Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 25 del 2009, riferito alla settimana che va da lunedì 15 a domenica 21 giugno. Per qualsiasi commento, insulto o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Notizie da Ubuntu

Canonical certifica Ubuntu 9.04 Server Edition nei server HP ProLiant

Dopo una serie di test effettuati nei propri laboratori, il 15 giugno, Canonical ha annunciato che Ubuntu Server Edition 9.04 ha avuto la certificazione per i nuovi server HP ProLiant G6. Canonical ha anche dichiarato che vi saranno ben 17 configurazioni hardware che supporteranno appieno Ubuntu Server Edition; queste configurazioni permetteranno agli utenti di Ubuntu, di eseguire le loro applicazioni business sui nuovi server energy-efficient di HP. La certificazione garantisce anche la possibilità di adottate una piattaforma open, per attività commerciali, senza limitare le opzioni hardware. Inoltre HP sta per rilasciare un Support Pack per Ubuntu, cioè una suite di agents, driver e di tool applicativi, che possono migliorare la gestione di Ubuntu sui propri server. "Stiamo lavorando per la certificazione di Ubuntu Server Edition su piattaforme hardware scelte dai nostri utenti. I server HP ProLiant sono sicuramente tra le più popolari piattaforme di questo tipo ed è incoraggiante avere la partecipazione di HP durante il programma di certificazione con il loro riconoscimento e la verifica del nostro lavoro", ha dichiarato Steve George, direttore del servizio commerciale di Canonical. "Gli utenti che sono alla ricerca di una piattaforma aperta, o stanno pensando di realizzare un'infrastruttura di cloud-computing basata su Ubuntu, hanno bisogno di una forte rassicurazione, una prova di compatibilità hardware. Questa certificazione offre la sicurezza di avere una grande scelta di hardware su cui gli utenti possono iniziare a costruire i loro nuovi datacenters". "I clienti vogliono un sistema operativo aperto che riduca il rischio delle aziende e abbassi i costi di manutenzione" ha detto John Gromala, direttore marketing, Industry Standard Servers, HP. "La certificazione di Ubuntu Server Edition su server HP ProLiant G6 fornisce ai clienti una potente piattaforma cost-effective e energy-efficient".

Fonte

Canonical: 100 "cerotti" per Ubuntu

One Hundred Paper Cuts è un progetto appena lanciato dal Design Team e dall'User Experience Team, con l'intento di rendere Ubuntu ancora più semplice da usare. Il numero cento è chiaramente simbolico ed i cosiddetti cerotti da applicare sono lievi imperfezioni semplici da correggere ma in grado di impattare in maniera negativa sull'esperienza d'uso dell'utente. Il curioso termine "Paper Cut" è stato coniato da David Siegel nel suo blog. Ma come deve essere un bug per rientrare nella casistica dei cento cerotti? Si deve trattare di una piccola imperfezione tale che, se risolta, senza dubbio migliora l'esperienza d'uso dell'utente comune. Inoltre il bug potrebbe essere talmente piccolo e seccante da averci fatto quasi l'abitudine. Siegel presenta su Launchpad il bug #302231 come un calzante esempio di ciò che si intende quando parla di bachi di usabilità. Altri esempi possono essere ad esempio "la parola unmount sembra essere troppo tecnica"; oppure: "il nome che indica una stampa in PDF è "~/output.pdf": non è sempre facile intuire che il segno "~" si riferisce alla propria Home...". La prospettiva del progetto si basa sul principio che, le scelte di chi scrive il codice, debbano anche sapersi confrontare con chi poi effettivamente e quotidianamente lo usa. In conclusione vi ricordiamo che chiunque può contribuire su launchpad segnalando bug e difetti, contribuendo in questo modo a rendere Ubuntu un sistema operativo sempre migliore.

Fonti: Planet Ubuntu, Launchpad

Ubuntu 9.10 Alpha 2 Released

E' stata rilasciata la seconda versione alpha di Ubuntu 9.10 «Karmic Koala», che uscirà nella sua versione stabile il 29 Ottobre. La versione che è ancora in fase di sviluppo è instabile, pertanto se ne sconsiglia un suo utilizzo per scopi seri ed importanti, mentre è consigliato l'uso agli utenti esperti o ai tanti che vogliono contribuire con la segnalazione dei bug. Per maggiori informazioni e per il download si può visitare questa pagina.

Fonte

Grub2 predefinito in Karmic Koala

GRUB 2 sarà il nuovo boot loader nel prossimo sistema operativo Ubuntu 9.10. Nella developer mailing list, è presente la conferma del boot loader di default in Karmic Koala. C'è da ricordare che tra le varie proposte emerse nell'ultimo Ubuntu Developer Summit, svoltosi a Barcellona dal 25 al 29 maggio scorso, c’era quella di introdurre GRUB 2 all'interno della nuova release di Ubuntu: detto, fatto!. Lo sviluppatore Colin Watson ha espresso tutta la sua soddisfazione nell'annunciare il lieto evento, anche perchè GRUB non è stato aggiornato dall'informaticamente lontano 1996. In estrema sintesi le principali novità apportate dall'introduzione del GRand Unified Bootloader 2 sono: • Il supporto dello scripting • Il supporto dei nuovi sistemi • L’interfaccia grafica • L’internazionalizzazione • Il supporto all’installazione Cross-platform. Con GRUB 2 inoltre, sarà possibile cercare una immagine ISO, presente nel filesystem di un disco rigido ed avviarla. Attualmente, per gli utenti principianti, è consigliabile installare la versione di prova Grub 2 in un emulatore. Maggiori informazioni possono essere trovate nel Wiki dedicato.

Fonte

Ubuntu e Moblin2

Moblin, sviluppata da Intel, pur essendo in carico alla Linux Foundation, non è una vera e propria distribuzione, ma un insieme di applicativi per dispositivi internet portatili. La sua interfaccia grafica rivoluziona il classico ambiente Xfce che qui è estremamente integrato con i social network: fornisce aggiornamenti in tempo reale da Twitter e Last.fm. Il fondatore di Ubuntu, anche sulla base delle discussioni emerse nell'ultimo UDS, ha recentemente affermato che il supporto nativo al progetto Open Source Moblin 2 è da considerarsi una priorità per gli sviluppatori già a partire dalla prossima release Karmic Koala. Il passaggio alla Linux Foundation promuoverà ulteriori novità e rinforzerà la sinergia tra Moblin e la comunità Ubuntu. Moblin, in sostanza, è un prodotto chiave per la diffusione della distribuzione Open Source. Mark Shuttleworth ha dichiarato altresì il suo entusiamo per la partnership con Intel, perchè essa consente una maggiore innovazione delle piattaforme aperte, rispetto alle quali tutti potranno trarne beneficio: gli sviluppatori, i produttori e, soprattutto, i destinatari finali. Doug Fisher, Vice Presidente di Intel Software, da parte sua ha dichiarato che, supportare Ubuntu in versione Moblin e con Intel Atom, consentirà agli OEM di offrire un'interessante e ricca esperienza agli utenti. In conclusione: Moblin v2 fornisce le infrastrutture software di base a livello delle applicazioni, le quali nativamente si integrano nelle librerie del nuovo Ubuntu Remix Moblin, il tutto su dispositivi con processori Atom, batterie e dischi SSD ottimizzati.

Fonte

Appunti UDS

About Moblin

Rubriche settimanali

Lo sapevi che...

... Shift + Ctrl + Alt + freccia sinistra/destra sposta la finestra attiva in un'altra area di lavoro?

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 57720, +363 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 19, +/-0 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 27019, +285 rispetto la scorsa settimana;

  • Non assegnati: 49819, +325 rispetto la scorsa settimana;

  • Tutti i bug segnalati: 289630, +1623 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessandro Ghersi

Alessio Treglia

Luca Falavigna

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

In questo numero hanno partecipato alla redazione degli articoli:

Hanno inoltre collaborato all'edizione:

Licenza adottata:

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter