Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments

STOP! Perché questa guida si trova sotto la pagina Cestino?. Una guida può essere cestinata dal Gruppo Documentazione se contiene istruzioni compatibili solo con rilasci non più supportati di Ubuntu oppure perché non si ha certezza che lo siano per i rilasci attualmente supportati. Queste pagine richiedono un aggiornamento e una verifica delle istruzioni contenute. Se vuoi riesumare una di queste guide contatta il Gruppo Documentazione nella board sul forum.


Introduzione

Guida al mouse ottico USB Logitech MX518.

Non si esclude che le informazioni presenti in questa guida possano essere valide per altri mouse Logitech della serie MX. Questa guida è stata testata sulla versione Dapper Drake di Ubuntu.

Cominciamo

Per prima cosa ci servono le informazioni sul nostro hardware, avviate un teminale e immettetegli il seguente comando:

cat /proc/bus/input/devices

Quello che a noi serve per continuare è questo:

I: Bus=0003 Vendor=046d Product=c01e Version=2200
N: Name="Logitech USB-PS/2 Optical Mouse"
P: Phys=usb-0000:00:02.0-8/input0
S: Sysfs=/class/input/input2
H: Handlers=mouse0 event2
B: EV=7
B: KEY=ff0000 0 0 0 0
B: REL=103

Ora abbiamo le informazioni che ci servono, possiamo passare alla configurazione di Xorg.

Configurazione di Xorg

Prima di cominciare è sempre meglio fare un backup del file, non si sa mai, nel terminale date:

sudo cp /etc/X11/xorg.conf /etc/X11/xorg.conf_backup

Ora con il nostro editor preferito, nel mio caso è gedit, ma potrebbe essere kate, nano, vim o altro per voi, apriamo il file di configurazione di Xorg:

sudo gedit /etc/X11/xorg.conf

Cerchiamo la sezione riguardante la configurazione del mouse, di solito è questa:

{{{Section "InputDevice"

  • Identifier "Configured Mouse" Driver "mouse"

    Option "CorePointer" Option "Device" "/dev/input/mice" Option "Protocol" "ImPS/2" Option "Emulate3Buttons" "true" Option "ZAxisMapping" "4 5"

EndSection }}}

Ora abbiamo 2 alternative, o modifichiamo la configurazione esistente, o la commentiamo (scelta consigliata) e creiamo una nuova configurazione:

#Section "InputDevice"
#       Identifier      "Configured Mouse"
#       Driver          "mouse"
#       Option          "CorePointer"
#       Option          "Device"                "/dev/input/mice"
#       Option          "Protocol"              "ImPS/2"
#       Option          "Emulate3Buttons"       "true"
#       Option          "ZAxisMapping"          "4 5"
#EndSection

Passiamo alla configurazione vera e propria:

Section "InputDevice"
      Identifier      "Configured Mouse"
       Driver         "mouse"
       Option        "CorePointer"
       Option        "Protocol" "ExplorerPS/2"
       Option        "Dev Name" "Logitech USB-PS/2 Optical Mouse"     
       Option        "Dev Phys" "usb-*/input0"
       Option        "Device" "/dev/input/mice"
       Option        "Buttons" "10"
       Option        "ZAxisMapping" "4 5"
       Option        "ButtonMapping" "1 2 3 6 7"
EndSection

Ricopiate la configurazione come sopra, fate attenzione solo ad alcune opzioni che potrebbero differire dalle mie, in particolar modo:

{{{Option "Dev Name" "Logitech USB-PS/2 Optical Mouse" }}} {{{Option "Dev Phys" "usb-*/input0" }}}

Qui ci torna in aiuto la prima parte di questa guida:

{{{I: Bus=0003 Vendor=046d Product=c01e Version=2200 N: Name="Logitech USB-PS/2 Optical Mouse" P: Phys=usb-0000:00:02.0-8/input0 S: Sysfs=/class/input/input2 H: Handlers=mouse0 event2 B: EV=7 B: KEY=ff0000 0 0 0 0 B: REL=103 }}}

Non ci vuol molto a capire che ad esempio la stringa Option "Dev Phys" "usb-*/input0" vada editata in base alle informazioni della stringa P: Phys=usb-0000:00:02.0-8/input0, ma potete abbreviare anche in "usb-*/input0".

Bene abbiamo finito di configurare Xorg, salviamo il file e accertiamoci che la nuova configurazione funzioni riavviando il server grafico. Facciamo il logout dalla sessione grafica e poi premiamo la combinazione di tasti CTRL+ALT+F2, fatto si presentarà la shell di linux, logghiamoci come utente e riavviamo il server grafico:

{{{sudo /etc/init.d/gdm restart }}}

Attenzione, gdm è per chi usa GNOME, per KDE potrebbe essere kdm o xdm per chi usa Xfce o altro.

Tasti supplementari

Ora, se tutto è andato bene, avrete il vostro fiammante mouse funzionante, potrete sfruttare le sue diverse velocità dpi a partire da 400 al suo massimo 1600 con i tasti presenti su di esso. Come dite? i tasti laterali non vi funzionano? per questo ci corre in aiuto "IMWheel".

Per prima cosa installiamolo, da synaptic basta cercare "imwheel", oppure installiamo con apt:

{{{sudo apt-get install imwheel }}}

Passiamo alla configurazione. Per prima cosa dobbiamo fare in modo di far avviare imwheel all'avvio del sistema, per far ciò dobbiamo editare il file di configurazione del programma, con il nostro editor di testi preferito puntiamo al file:

{{{sudo gedit /etc/X11/imwheel/startup.conf }}}

Editamo la seguente stringa da: {{{IMWHEEL_START=0 }}}

a: {{{IMWHEEL_START=1 }}}

Fatto imwheel partirà all'avvio del sistema. Ora dobbiamo far capire ad imwheel che usiamo un mouse con vari tasti, per cui passiamo ad immettere i dati. Nello stesso file di configurazione troverete una stringa come questa:

{{{IMWHEEL_PARAMS="-b "0089"" }}}

Cambiatela, oppure commentatela (consigliato) anteponendo il carattere "#" avanti e scrivendo sotto questi parametri:

{{{#IMWHEEL_PARAMS="-b "0089"" IMWHEEL_PARAMS="-k -p -b "67"" }}}

Fatto passiamo alla vera configurazione dei tasti laterali. Abbiamo due opzioni ora, o configuriamo il funzionamento dei tasti laterali per tutti gli utenti che adoperano il computer, oppure configuriamo i tasti per ogni utente, questo è a vostra discrezione. Per il primo caso ci basterà puntare al file di sistema di imwheel con il nostro editor preferito:

{{{sudo gedit /etc/X11/imwheel/imwheelrc }}}

Qui inseriamo alla fine del file le seguenti opzioni:

{{{".*" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right

"(null)" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right }}}

Al contrario se si vuole configurare i tasti per ogni utente basterà creare un file nascosto nella "home" dell'utente interessato:

{{{gedit ~/.imwheelrc }}}

E inseriamo la stessa configurazione che abbiamo usato prima:

{{{".*" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right

"(null)" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right }}}

Con questa semplice configurazione potrete sfogliare le pagine web andando avanti e indietro con i tasti laterali del mouse usando Epiphany (browser web predefinito di GNOME), ma potrete configurare anche altre applicazioni nel modo che volete, prendendo spunto dagli esempi che ci sono nel file "imwheelrc" che abbiamo visto poco prima (/etc/X11/imwheel/imwheelrc). Ad esempio Eyes of GNOME, il visualizzatore di immagini predefinito di GNOME, sfoglia le immagini nelle cartelle di Nautilus con la combinazione di tasti della tastiera CTRL+Pag_UP per andare indietro, e CTRL+Pag_Down per andare avanti, per cui niente di più semplice che riaprire il file "imwheelrc" ed aggiungere la configurazione:

{{{"^eog" None, Up, Control_L|Page_Up None, Down, Control_L|Page_Down }}}

Aggiungete le nuove configurazioni sempre sopra le altre due configurazioni che abbiamo fatto prima, e fate attenzione a mettere il nome esatto dell'eseguibile dell'applicazione che vi interessa, in questo caso per Eyes of GNOME l'eseguibile è "eog".

Esempio:

{{{"^eog" None, Up, Control_L|Page_Up None, Down, Control_L|Page_Down

"^gthumb.*" None, Up, Page_Up None, Down, Page_Down

".*" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right

"(null)" None, Up, Alt_L|Left None, Down, Alt_L|Right }}}

Fatte le vostre modifiche non vi rimane che riavviare la macchina, infatti fino ad ora imwheel permette di venir fermato ma non di venir riavviato, se così non fosse siete incitati a modificare questa parte e inserire i comandi adatti per farlo.


CategoryDaCancellare