra lingua, una stessa petizione può essere diversa a seconda di dove vi troviate in Europa. L'applicazione fa inoltre parte del progetto EuroPetition, per ora sviluppato in Italia, Spagna, Svezia, Paesi Bassi e Regno Unito. Fra le sue caratteristiche, spicca la possibilità di una completa gestione della petizione, dalla raccolta delle firme, la pubblicazione dei risultati online e su carta, gli aggiornamenti tramite email e le operazioni di conteggio. Per ora è solo la prima release ma vista la costante crescita dell'uso del software libero e la relativa sensibilizzazione degli utenti a tematiche più volte toccate da petizioni (DRM, brevetti...) ePetitions potrebbe avere un futuro molto roseo. Speriamo.

Fonte

Rubriche settimanali

La discussione della settimana

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?t=370986

Il pacchetto della settimana

GSmartControl

GSmartControl è un programma che permette di verificare lo stato di salute dei dischi fissi, attraverso l'utilizzo del sistema di monitoraggio S.M.A.R.T.

Quindi GSmartControl permette di controllare se il disco è sul viale del tramonto, aiutando l'utente meno esperto a prendere le giuste contromisure e prevenire la perdita di dati importanti.

Le caratteristiche principali di GSmartControl sono:

  • Visualizzare le informazioni sull'unità.
  • Evidenziare eventuali problemi sul disco.
  • Abilitare un breve controllo automatico ogni 4 ore.

Per installarlo occorre aver attivato il componente universe dei repository ufficiali e selezionando questo link. Alternativamente potete installarlo tramite l'Ubuntu Software Center.

Invece per gli amanti della linea di comando lanciare il seguente comando:

sudo apt-get install gsmartcontrol

Lo sapevi che...

... Ctrl + D provoca l'uscita dall'attuale shell?

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 77052, +286 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 27, +/-0 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 36954, -42 rispetto la scorsa settimana;

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessandro Ghersi

Alessio Treglia

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter