Wiki Ubuntu-it

Indice
Partecipa
FAQ
Wiki Blog
------------------
Ubuntu-it.org
Forum
Chiedi
Chat
Cerca
Planet
  • Immutable Page
  • Info
  • Attachments


Problemi in questa pagina? Segnalali in questa discussione

Introduzione

Questa guida contiene quattro diverse soluzioni per ripristinare GRUB a causa di:

  • Sistemi in dual-boot in cui Windows è stato installato dopo Ubuntu.
  • Problemi di Windows che hanno obbligato a una sua reinstallazione.
  • Tecniche di recupero di Windows che comportino il "ripristino" del MBR.
  • Errori nell'installazione di GRUB.

Il primo e il terzo metodo qui descritti richiedono l'utilizzo del Live CD o di una Live USB.

Primo metodo: sessione live

Il primo metodo è una procedura molto semplice e prevede l'utilizzo del terminale. Questa procedura dovrebbe funzionare a patto che la struttura delle partizioni del disco contenente GRUB non sia stata modificata tramite programmi come gparted, Norton Partition Magic: in tal caso è necessario controllare il file /etc/fstab.

  1. Avviare la sessione Live di Ubuntu.

  2. Digitare il seguente comando in una finestra di terminale:

    sudo grub
  3. Determinare la partizione di boot in cui è stato installato Ubuntu digitando:

    find /boot/grub/stage1

    Verrà data una risposta del tipo hdX o (hdX,Y), dove X e Y indicano rispettivamente il disco e la partizione su cui è installato GRUB. Per esempio, se GRUB è installato nella partizione /dev/sda3, il comando precedente darà come risposta (hd0,2). Nei seguenti comandi verrà usato come esempio (hd0,2): adattare quindi i comandi alla risposta ricevuta dal comando precedente.

  4. Digitare:

    root (hd0,2)

    per indicare a GRUB la partizione da cui leggere il file menu.lst.

  5. Questo è il passaggio chiave. Digitare:

    setup (hd0)

    per installare GRUB nel MBR del primo disco fisso (di solito il disco che parte al boot).

  6. Infine digitare:

    quit
  7. Riavviare il sistema e rimuovere il CD Live.

Secondo metodo: sessione standard

Questo metodo va eseguito da sistema operativo già in esecuzione. Si può usare, ad esempio, se si è eseguita un'operazione che ha disinstallato o corrotto GRUB, o dopo aver effettuato l'accesso con il CD Live di Super Grub Disk.

  1. Individuare il disco su cui installare o ripristinare GRUB seguendo le indicazioni di questa guida.

  2. Installare GRUB digitando nel terminale:

    sudo grub-install /dev/sda
  3. Se il comando precedente non dovesse andare a buon fine, digitare:

    sudo grub-install (hd0)
  4. Infine aggiornare il menù di GRUB con il comando:

    sudo update-grub

In questo modo viene installato GRUB sul disco posto sul canale primario master.

Se la procedura appena utilizzata non dovesse funzionare, seguire il primo metodo.

Le indicazioni sopra riportate sono relative al caso più comune, ossia GRUB installato nel primo e/o unico disco rigido /dev/sda. Per installare invece GRUB in altri dispositivi, nel secondo passaggio sostituire /dev/sda con il nome del dispositivo desiderato (ad esempio /dev/sdb ecc.).

Terzo metodo: procedura sicura

Questo metodo è il più laborioso. Tuttavia, se eseguito correttamente, permette di recuperare GRUB anche nei casi più difficili (ad esempio nei casi in cuiil pacchetto GRUB non sia installato, o sia necessario reinstallarlo a causa di file danneggiati ecc.).

  1. Avviare la sessione Live di Ubuntu.

  2. Una volta pronto il sistema, aprire un terminale. È ora necessario diventare l'utente root, quindi digitare:

    sudo -s
  3. Individuare la partizione in cui è installato Ubuntu con il comando

    find /boot/grub/stage1

    oppure con gli altri metodi descritti in questa pagina.

  4. Creare i punti di mount necessari:

    mkdir /mnt/work
  5. Eseguire i seguenti comandi per caricare il file system e alcune informazioni che possono servire a GRUB. In questo esempio viene usato sda4:

    mount /dev/sda4 /mnt/work
    mount -o bind /dev /mnt/work/dev
    mount -o bind /proc /mnt/work/proc
    cp /proc/mounts /mnt/work/etc/mtab
  6. Digitare quindi:

    chroot /mnt/work/ /bin/bash
    grep -v rootfs /proc/mounts > /etc/mtab
  7. Da questo punto in poi si sta lavorando direttamente sulla versione installata di Ubuntu, muoversi con cautela. Seguire quindi una delle due strade indicate di seguito: il ripristino automatico o il ripristino manuale.

All'interno dell'ambiente chroot è possibile effettuare qualsiasi operazione da riga di comando, come aggiornare il sistema o installare/rimuovere applicazioni e kernel con gli strumenti come apt, dpkg, ecc...

Ripristinare GRUB automaticamente

Se si ha una partizione /boot separata, è possibile visualizzare quale sia il device con punto di mount /boot.

  1. Dal terminale digitare:

    cat /etc/fstab

    per vedere il device che viene montato come /boot.

  2. Ipotizzando che il device sia /dev/sda3, digitare il seguente comando:

    mount /dev/sda3 
  3. Giunti a questo punto reinstallare GRUB digitando:

    sudo apt-get install --reinstall grub
  4. Per completare l'installazione sul MBR, digitare:

    grub-install /dev/sda
    update-grub

    oppure

    grub-install (hd0)
    update-grub

Se la procedura appena utilizzata non dovesse funzionare, è necessario ripristinare GRUB manualmente.

Ripristinare GRUB manualmente

  1. Eseguire i passi del primo metodo all'interno dell'ambiente chroot.

  2. Al termine, digitare:

    exit
    per uscire dall'ambiente chroot e riavviare il computer.

Quarto metodo: ripristino tramite Super Grub Disk

Questo metodo è efficace nei casi in cui non si riesca ad avviare il sistema desiderato dal menù di GRUB all'accensione del computer.

  1. Procurarsi Super Grub Disk, se necessario, ed accedere al proprio sistema (per maggiori informazioni consultare questa pagina).

  2. Procedere con il ripristino di GRUB tramite la procedura descritta nel secondo metodo.

Ulteriori risorse


CategoryAmministrazione