Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


NewsletterItaliana/Materiale/logo-newsletter.png

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che leggete è il numero 21 del 2009, riferito alla settimana che va da lunedì 18 a domenica 24 maggio. Per qualsiasi commento, insulto o lode contattaci attraverso la mailing list del gruppo promozione.

Altre notizie

Dal mondo

Slackware: Addio Gzip...

Slackware, tramite una notizia inserita nel changelog della distribuzione, rende noti nuovi miglioramenti nell'ultima release; ad iniziare da KDE 4.2.3 fino ad arrivare al cambiamento del programma di compressione: da gzip a xz, che sfrutta l'algoritmo LZMA. Xz ha una capacità di compressione migliore di bzip2 ed anche di estrazione (3 volte più rapido di bzip2 e paragonabile a gzip). L'impiego del nuovo formato .txz ha consentito un decremento dello spazio utilizzato dai pacchetti, riducendo il set di "pacchetti base" di slackware da 1.9 GiB a 1.4 GiB. Questo non implica che che il formato .tgz verrà abbandonato dato che i pacchetti più vecchi sono ancora e rimarranno in formato .tgz.

Fonte

Rilasciato Moblin 2.0: Linux per Netbook targato Intel

Intel dopo aver acquisito OpenedHand, presenta finalmente Moblin 2.0 beta per i netbook e gli altri MID con processore Atom. Questo sistema operativo per mini computer è basato su Linux-Fedora e ha un boot di avvio veloce, capace di far partire l'intero sistema in una manciata di secondi! Intel con questo lancio, intende porre particolare cura alla gestione dei consumi energetici, cercando al contempo di offrire un'esperienza d'uso positiva, in modo particolare a chi intende spendere poco sui componenti hardware della macchina. Le principali caratteristiche di Moblin sono: un kernel 2.26.29-rc7, un desktop Gnome 2.26, la leggerezza della nuova interfaccia grafica, sviluppata utilizzando le librerie Clutter di Open Hand. Tra le novità introdotte, anche un browser basato su Mozilla Firefox, un nuovo media player, il supporto per device USB e UPnP ed un nuovo gestore per le connessioni di rete. Salta subito all'occhio però la mancanza dei client per l'instant messaging, ma trattandosi di una distribuzione Linux, è possibile integrare successivamente i vari pacchetti. Per chi fosse interessato, è disponibile un breve filmato introduttivo, in lingua inglese. Si può altresì scaricare l’immagine ISO da 680 MB. Attenzione però: Moblin 2.0 beta, funziona solo sui netbook che montano Cpu con il set di istruzioni SSE3.

Fonte

FSF vs Cisco... trovato l'accordo

In data 20 maggio, la FSF ha dichiarato di aver raggiunto un accordo con Cisco Systems, in base al quale la fondazione di Boston ha deciso di cessare ogni azione legale nei confronti del colosso californiano. La chiave di volta dell'intesa è rappresentata da Linksys, una divisione di Cisco che si occupa di apparati informatici per case e piccole aziende; la Cisco ha nominato un direttore del reparto software libero di Linksys, per controllare la conformità dei propri prodotti a licenze come la GNU GPL. Da parte sua, la FSF si impegnerà nel verificare che tali licenze siano rispettate nei termini. Il direttore esecutivo della FSF, Peter Brown, ha così commentato: "Siamo lieti che Cisco abbia rinnovato il proprio impegno verso la comunità del software libero con l'attuazione di misure supplementari nel suo programma di conformità. Con il nostro accordo il codice sorgente sarà disponibile nel modo più veloce possibile".

Fonte

Dallo stivale

Quarta edizione dell'OpenMind

Dal 28 al 30 maggio 2009, presso Villa Vannucchi in San Giorgio a Cremano, sarà tenuta la quarta edizione di Openmind. Lo scopo di questi 3 giorni è far conoscere il software libero, tramite workshop sui prodotti migliori presenti sul mercato: openoffice, the gimp, blender e tanti altri! Openmind non è limitato al software libero, permetterà di visitare una mostra sulla storia del computer a partire dai vecchissimi calcolatori valvolari, passando da quelli a schede perforate fino a giungere ai moderni elaboratori. Inoltre, si terranno dei laboratori su come riuscire a recuperare computer ormai datati ed apparentemente inutilizzabili... L'unico modo per conoscere anche le altre aree è quello di partecipare numerosi per entrare a far parte di questo grande mondo!

Fonte

Da Sorrento il via a "PloneGov Italy"

Dall'11 al 17 maggio si è tenuto a Sorrento il primo "European Plone Symposium". Il simposio dedicato a Plone, famoso CMS basato sul server web Zope e sul linguaggio di programmazione Python, ha lo scopo di presentare nuovi strumenti per concorrere con il software proprietario nella pubblica amministrazione. In occasione è stata anche creata ufficialmente la comunità italiana di Plonegov, il progetto internazionale per lo sviluppo di applicazioni e-government basate sul CMS Plone. Nella giornata del 15 maggio, infatti, si è tenuto il "PloneGov Event", iniziato con la presentazione di Cesare Brizio (Zeapartners), propio per presentare la nuova comunità. La partecipazione alla giornata è stata totalmente gratuita, e durante la mattinata è stato possibile vedere una serie di presentazioni che descrivevano i vantaggi dell'utilizzo di Plone. La comunità italiana oggi conta quattordici membri, compresi il comune di Modena, la Regione Emilia Romagna e la Provincia di Ferrara. Chiunque voglia collaborare o informarsi può andare sul sito ufficiale della comunità.

Fonte

Primo meeting OpenStreetMap Italia a Trento

Per chi non è già al mare e per tutti gli appassionati di OpenStreetMap, si terrà a Trento, in località Povo, nei giorni 5 e 6 giugno la prima conferenza italiana dedicata all'innovativo sistema di creazione di dati georeferenziati liberi.

Un progetto di grande importanza che permette a tutti di partecipare e di avere disponibili delle mappe da utilizzare per qualsiasi scopo senza limitazioni di utilizzo, in pratica l'opposto di quanto accade con la maggior parte delle mappe più conosciute con le quali non è possibile fare nessun tipo di progetto per motivi di copyright.

Il meeting sarà l'occasione per una riflessione sulla compartecipazione degli utenti alla creazione delle mappe sotto licenza aperta e verrà presentato nei due giorni tramite talk, discussioni, gruppi di lavoro e demo.

A chiudere l'evento, per chi vuole fermarsi ancora un po' nella Provincia di Trento, il 7 giugno si terrà il secondo Mapping Party trentino a Pergine Valsugana, con ritrovo alle ore 10.00 in piazza Gavazzi.

Fonte

Trento verso il VOIP grazie ad Asterisk

La città di Trento ha deciso di implementare per tutti i suoi uffici un sistema VOIP basato su Asterisk. Il sistema collegherà tramite la nuova tecnologia circa 1800 impiegati e, allo stato attuale, già 1100 telefoni sono stati rimpiazzati. Le motivazioni di questo passaggio si basano solo in parte sui costi: ogni anno la città spende 30.000 euro solo per l'affitto delle linee a cui si aggiungono circa 60.000 euro per la manuntenzione; senza contare che in caso si debbano effettuare delle operazione anche semplici, come spostare un telefono o una linea, si deve pagare una cifra pari a circa 140 euro. L'adozione della tecnologia di Asterisk invece dovrebbe ridurre già solo i costi di manuntenzione a circa 20.000 euro all'anno. Roberto Resoli, responsabile di questo passaggio per la città, dimostra di avere le idee molto chiare su quali siano i vantaggi e gli svantaggi del passaggio ad una tecnologia basata su open source: innanzitutto avverte le altre pubbliche amministrazioni che volessero procedere ad una scelta simile che prima di tutto è necessario che venga fornita ai dipendenti la conoscenza per utilizzare le nuove tecnologie: "la libertà e la sicurezza aggiunta dell'open source ha un prezzo. Devi capirne il suo funzionamento oppure potresti correre dei rischi." Allo stesso tempo dichiara però che il vantaggio vero e proprio dell'Open source non è solo nei costi ma proprio nella possibilità di conoscenza che invece è impossibile per i sistemi proprietari dove di fatto non si può conoscere cosa avviene all'interno del codice. Il passaggio all'Open Source non riguarda solo i telefoni; Resoli e la città di Trento si stanno muovendo per un passaggio a tutto campo: " Tutte le infratrutture che possiamo cambiare, senza troppo impatto per gli utenti, vengono cambiate con sistemi Open Source. Questo fa risparmiare, ma d'altro canto, l'open source è anche più sicuro da usare. Questi server (...che utilizzano software libero ndr) non sono scatole nere di codice proprietario, e quando ci sono delle istanze di sicurezza possono essere risolte o velocemente sostituiti." Trento dimostra di essere una città moderna attenta alle nuove tecnologie senza incappare però in facili illusioni: l'implementazione dei software liberi avviene in piena coscienza dei limiti che possono avere e puntando sopratutto su una completa formazione degli utenti. Ci sembra molto importante il fatto che la città preferisca l'Open Source non solo su base economica ma sopratutto per quanto riguarda la sicurezza che in effetti è una delle caretteristiche più importanti dei codici aperti. Le città di Grosseto, Udine, Padova, Firenze che come Trento hanno dato il via a progetti Open source ne hanno scoperto subito i benefici e ora sono in stretto legame tra di loro per continuare su questa strada.

Fonte

Rubriche settimanali

La discussione della settimana

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?t=289988

La guida della settimana

  • Jack Guida alla configurazione di un server audio.

Lo sapevi che...

...Ctrl + Shift + W in nautilus chiude tutte le finestre di nautilus aperte?

Accadde su IRC

Carpe diem.

<l3on> oh, ad esempio tu te la faresti dopo 2 ore di conversazione
<twilight> quando mi ospiti?
<twilight> :D
<l3on> ma quando vuoi caro :D
* twilight (n=lorenzo@ubuntu/member/twilight) ha abbandonato #ubuntu-it-forum ("l3on, arrivo!")

Aggiornamenti e statistiche

Aggiornamenti di sicurezza

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza

Bug riportati

  • Aperti: 56752, +813 rispetto la scorsa settimana;

  • Critici: 17, +1 rispetto la scorsa settimana;

  • Nuovi: 26055, +385 rispetto la scorsa settimana;

  • Non assegnati: 48827, +747 rispetto la scorsa settimana;

  • Tutti i bug segnalati: 283776, +1457 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad ha sempre bisogno di una mano.

Statistiche del gruppo sviluppo

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima settimana:

Alessandro Ghersi

Alessio Treglia

Andrea Colangelo

Andrea Gasparini

Devid Antonio Filoni

Luca Falavigna

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo è sempre alla ricerca di nuovi volontari.

Commenti e informazioni

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici attivisti. Per metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing list del gruppo promozione.

Licenza adottata:

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Uscite settimanali

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui.
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola.


CategoryComunitaNewsletter