Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Introduzione

Lo scopo di questo documento è spiegare una buona metodologia per trasformare un'idea in un progetto concreto. Tale documento nasce come guida per il Gruppo Promozione anche se si cercherà di illustrare una metodologia valida per tutti i gruppi della comunità Ubuntu e non.

Focalizzazione di un'idea

Stato Embrionale

Le idee nascono da sole. Il genio non è descrivibile né spiegabile. Ma le buone idee spesso rimangono sogni se non vengono accudite con amore, come bimbi appena nati.

Quindi, se avete un'idea, il primo passo è provare a spiegarla per iscritto. Fatelo sul vostro editor di testo preferito, i più nerd useranno vi o Emacs, i geek Gedit o Kate, mentre i più newbie useranno Open Office. Non importa, l'importante è scrivere! Descrivete la vostra idea su un documento e salvate. Nello scrivere il documentino, se usate un editor di testi visuale, non fate caso alla formattazione. In questa fase è solo una perdita di tempo. ;)

A questo punto fate una pausa di almeno un'ora, fate altro, non so... un giochino, guardate la tv o portate fuori il cane. Poi tornate a quel documentino e rileggetelo. Magicamente vi verranno in mente altri dettagli da aggiungere e il documento inizierà a prendere forma. Ripetete l'esercizio almeno un paio di volte, dopodiché presentate la vostra idea alla Mailing List del Gruppo Promozione. Se avete usato Open Office, sarà il caso di fare un copia-incolla in una email di solo testo. :D

Nota: se sei nuovo delle mailing list e non conosci lo strumento consulta la guida alla mailing list.

Discussione

Una volta postato il messaggio in Mailing List aspettate un po'. Non precipitatevi a rispondere subito e singolarmente a tutti i commenti che riceverete, lasciate che i membri della Mailing List, che probabilmente saranno più lenti di voi a capire la genialità della vostra idea (semplicemente perché non è figlia loro), inizino a comprenderla fino in fondo.

Annotatevi ogni risposta, se ci sono domande o richieste di chiarimento rispondete dettagliatamente. Di solito dopo una serie di risposte si giunge ad uno stallo e le risposte smettono di arrivare. A questo punto fate il punto delle risposte/suggerimenti ricevuti e rielaborate il documentino aggiungendo o correggendo.

Se ci sono alcune cose che non condividete elaborate una mail con tutti i dettagli specificando chi aveva detto quella cosa e instaurate una discussione costruttiva. Non siate permalosi. Le critiche aiutano a crescere e dal confronto si cresce reciprocamente. Dopo un po' di tempo, variabile in funzione della complessità della vostra idea, il vostro documentino dovrebbe essere cresciuto, con i contributi degli altri appartenenti alla comunità.

Elaborazione

Occorrerà a questo punto portare la vostra idea alla luce. Vi verrà chiesto di dettagliare meglio la vostra idea in una pagina wiki. Se non sapete come fare, perché è la prima volta che usate questo strumento, chiedete in lista che qualcuno vi crei un documento vuoto nella locazione più opportuna. Il documento che creerete nel wiki dovrà innanzitutto spiegare cosa volete fare. Questo tipo di documenti viene chiamato in gergo Analisi Funzionale.

Analisi Funzionale

Obiettivi

Eccoci giunti alla definizione della cosidetta «Analisi Funzionale». Di solito è un documento che dovrebbe descrivere «cosa volete fare» senza scendere estremamente nei dettagli del «come farlo». La parte più importante è la definizione degli obiettivi. Quindi potete fare un elenco puntato in cui elencate gli obiettivi della vostra idea di progetto.

Esempio:

  • Obiettivo 1
  • Obiettivo 2
  • ecc. ecc.

Requisiti

Avendo ben chiaro cosa volete fare, occorrerà elencare le cose che sono indispensabili per raggiungere tali obiettivi. Anche qui, un elenco puntato potrebbe agevolare la lettura del documento rendendolo più schematico. Queste cose potrebbero essere programmi, elementi grafici, musiche, video oppure oggetti materiali come depliant, documenti, libri, ecc.

Esempio:

  • Requisito 1
  • Requisito 2
  • ecc. ecc.

Definizione gruppo di lavoro

Oltre alle cose , molto probabilmente, avrete bisogno anche di persone, specialmente se i requisiti sono cose da creare in seno al progetto. Iniziate a farvi un idea di quante persone occorreranno per portare avanti il vostro progetto e con quali competenze. Sembrerà strano ma anche qui un bell'elenco puntato non guasta. ;)

Esempio:

  • n°1 Team Leader
  • n°2 Programmatori PHP
  • n°1 Disegnatore Grafico
  • n°1 Web Master (gruppo www)
  • ecc, ecc

Ulteriori dettagli

Bene, adesso è il momento di copia-incollare il documentino che avevate inviato alla mailing list, arricchito con i contributi degli altri, in questa sezione. Se avrete letto bene questo documento prima di buttarvi a descrivere la vostra idea, probabilmente un copia-incolla sarà sufficiente. Altrimenti ci lavorerete un po' togliendo le cose ridondanti che avete già elencato nei paragrafi precedenti.

Potrebbe essere anche utile dividere questa parte in due, denominandole Dettagli funzionali e Dettagli implementativi.

I dettagli funzionali sono una spiegazione ulteriore del cosa volete fare. Nei dettagli implementativi, invece, descrivere anche il come intendete raggiungere l'obiettivo.

Sappiate che lasciare per ultimi i dettagli implementativi è un utile esercizio, perché spesso si tende a pensare subito al come fare una cosa, senza aver chiaro completamente il cosa vogliamo fare.

Avvio progetto

Terminata l'analisi funzionale, sentito il parere in lista e dopo qualche correzione/aggiunta alla pagina wiki da parte degli altri che nel frattempo si saranno entusiasmati alla vostra idea, è tempo di dar fuoco alle polveri e iniziare a lavorare! Certo, non è che fin ora si sia scherzato, eh :D

In lista verrà deciso tutti assieme un canale di comunicazione del vostro progetto, che sia una mailing list o una board sul forum dipenderà dal taglio del vostro progetto. Non c'è una regola stretta. A quel punto si inizierà a reclutare il personale dettagliato nell'elenco Gruppo di Lavoro e quindi potrete iniziare la vostra avventura. :)

Traguardo e mantenimento

È importante darsi un traguardo chiaro e raggiungibile, per mantenere alta la motivazione del gruppo durante il lavoro. Se il traguardo è molto ambizioso conviene scomporlo in traguardi successivi, realizzando una Road Map, ovvero un elenco di traguardi intermedi da conseguire uno dopo l'altro.

Tendenzialmente in ogni progetto, vicino o subito dopo il raggiungimento del suo traguardo principale, avviene un calo di motivazione con conseguente calo di rendimento dei componenti. Pertanto è bene organizzare, già verso la metà del progetto, un piccolo gruppo di persone (anche solo 2 persone se il lavoro non è molto) che si occupino del mantenimento del progetto successivo al completamento.


CategoryComunitaPromozione