Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Introduzione

In questa pagina solo presente le istruzioni utili all'installazione dei chipset Broadcom.

Installazione su Ubuntu 8.10 «Intrepid Ibex»

Per tutte le schede della famiglia BCM4322, il firmware è disponibile attraverso il gestore dei driver, mentre per le altre schede consultare le istruzioni relative a Ubuntu 8.04 «Hardy Hearon».

Installazione su Ubuntu 8.04 «Hardy Hearon»

Moduli b43 e b43legacy

A partire da Ubuntu 8.04 «Hardy Heron» sono presenti nel kernel i nuovi driver per le schede wireless Broadcom, denominati b43 e b43legacy, che sostituiscono completamente i bcm43xx.

Preparativi

  1. Affinchè i driver funzionino correttamente, è necessario verificare che non siano caricati nel sistema vecchie versioni del modulo bcm43xxndiswrapper, quindi digitare all'interno di una finestra di terminale il seguente comando:

    lsmod | grep bcm

    Se nel risultato del comando precedente sono presenti righe contenenti nomi di moduli come bcm4318, bcm4311 o simili è necessario rimuoverli dal sistema.

  2. Aprire con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/modules e verificare che non sia presente all'interno il nome "bcm43xx", in caso affermativo, rimuoverlo e salvare il file.

  3. La stessa procedura va fatta per controllare l'eventuale presenza di ndiswrapper che dovrà essere rimosso.

  4. Per rendere effettive tutte le modifiche effettuate è necessario riavviare il computer.

Installazione

Installazione automatica

Per installare il firmware è sufficiente abilitarlo dal gestore driver proprietari, nella lista dovrebbe essere presente la voce «Broadcom B43 Wireless», mettere il segno di spunta nella casella per iniziare a scaricare e installare i pacchetti necessari. Infine, riavviare il sistema.

Installazione manuale

Per installare il firmware manualmente è necessario installare il pacchetto b43-fwcutter, reperibile dal componente universe dei repository ufficiali.

  1. Scaricare nella propria Home il pacchetto broadcom-wl reperibile da questo indirizzo.

  2. Scompattare e installare il pacchetto appena scaricato digitando i seguenti comandi in una finestra di terminale:
    cd ~
    tar xjf broadcom-wl-*.tar.bz2
    cd broadcom-wl-*/kmod
    sudo b43-fwcutter -w /lib/firmware wl_apsta.o

    Alcune schede più datate (4301, 4303, 4306, 4309) necessitano dei driver b43legacy, quindi scaricare il pacchetto da questo indirizzo.

  3. Per installare il firmware digitare all'interno di una finestra di terminale il seguente comando:
    sudo b43-fwcutter -w /lib/firmware wl_apsta-3.130.20.0.o
    Per apportare tutte le modifiche effettuate è necessario riavviare il computer.

Broadcom BCM4322

Preparativi

  1. Scaricare all'interno della propria Home i driver necessari questo indirizzo a dipendenza della propria architettura di sistema.

  2. Verificare che non siano caricati nel sistema eventuali vecchie versioni dei bcm43xx, b43, ne Ndsiwrapper, quindi digitare all'interno di una finestra di terminale i seguenti comandi:

    sudo rmmod bcm43xx
    sudo rmmod b43
    sudo rmmod b43legacy
    sudo rmmod ndiswrapper

Installazione

  1. Scompattare il pacchetto scaricato in precedenza digitando all'interno di una finestra di terminale il seguente comando:

    tar -xzf hybrid-portsrc-*.tar.gz
  2. Compilare il file wl.ko digitando i seguenti comandi in una finestra di terminale:

    make -C /lib/modules/`uname -r`/build M=`pwd` clean
    make -C /lib/modules/`uname -r`/build M=`pwd`
  3. Caricare i moduli digitando all'interno di una finestra di terminale i seguenti comandi:

    sudo modprobe ieee80211_crypt_tkip
    sudo insmod wl.ko

Configurazione

  1. Modificare con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/modprobe.d/blacklist aggiungendo le seguenti righe:

    blacklist b43
    blacklist b43legacy
    blacklist bcm43xx
    blacklist ndiswrapper
  2. Copiare il file wl.ko digitando all'interno di una finestra di terminale i seguenti comandi:

    sudo mkdir /lib/modules/`uname -r`/wlan
    sudo mv wl.ko /lib/modules/`uname -r`/wlan
  3. Per fare in modo che il modulo venga caricato automaticamente all'avvio del sistema modificare con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/modules e aggiungere la seguente linea:

    ieee80211_crypt_tkip
  4. Modificare con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/rc.local e aggiungere la seguente linea prima di "exit 0":

    sudo insmod /lib/modules/`uname -r`/wlan/wl.ko

Installazione su Ubuntu 7.10 «Gutsy Gibbon» e versioni inferiori

Identificare il chipset

Per conoscere il modello del chipset digitare:

lspci | grep  Broadcom

che dovrebbe restituire un output simile a questo:

06:05.0 Network controller:  Corporation BCM4318 [AirForce One 54g] 802.11g Wireless LAN Controller (rev 02)

Controllare che la scheda sia supportata dal driver opensource a questa pagina. In caso affermativo procedere con la sezione successiva, altrimenti sarà necessario l'utilizzo di Ndiswrapper.

Installazione del driver opensource bcm43xx

Bcm43xx è un driver opensource che dal kernel 2.6.17 permette di far funzionare le schede wireless broadcom (alcune di esse).

Dopo aver abilitato il repository multiverse, installare il pacchetto bcm43xx-fwcutter, digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

sudo apt-get install bcm43xx-fwcutter

Scaricare il firmware sulla Scrivania da questo indirizzo.

Digitare i seguenti comandi:

cd ~/Desktop
sudo bcm43xx-fwcutter -w /lib/firmware/`uname -r` wl_apsta.o

È necessario ripetere questi passaggi ogni volta che il Kernel viene aggiornato.

A questo punto, dopo un riavvio, l'interfaccia wireless dovrebbe essere operativa.

Utilizzare Ndiswrapper

Se la nostra scheda non è supportata o funziona male con il driver opensource b43 o bcm43xx, allora è possibile provare ad usare Ndiswrapper, un programma che sfrutta i driver di Windows.

Installiamo Ndiswrapper come descritto qui.

Quindi scarichiamo sulla Scrivania questo file contenente i driver della scheda e estraiamo (sempre sulla Scrivania) i file bcmwl.inf e bcmwl5.sys.

Installare i driver:

cd ~/Desktop
sudo ndiswrapper -i bcmwl5.inf

Per controllare che tutto sia andato bene digitare:

ndiswrapper -l

Il risultato dovrebbe essere simile a questo:

Installed drivers:
bcmwl5          driver installed, hardware present

A questo punto possiamo rimuovere i file bcmwl.inf e bcmwl5.sys dalla Scrivania.

Per evitare conflitti con bcm43xx è necessario mettere questo modulo in blacklist: aprire con un editor di testo (per esempio Gedit), il file /etc/modprobe.d/blacklist

sudo gedit /etc/modprobe.d/blacklist

e alla fine del file aggiungere:

#Disabilito i driver della scheda Wireless Broadcom
blacklist bcm43xx

Infine per fare in modo che Ndiswrapper venga caricato automaticamente ad ogni avvio, aprire con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/modules aggiungendo alla fine del file la seguente riga:

ndiswrapper

A questo punto, dopo un riavvio, l'interfaccia wireless dovrebbe essere operativa.

Configurazione

Se si ha completato correttamente una delle procedure precedenti, adesso si dovrebbe avere attiva una nuova interfaccia wireless. Per verificarlo, digitare in una finestra di terminale:

iwconfig

Il risultato dovrebbe essere simile a questo:

lo        no wireless extensions.

eth0      no wireless extensions.

eth1      IEEE 802.11b/g  ESSID:""  Nickname:"Broadcom 4306"
          Mode:Managed  Frequency=2.462 GHz  Access Point:    
          Bit Rate=11 Mb/s   Tx-Power=19 dBm   
          RTS thr:off   Fragment thr:off
          Link Quality=101/100  Signal level=-34 dBm  Noise level=-68 dBm
          Rx invalid nwid:0  Rx invalid crypt:9  Rx invalid frag:0
          Tx excessive retries:0  Invalid misc:0   Missed beacon:0

sit0      no wireless extensions.

Il nome dell'interfaccia potrebbe essere diverso da eth1, per esempio eth2 o wlan0.

Per la configurazione manuale seguire la pagina Wifi How-to. Se si desidera impostare la codifica WPA nella rete, seguire la guida per WpaSupplicant.

Un'alternativa alla configurazione manuale è Network Manager.

Risoluzione dei problemi

Portatili Acer

Se la scheda non dovesse funzionare dopo i passi precedenti e utilizzate un portatile Acer, è possibile che non sia presente il modulo acerhk o acer_acpi (per i sistemi a 64 bit) per attivare i led del wireless.

Seguire la procedura descritta in questa pagina.

Scheda del portatile non rilevata

Se la scheda inclusa nel portatile non dovesse essere rilevata dal kernel, nemmeno dopo aver seguito tutti i passaggi di questa guida, è possibile provare ad inserire l'opzione "noapic" nella stringa di avvio del Kernel. Aprite con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/apt/sources.list.

Cercate nel file la stringa di avvio del kernel, e aggiungete la parola "noapic" in questo modo:

title           Debian GNU/Linux, kernel 2.6.20-16-generic
root            (hd0,1)
kernel          /boot/vmlinuz-2.6.20-16-generic root=/dev/hda2 ro quiet splash noapic
initrd          /boot/initrd.img-2.6.20-16-generic
boot

Salvate il file e riavviate il sistema.

Nessuna rete rilevata

Se si ha seguito correttamente la guida ma il risultato del comando

sudo iwlist eth1 scan

è:

no networks found

Provare a digitare comunque le informazioni relative al access point/router (essid, channel..) e dovrebbe funzionare lo stesso.

Ulteriori risorse


CategoryHomepage